Rivola: "La vittoria resti a Dovizioso, ma togliamo lo spoiler alla Ducati dall'Argentina"

condivisioni
commenti
Rivola: "La vittoria resti a Dovizioso, ma togliamo lo spoiler alla Ducati dall'Argentina"
Di:
21 mar 2019, 09:38

Il CEO di Aprilia Racing ha rilasciato un'intervista a Motosprint, nella quale ha spiegato che spera che nell'Appello di domani si possa arrivare ad un compromesso che non abbia effetti retroattivi, ma imponga una revisione delle regole e più rigidità nell'approvazione delle componenti.

Domani probabilmente avremo finalmente l'esito definitivo del Gran Premio del Qatar di MotoGP. Nella sede della FIM, in Svizzera, andrà infatti in scena l'udienza dell'appello presentato da Aprilia, Honda, Suzuki e KTM contro lo spoiler montato sul forcellone della Ducati, dopo che in prima istanza è stato respinto il reclamo che le quattro Case avevano avanzato dopo la vittoria di Andrea Dovizioso a Losail.

Il grande fautore di questa protesta è stato Massimo Rivola, nuovo amministratore delegato di Aprilia Racing, "scottato" anche dal fatto che alla Casa di Noale era stato detto no quando aveva presentato una soluzione simile a quella studiata dalla Ducati a Danny Aldridge, direttore tecnico della MotoGP.

In una lunga intervista rilasciata a Motosprint, Rivola ha ribadito che l'intenzione della protesta non è mai stata quella di privare Dovizioso della vittoria in Qatar, ma di fare chiarezza su ciò che si può e non si può fare in quell'area della moto.

Leggi anche:

Secondo lui, va trovata una soluzione di compromesso: "Non ci deve essere un effetto retroattivo; Dovizioso mantiene la vittoria in Qatar e dal GP d’Argentina la Ducati torna a correre senza quel dispositivo sulla sua moto. Salvi la vittoria, e poi inizi a discutere una nuova regola su quell’oggetto tecnico".

Ha sottolineato però anche l'errore che ha commesso Aldridge, aggiungendo che quindi in futuro dovrà usare maggiore attenzione prima di dare il via libera ad una soluzione che può generare discussioni.

"Credo che abbia dato il suo assenso giudicando in base alle informazioni che aveva, cioè quelle che gli ha passato Ducati. Ma se questo oggetto aerodinamico ha effetti sulla stabilità della moto, e ce li ha, allora si è sbagliato. Non ha verificato bene, si è fidato della spiegazione. Ma nella sua posizione non può dare un ‘ok’ in questo modo. Se funziona così, qualcosa in questo ambiente non va. E va cambiato".

Leggi anche:

Insomma, l'obiettivo finale è quello di fare in modo di ottenere regole più chiare ed evitare altre situazioni come questa.

"Non bisogna pensare male, quindi pensiamo che il direttore tecnico abbia male interpretato questa appendice aerodinamica con cui ha corso la Ducati. Se è in buona fede, ora dovrebbe spiegare che ha equivocato questa soluzione, e quindi che la regola va rifatta. Quel che è stato fatto è fatto, per il Qatar, ma per il futuro si cambia. Il direttore tecnico raccoglie più informazioni, poi redige un nuovo documento tecnico, per iscritto, e viene aggiunta una nuova regola. E sarebbero tutti più contenti".

Scorrimento
Lista

Andrea Dovizioso, Ducati Team, al comando

Andrea Dovizioso, Ducati Team, al comando
1/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Andrea Dovizioso, Ducati Team, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
2/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team, Cal Crutchlow, Team LCR Honda

Andrea Dovizioso, Ducati Team, Cal Crutchlow, Team LCR Honda
3/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team, Jack Miller, Pramac Racing

Andrea Dovizioso, Ducati Team, Jack Miller, Pramac Racing
4/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
5/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Podio: Marc Marquez, Repsol Honda Team, Andrea Dovizioso, Ducati Team

Podio: Marc Marquez, Repsol Honda Team, Andrea Dovizioso, Ducati Team
6/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
7/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
8/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
9/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Podio: Andrea Dovizioso, Ducati Team

Podio: Andrea Dovizioso, Ducati Team
10/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
11/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Il vincitore della gara Andrea Dovizioso, Ducati Team

Il vincitore della gara Andrea Dovizioso, Ducati Team
12/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Podio: il vincitore Andrea Dovizioso, Ducati Team

Podio: il vincitore Andrea Dovizioso, Ducati Team
13/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
14/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Podio: Andrea Dovizioso, Ducati Team

Podio: Andrea Dovizioso, Ducati Team
15/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team, al comando

Andrea Dovizioso, Ducati Team, al comando
16/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Il vincitore della gara Andrea Dovizioso, Ducati Team

Il vincitore della gara Andrea Dovizioso, Ducati Team
17/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
18/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Il vincitore Andrea Dovizioso, Ducati Team

Il vincitore Andrea Dovizioso, Ducati Team
19/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
20/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Prossimo Articolo
Cosa dobbiamo aspettarci dall'appello sullo spoiler della Ducati?

Articolo precedente

Cosa dobbiamo aspettarci dall'appello sullo spoiler della Ducati?

Prossimo Articolo

Lorenzo: "Maschero la mia timidezza con la spavalderia"

Lorenzo: "Maschero la mia timidezza con la spavalderia"
Carica commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie