MotoGP
23 ago
-
25 ago
Evento concluso
13 set
-
15 set
Evento concluso
20 set
-
22 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
18 ott
-
20 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Prossimo evento tra
4 giorni
G
GP della Malesia
01 nov
-
03 nov
Prossimo evento tra
11 giorni
G
GP di Valencia
15 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
25 giorni

Rossi: "Fregato da 12" di troppo nella comunicazione del flag-to-flag"

condivisioni
commenti
Rossi: "Fregato da 12" di troppo nella comunicazione del flag-to-flag"
Di:
6 ago 2017, 17:07

Il quarto posto finale non soddisfa Valentino, autore di una bella rimonta. Grave però l'errore nel cambio moto: il "Dottore" ha aspettato troppi giri prima di rientrare ai box. Così ha favorito Marquez e Pedrosa.

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, Cal Crutchlow, Team LCR Honda
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, al pari di Andrea Dovizioso, è stato beffato dall'errata strategia nel flag-to-flag nei primi giri del Gran Premio della Repubblica Ceca. Nei primi giri il "Dottore" sembrava poter lottare per la vittoria in condizioni di pista bagnata, ma poi questa si è asciugata rapidamente e ha costretto tutti i piloti a rientrare per cambiare moto e gomme.

Marc Marquez, costretto dall'errata scelta di gomme al via, è rientrato prima di tutti, mentre Rossi ha ritardato ben 3 giri rispetto al leader del Mondiale e questo lo ha penalizzato. Dopo aver fatto il cambio moto, Valentino è rientrato in pista in 15esima posizione, costretto dunque a rimontare.

"Nella prima parte di gara ero piuttosto competitivo, poi nella seconda parte di gara con le slick ho recuperato tanto ed ero veloce. Mi è sfuggito il podio per un pelo. Sono stato anche sfortunato perché avevamo deciso di avere il messaggio di rientro ai box per il flag-to-flag sulla tabella esposta dal muretto, e infatti appena l'ho visto mi sono fermato. Purtroppo me l'hanno esposta con un giro di ritardo e io mi sono fermato il giro dopo, perdendo la possibilità di lottare per il podio. Abbiamo fatto un errore".

"Sicuramente era meglio essere a -10 e non a -22, però il campionato è molto aperto e siamo tutti vicini. E poi è stato importante andare forte ed essere competitivi in questo weekend. Sull'asciutto avrei potuto giocarmela per il podio e forse per qualcosa di più sul bagnato".

Rossi ha poi rimontato sino ad arrivare in terza posizione, alle spalle del compagno di squadra Maverick Vinales che ha completato il podio. Il suo passo è stato molto competitivo, tanto da arrecargli ulteriori rimpianti per la gara di oggi.

"Marquez ha fatto un azzardo e noi abbiamo ritardato di un giro. Avrei potuto lottare con Pedrosa dato il mio passo e sono stato veloce sino alla fine. Dobbiamo far lavorare meglio certe cose quando capitano queste situazioni. La Honda è stata più brava di noi. La prossima volta penso che ce la faremo e prima della fine della mia carriera ce la faremo a sconfiggere questo flag-to-flag e a salire sul podio. Sono quasi sicuro".

In passato la Yamaha e Rossi si erano già resi protagonisti di errori di strategia durante i flag-to-flag. All'epoca la colpa era ricaduta su Valentino, reo di aver deciso il momento sbagliato in cui rientrare per cambiare la moto. Questa volta, invece, sembra che l'errore sia da imputare a qualche figura interna al team di Iwata.

"In Germania misero fuori la tabella d'entrata e io aspettai 3 giri prima di farlo. Da quel momento abbiamo deciso di passare la palla al box, perché per loro è più facile capire certe cose. Però per qualche motivo la comunicazione è arrivata in ritardo di una ventina di secondi e ho dovuto fare un giro in più e questo ha fatto la differenza. Noi che eravamo davanti abbiamo fatto un giro in più. Ma non posso dire chi ha preso questa decisione. Però sono contento, perché di solito in queste situazioni il fesso (ride divertito, ndr) sono io, invece in questa occasione siamo almeno 3 o 4".

"Credo sia poco elegante parlare di chi è la colpa di quello che è successo oggi. Mi prendo la colpa anche io di quello che è successo, perché avrei dovuto capire prima quello che poteva accadere. Sono stati 10, forse 12 secondi che ci hanno fregato. Impareremo da questo errore e faremo meglio la prossima volta. Dovremo essere più organizzati. Queste sono gare molto importanti".

Nel corso del flag-to-flag odierno Andrea Iannone è stato protagonista di una caduta per evitare l'Aprilia di Aleix Espargaro, già in procinto di lasciare la sua piazzola della pit lane.

"Ho visto l'incidente di Iannone e mi dispiace un sacco. Per fortuna non si è fatto male. Non ho capito bene cos'è successo. E' giusto fare una regola chiara sul flag-to-flag. Bisogna regolamentare meglio quello che è nuovo in questa categoria".

"Un'alternativa al flag-to-flag è fermarsi. Ma questo, anche se ha difetti, è il male minore. Soprattutto per chi guarda da casa. Almeno riescono a vedere una gara unica ed è meglio per lo spettacolo di sicuro".

Prossimo Articolo
Lorenzo: "Flag-to-flag pericoloso. La MotoGP non è la F.1"

Articolo precedente

Lorenzo: "Flag-to-flag pericoloso. La MotoGP non è la F.1"

Prossimo Articolo

Aleix Espargaro regala ad Aprilia l'ottavo posto a Brno

Aleix Espargaro regala ad Aprilia l'ottavo posto a Brno
Carica commenti