Rossi: "Avrei potuto vincere, ho fatto un grande errore"

Il "Dottore" è veramente rammaricato per la caduta di Barcellona, avvenuta quando aveva ancora nel mirino Quartararo ed il ritorno alla vittoria.

Rossi: "Avrei potuto vincere, ho fatto un grande errore"

La delusione è veramente grande per Valentino Rossi. Il ritorno alla vittoria in MotoGP dopo oltre tre anni sembrava veramente alla sua portata oggi a Barcellona ma, proprio quando stava provando a braccare Fabio Quartararo, il "Dottore" è incappato in una scivolata alla curva 2.

Un errore che pesa per l'occasione sprecata, ma anche in ottica campionato, perché dopo quello di Misano questo è il secondo zero consecutivo e quindi ora i punti da recuperare sul francese della Yamaha Petronas sono ben 58. Troppi probabilmente, se si pensa anche a quanti piloti ci sono di mezzo tra i due. Il rammarico quindi è molto grande per il pesarese.

"Oggi è stato veramente un grande peccato. Dopo un weekend così, nel quale sono andato forte e mi trovavo bene con la moto, sarei dovuto arrivare davanti. Avrei potuto anche vincere, perché Quartararo ha rallentato tanto, però sicuramente sarei arrivato sul podio perché ero molto veloce" ha detto Valentino.

 

"Mi sono fatto ingolosire, perché ero veloce e volevo rimanere vicino a Quartararo: volevo provare a fregarlo, ma avevo anche paura che poi le moto che vanno forte alla fine della gara, come le Ducati e soprattutto le Suzuki, arrivassero. Volevo assolutamente salire sul podio e ci ho provato, ma rimane un grande errore. Mi dispiace molto" ha aggiunto.

Concentrandosi sulla dinamica, fa fatica a trovare un vero e proprio errore: "Se guardo i dati, era uguale al giro prima, un po' come Bagnaia a Misano, però probabilmente stavo già entrando molto forte in quella curva e con meno temperatura alla gomma davanti mi si è chiusa. Avrei dovuto stare un po' più attento".

Il rammarico però è soprattutto per aver sprecato un'occasione che nella sua mente era ben chiara già prima del via.

"Ero veramente molto competitivo, perché sono andato forte tutti i turni, anche con le gomme usate. Ero uno dei più veloci, quindi sapevo che oggi era una grande occasione e fino alla caduta avevo fatto tutto bene. Poteva essere il secondo podio della stagione e sarei stato secondo invece che terzo, ma soprattutto sarebbero stati dei punti importantissimi per il campionato, perché sarei stato ancora in gioco".

"Per non disperarsi, bisogna pensare che comunque è stato un buon weekend, che ho guidato bene e mi potevo giocare la vittoria. Stiamo seguendo una strada molto interessante con il setting della moto, quindi anche se per me il campionato è chiuso ci sono delle grandi motivazioni per essere veloci da qui alla fine dell'anno".

Leggi anche:

Quando poi però gli è stato chiesto se effettivamente si considera tagliato fuori dai giochi, in parte ha provato a ritrattare questa teoria.

"Finché non lo dice la matematica, non è finita. Però purtroppo ho già fatto tre zero e sono caduto due volte di fila per errori miei. Poi alla prima gara si era rotta la moto, quindi è difficile. Però ci sono ancora tante gare e bisognerà cercare di essere veloci, se riesco a guidare così, posso andare forte da tutte le parti".

Infine, ha fatto un raffronto con l'errore della gara scorsa a Misano, spiegando che le due situazioni erano molto differenti tra loro.

La settimana scorsa, a Misano, abbiamo seguito una via un po' diversa con il setting della moto. Non mi trovavo bene e non avrei fatto una bella gara. Sabato e domenica poi avevo un po' di influenza e non ero in forma per niente. Questo secondo me ha contribuito a farmi sbagliare. Oggi invece è stata un'altra cosa, perché volevo provare a vincere ed ero al limite, quindi sono due errori diversi. Ma due zero di fila non bisognerebbe farli mai se si vuole arrivare tra i primi tre del campionato.

Caduta di Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Caduta di Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
1/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
2/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
3/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
4/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
5/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
6/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
7/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
8/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
9/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
10/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
11/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
12/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
13/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
14/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
15/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
16/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Quartararo: "Vedo Mir come il rivale più forte per il titolo"
Articolo precedente

Quartararo: "Vedo Mir come il rivale più forte per il titolo"

Prossimo Articolo

Fotogallery MotoGP: la vittoria di Quartararo al GP di Catalogna

Fotogallery MotoGP: la vittoria di Quartararo al GP di Catalogna
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021
Come Quartararo è diventato il re della MotoGP sciogliendo i dubbi Prime

Come Quartararo è diventato il re della MotoGP sciogliendo i dubbi

Dopo la disastrosa fine di stagione 2020 con il team Petronas, sono caduti dei dubbi sul francese della Yamaha, ma Fabio Quartararo ha risposto in modo convincente nel 2021, conquistando un titolo MotoGP che ha messo in risalto sia la sua velocità devastante sia la forza mentale.

MotoGP
19 dic 2021