Rossi: "Decido se continuare o smettere nella pausa estiva"

Il 9 volte iridato del Motomondiale punta alla pausa estiva per decidere il proprio futuro, ma prima parlerà con Petronas e Yamaha. E' certo che la presenza del pubblico al Mugello nel 2022 non sarà un fattore che lo porterà a continuare.

Rossi: "Decido se continuare o smettere nella pausa estiva"

Valentino Rossi sta per affrontare la gara più speciale dell'anno, almeno per lui: il Gran Premio d'Italia del Mugello. Il campione di Tavullia è reduce da un inizio di stagione complicato, ma la pista che è stata per lui teatro di imprese memorabili potrebbe vederlo tornare tra i protagonisti.

Quel che è certo, è che per Rossi l'edizione 2021 del GP d'Italia potrebbe essere l'ultima per il 9 volte iridato del Motomondiale.

"Sì, questo è un luogo speciale per tutti gli italiani, è la casa del GP d'Italia ed è un posto grandioso. le colline toscane, il paddock, è tutto incredibile. A Le Mans siamo migliorati un po' ma domenica le condizioni erano difficili per tutti. Vedremo quale sarà la mia velocità qui al Mugello".

Arriva un momento molto importante della stagione e della tua stagione...
"Ora affrontiamo un periodo molto importante, perché abbiamo 4 gare in 5 settimane. Saranno su piste importanti come Mugello, Barcellona, Assen... Poi avremo un mese di pausa. Senza dubbio in quel periodo tutti cominceranno a pensare al 2022. Pertanto, come ho detto, a quel punto prenderò la mia decisione. Dovrò anche parlare con il team Petronas e Yamaha per capire quali siano i loro programmi per il 2022. Senza dubbio queste 4 gare saranno importanti per cercare di ottenere ottimi risultati".

Al Mugello potrebbe essere battuto il record di velocità...
"Al Mugello la velocità è impressionante, perché lo è per tutto il giro, non solo al rettilineo. Penso che il record di velocità possa essere battuto qui, perché si va più forte che in Qatar. La frenata della San Donato è il punto più impressionante del Mondiale. A ogni giro, quando esci dall'ultima curva, pensi già alla prima staccata. Non è facile, ma è molto bello".

Cosa rende speciale il Mugello?
"Durante la settimana, a partire dal lunedì, senti una pressione speciale prima del Mugello. Mi sento sempre strano prima di questo weekend. A volte è difficile gestire questa pressione, ma è sempre bello sentirla. Quest'anno, però, c'è meno pressione perché manca il pubblico e questo sicuramente darà meno peso sulle spalle".

I piloti lavorano molto sulla sicurezza. Cosa ne pensi del Mugello e delle piste affrontate sino a ora?
"E' importante continuare a lavorare sulle vie di fuga sulle piste e aumentare la sicurezza. Al Mugello ci sono alcuni punti pericolosi, per cui bisogna sempre spingere per migliorare. Ma oltre Mugello e Jerez, ci sono tante altre piste in cui bisogna continuare a lavorare per migliorare la situazione".

Pensare che nel 2022 al Mugello potrà esserci il pubblico, potrebbe spingerti a continuare?
"Avere il pubblico al Mugello nel 2022 non è un motivo per continuare. Qui è speciale avere i tifosi, ma se voglio vedere i tifosi posso venire a vedere la gara. E' difficile continuare solo per quel motivo".

A che punto sono le trattative per il team VR46 di MotoGP?
"Per quanto riguarda la VR46 parliamo da vicino con Ducati e Yamaha. Penso che potremo avere notizie tra 10 giorni o la prossima settimana".

La partenza è diventata davvero così importante per il GP di MotoGP?
"Ora la partenza nelle gare di MotoGP è cruciale. E' molto più importante rispetto a 4-5 anni fa. Ora tutte le case lavorano su questo aspetto. Prima era tutto nelle mani dei piloti e Ducati è stata la più intelligente a lavorare sull'holeshot. Sono 1 o 2 passi avanti, visto che ci lavora da più tempo. Yamaha però ha fatto bei progressi. Quando inizi a lavorare su quei congegni ti si apre un mondo. Dobbiamo migliorare e sono molto contento dei progressi fatti".

condivisioni
commenti
Quartararo: “Sono al Mugello per attaccare"
Articolo precedente

Quartararo: “Sono al Mugello per attaccare"

Prossimo Articolo

Morbidelli: “Il rettilineo conta, ma noi puntiamo sulle curve”

Morbidelli: “Il rettilineo conta, ma noi puntiamo sulle curve”
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021