Rins: “Se avessi avuto il passo, avrei attaccato Mir”

Alex Rins sale sul secondo gradino del podio del Gran Premio d’Europa alle spalle di Joan Mir. Lo spagnolo è secondo anche nella classifica generale e non smette di sognare in chiave iridata, essendo a 37 lunghezze dal compagno di squadra.

Rins: “Se avessi avuto il passo, avrei attaccato Mir”
Carica lettore audio

Il team Suzuki difficilmente dimenticherà il Gran Premio d’Europa, al termine del quale Joan Mir ha messo una mano sul titolo mondiale ed in gara ha trionfato davanti al compagno di squadra. Alex Rins infatti, con la seconda posizione ha regalato alla squadra di Hamamatsu una splendida doppietta, la prima da Hockenheim 1982. I due portacolori Suzuki non sono solamente primo e secondo sul podio, ma anche nella classifica generale.

Rins, che aveva dominato la gara sin dalle prime fasi rompendo gli indugi sul poleman Pol Espargaro e andando al comando già al primo giro, si è dovuto piegare allo strapotere di Joan Mir. L’attuale leader del mondiale ha approfittato di un errore del compagno di squadra, balzando in testa per non lasciarla più. Rins spiega il motivo per cui a metà gara ha subìto il sorpasso del connazionale:  “Semplicemente in quella curva è un po’ più difficile togliere le marce. Lì arriviamo in terza e ne dobbiamo togliere due, ma quando ho fatto il cambio direzione, ho messo una marcia invece di toglierla. Per questo sono andato un po’ lungo e Joan mi ha sorpassato. Dopo ho provato a rimanere con lui, ma giro dopo giro andava sempre più forte. Sono molto contento della mia gara, abbiamo conquistato altri 20 punti per il campionato, per Suzuki, a due gare dal termine”.

Leggi anche:

La Suzuki ad oggi si è mostrata la moto più equilibrata in ogni condizione ed al momento è la squadra da battere. La MotoGP torna in pista già questa settimana per il secondo appuntamento sul tracciato di Valencia, dove Rins ha già le idee chiare su quale aspetto migliorare: “Per la gara della prossima settimana dobbiamo migliorare un po’ la moto. Penso che la nostra base sia molto buona, lo abbiamo dimostrato oggi in gara. Ma mi piacerebbe essere un po’ più forte a fine gara, dove penso che sia il punto forte della Suzuki. Vediamo anche il meteo per la prossima settimana”.

Con la seconda posizione del Gran Premio d’Europa, Rins conquista altri 20 punti che lo portano quota 37 lunghezze da Joan Mir, saldamente al comando della classifica. Lo spagnolo ritiene che la caduta di Jerez in cui si è procurato un infortunio alla spalla abbia condizionato pesantemente la sua corsa al titolo. Tuttavia, vede il bicchiere mezzo pieno, essendo a pari punti con Fabio Quartararo: “L’infortunio di Jerez è stato sicuramente determinante. Ma sono specialmente contento perché dopo aver passato l’infortunio alla spalla e le due cadute dell’Austria e di Le Mans siamo a pari punti con Fabio”.

Il grande lavoro di Rins e della squadra stanno portando frutto ed il pilota è soddisfatto di quanto fatto fino ad ora. In chiave iridata, lo spagnolo afferma di non aver ricevuto ordini di scuderia e rivela che avrebbe provato l’attacco sul compagno di squadra se avesse avuto la possibilità: “Sono contento di tutto quello che stiamo facendo, stiamo lavorando forte e vediamo se alla fine riusciamo ad essere primo e secondo in campionato. Questo sarebbe incredibile. Assicuro che se avessi avuto il passo di Mir lo avrei insidiato. Davide Brivio ci ha sempre detto che in pista dobbiamo rispettarci, ma ancora non ci siamo trovati in lotta”.

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
1/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
2/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Il vincitore Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, secondo posto Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, terzo posto Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Il vincitore Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, secondo posto Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, terzo posto Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
3/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Il vincitore Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, secondo posto Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, terzo posto Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Il vincitore Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, secondo posto Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, terzo posto Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
4/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Secondo posto Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Secondo posto Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
5/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
6/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
7/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
8/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
9/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
10/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
11/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
12/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
13/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
14/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
15/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
16/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
17/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Mir: "La vittoria è arrivata al momento giusto"
Articolo precedente

Mir: "La vittoria è arrivata al momento giusto"

Prossimo Articolo

Viñales: “Il nostro problema non è il mondiale, siamo lontani”

Viñales: “Il nostro problema non è il mondiale, siamo lontani”
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021