Rossi: "Avrei potuto vincere, ho fatto un grande errore"

Il "Dottore" è veramente rammaricato per la caduta di Barcellona, avvenuta quando aveva ancora nel mirino Quartararo ed il ritorno alla vittoria.

Rossi: "Avrei potuto vincere, ho fatto un grande errore"

La delusione è veramente grande per Valentino Rossi. Il ritorno alla vittoria in MotoGP dopo oltre tre anni sembrava veramente alla sua portata oggi a Barcellona ma, proprio quando stava provando a braccare Fabio Quartararo, il "Dottore" è incappato in una scivolata alla curva 2.

Un errore che pesa per l'occasione sprecata, ma anche in ottica campionato, perché dopo quello di Misano questo è il secondo zero consecutivo e quindi ora i punti da recuperare sul francese della Yamaha Petronas sono ben 58. Troppi probabilmente, se si pensa anche a quanti piloti ci sono di mezzo tra i due. Il rammarico quindi è molto grande per il pesarese.

"Oggi è stato veramente un grande peccato. Dopo un weekend così, nel quale sono andato forte e mi trovavo bene con la moto, sarei dovuto arrivare davanti. Avrei potuto anche vincere, perché Quartararo ha rallentato tanto, però sicuramente sarei arrivato sul podio perché ero molto veloce" ha detto Valentino.

 

"Mi sono fatto ingolosire, perché ero veloce e volevo rimanere vicino a Quartararo: volevo provare a fregarlo, ma avevo anche paura che poi le moto che vanno forte alla fine della gara, come le Ducati e soprattutto le Suzuki, arrivassero. Volevo assolutamente salire sul podio e ci ho provato, ma rimane un grande errore. Mi dispiace molto" ha aggiunto.

Concentrandosi sulla dinamica, fa fatica a trovare un vero e proprio errore: "Se guardo i dati, era uguale al giro prima, un po' come Bagnaia a Misano, però probabilmente stavo già entrando molto forte in quella curva e con meno temperatura alla gomma davanti mi si è chiusa. Avrei dovuto stare un po' più attento".

Il rammarico però è soprattutto per aver sprecato un'occasione che nella sua mente era ben chiara già prima del via.

"Ero veramente molto competitivo, perché sono andato forte tutti i turni, anche con le gomme usate. Ero uno dei più veloci, quindi sapevo che oggi era una grande occasione e fino alla caduta avevo fatto tutto bene. Poteva essere il secondo podio della stagione e sarei stato secondo invece che terzo, ma soprattutto sarebbero stati dei punti importantissimi per il campionato, perché sarei stato ancora in gioco".

"Per non disperarsi, bisogna pensare che comunque è stato un buon weekend, che ho guidato bene e mi potevo giocare la vittoria. Stiamo seguendo una strada molto interessante con il setting della moto, quindi anche se per me il campionato è chiuso ci sono delle grandi motivazioni per essere veloci da qui alla fine dell'anno".

Leggi anche:

Quando poi però gli è stato chiesto se effettivamente si considera tagliato fuori dai giochi, in parte ha provato a ritrattare questa teoria.

"Finché non lo dice la matematica, non è finita. Però purtroppo ho già fatto tre zero e sono caduto due volte di fila per errori miei. Poi alla prima gara si era rotta la moto, quindi è difficile. Però ci sono ancora tante gare e bisognerà cercare di essere veloci, se riesco a guidare così, posso andare forte da tutte le parti".

Infine, ha fatto un raffronto con l'errore della gara scorsa a Misano, spiegando che le due situazioni erano molto differenti tra loro.

La settimana scorsa, a Misano, abbiamo seguito una via un po' diversa con il setting della moto. Non mi trovavo bene e non avrei fatto una bella gara. Sabato e domenica poi avevo un po' di influenza e non ero in forma per niente. Questo secondo me ha contribuito a farmi sbagliare. Oggi invece è stata un'altra cosa, perché volevo provare a vincere ed ero al limite, quindi sono due errori diversi. Ma due zero di fila non bisognerebbe farli mai se si vuole arrivare tra i primi tre del campionato.

Caduta di Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Caduta di Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
1/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
2/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
3/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
4/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
5/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
6/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
7/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
8/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
9/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
10/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
11/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
12/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
13/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
14/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
15/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
16/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Quartararo: "Vedo Mir come il rivale più forte per il titolo"
Articolo precedente

Quartararo: "Vedo Mir come il rivale più forte per il titolo"

Prossimo Articolo

Fotogallery MotoGP: la vittoria di Quartararo al GP di Catalogna

Fotogallery MotoGP: la vittoria di Quartararo al GP di Catalogna
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Suzuki plafonata, Mir ci prova ma non basta Prime

Pagelle MotoGP | Suzuki plafonata, Mir ci prova ma non basta

Suzuki è tra le delusioni di questo 2021. Il team che schierava il campione del mondo 2020, Joan Mir, non è riuscito a confermarsi sugli stessi livelli della stagione iridata. Il maiorchino ci prova in tutti i modi, ma non riesce a vincere un GP e chiude al terzo posto in classifica. Disastro senza mezzi termini per l'altro pilota Suzuki, Alex Rins

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021