Rossi: "Al 99% sarò in Petronas, ma non ho firmato"

Il "Dottore" ha smentito di aver già firmato, anche se ha confermato che la decisione è praticamente presa e che il contratto sarà 1+1.

Rossi: "Al 99% sarò in Petronas, ma non ho firmato"

Oggi la MotoGP è tornata in pista con una giornata di test collettivi in vista del Gran Premio di Spagna di questo fine settimana. Se a parlare è Valentino Rossi e in ballo c'è ancora il suo futuro, l'aspetto sportivo passa inevitabilmente in secondo piano.

Nei giorni scorsi si era sparsa la voce che il "Dottore" aveva già posto la firma sul contratto per il 2021 con la Yamaha Petronas, ma il diretto interessato oggi ha deciso di mettere i puntini sulle i: nero su bianco non c'è ancora nulla, ma la decisione di continuare è presa. Si tratta solo di accordarsi su come sarà composta la sua squadra.

"La notizia della firma è fake. Stiamo parlando di come fare la squadra, perché oltre ad andare in Petronas ci sarà Quartararo che si muoverà al mio posto. Ci sono molte pedine che devono andare a posto, quindi ci vorrà ancora tempo per firmare. Però ci siamo, al 99% continuerò e manca solo la firma" ha spiegato Valentino.

"Ci vorrà ancora un po' di tempo perché che è un po' un gioco di scacchi. Le prime scelte le farà Quartararo, perché lui sarà nella squadra ufficiale, ma non ho tanto potere decisionale. Sicuramente verrà David (Munoz, il capo tecnico), invece per gli altri è più una cosa che decideranno tra i team" ha aggiunto.

Il contratto con Petronas, dove comunque avrà a disposizione una M1 ufficiale, sarà di una stagione, ma sarà presente anche un'opzione, che verrà valutata nel corso della pausa estiva del 2021.

"Ho fatto questo ragionamento e non mi piaceva andare in Petronas sapendo che sarebbe stato sicuramente il mio ultimo anno. Abbiamo parlato tanto con Lin (Jarvis) e con la Yamaha e la situazione è molto chiara: il contratto è per il 2021, ma c'è un'opzione per il 2022. L'anno prossimo, durante la pausa estiva, decideremo insieme se vogliamo continuare o se sarà l'ultimo anno".

Leggi anche:

Per la prima volta nella sua carriera, o quasi, quindi si ritrova nella condizione di non avere troppo potere contrattuale, anche se la cosa non sembra preoccuparlo particolarmente.

"La sto vivendo bene, non ho grossi problemi. Questo periodo è stato molto interessante e mi ha fatto capire tante cose. E' stata la prima volta nella mia vita che sono stato tanto lontano dalle gare e tanto a casa. Devo dire la verità, mi è piaciuto molto".

"Però dall'altra parte ho pensato che voglio esserci, che voglio provarci anche l'anno prossimo. Sarà dura, perché dovrò fare un grande sforzo anche per prepararmi fisicamente, però mi piace. Per il resto, sono pronto a tutto".

Anche perché poi ha ribadito che la vita "di casa" a cui lo ha obbligato la pandemia del Coronavirus alla fine gli è piaciuta più di quanto si sarebbe aspettato e che questo lo ha aiutato a prendere la sua decisione.

"Mi preoccupava un po' stare a casa e non sentire la pressione delle gare. Vivere una vita normale insomma. Invece mi sono trovato molto bene e mi piace stare a casa a non fare niente. Mi sono trovato bene, ma questo mi ha aiutato a prendere la decisione di continuare a cuor leggero, perché ora so che sto bene anche a casa".

Prima di pensare al 2021, c'è però da onorare l'ultima stagione con il Factory Team della Yamaha e c'è chi pensa che una stagione così breve, con gare così ravvicinate potrebbe rappresentare un vantaggio per un pilota con l'esperienza di Rossi, che però non ne sembra troppo convinto.

"Spero che mi possa portare qualche vantaggio, ma quello che penso è che sarà come sempre. Il calendario è più pressato, perché ci sono più gare vicine, ma dall'altra parte ce ne sono meno. Di solito quando si arriva a luglio, ne hai già fatte dieci, invece quest'anno iniziamo adesso e quindi non sarà un problema farle così in fila".

"Sarà interessante vedere cosa succederà nelle doppie gare, soprattutto nella seconda, avendo più tempo per poter lavorare sulle moto. Però sono pronto, perché negli ultimi due mesi e mezzo mi sono veramente allenato forte, quindi mi sento in forma. Nel paddock ci sono tante restrizioni, ma con meno gente in giro è anche tutto più tranquillo. Bisogna adattarsi, perché come in tutte le cose ci sono i pro e i contro" ha concluso.

Guarda il Gran Premio Red Bull di Spagna live su DAZN. Attiva ora

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
1/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
2/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
3/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
4/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
5/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
6/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
7/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
8/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
9/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
10/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
11/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
12/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Dovizioso: "La nuova gomma non si adatta alla Ducati"

Articolo precedente

Dovizioso: "La nuova gomma non si adatta alla Ducati"

Prossimo Articolo

Petrucci: "Spero che il collo non faccia troppo male domani"

Petrucci: "Spero che il collo non faccia troppo male domani"
Carica commenti
MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania Prime

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania

Andiamo a scoprire la griglia di partenza della classe regina del Motomondiale 2021 sul tracciato del Sachsenring.

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez? Prime

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Il recupero dell'otto volte campione del mondo procede più a rilento del previsto anche a causa di una Honda poco competitiva. Questo fine settimana però si va al Sachsenring, dove è imbattuto dal 2010 comprese le classi minori: sarà l'occasione giusta per rivederlo al top?

MotoGP
16 giu 2021
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021
Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?" Prime

Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina di Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano il fine settimana dei motori che, tra MotoGP e Formula 1, ha animato il week end. I riflettori si accendono su Marc Marquez, autore di un'altra caduta che ha compromesso il suo GP di Catalunya, segnale che lo spagnolo non è ancora al 100%.Un po' come Valentino Rossi quando fu reduce dall'incidente del Mugello 2010...

MotoGP
9 giu 2021
Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2 Prime

Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2

Andiamo a dare i voti al Gran Premio di Catalunya di MotoGP, dove - oltre alle ottime performance messe i. pista dalla KTM del vincitore, Miguel Oliveira - bisogna andare a giudicare ampiamente insufficiente il comportamento della direzione gara

MotoGP
8 giu 2021
GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica Prime

GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica

Fabio Quartararo firma la quinta pole position del 2021 in sella alla sua Yamaha ufficiale. Il francese apre la prima fila dello schieramento precedendo le ducati di Jack Miller e Johan Zarco

MotoGP
6 giu 2021