Rins: "Non è affatto vero che la Suzuki sia una moto facile!"

Il pilota catalano della Suzuki parla del suo rinnovo con il team di Hamamatsu e sottolinea come la GSX-RR non sia la moto facile che altri piloti credono essere.

Rins: "Non è affatto vero che la Suzuki sia una moto facile!"

Alex Rins è stato il primo pilota di MotoGP a firmare il rinnovo del contratto nel corso della pandemia da COVID-19, che lo porterà a essere il pilota con più stagioni in Suzuki - 6 - da quando la Casa di Hamamatsu è tornata a correre nel Motomondiale, ossia dal 2015.

In un incontro con un gruppo di testate giornalistiche, tra cui Motorsport.com, il pilota di Barcellona ha spiegato per quale motivo abbia accettato di rinnovare con la Suzuki per altre 2 stagioni.

"Ho firmato con Suzuki perché è il team in cui voglio stare. Ovviamente quando viaggio mi manca la mia famiglia, la mia ragazza e i miei cani, ma non mi costa nulla andare alle gare perché in Suzuki ho trovato la mia seconda famiglia", ha spiegato Rins.

"Inoltre, la Suzuki sta crescendo molto. Quello che ho provato nei test pre-stagionali sono state ottime sensazioni, è stato migliorato ciò che avevo chiesto e questo mi ha dato grandi soddisfazioni. Abbiamo migliorato di 2 o 3 decimi e questo era essenziale".

Come detto, la volontà tra le parti era di rimanere assieme. Suzuki aveva una clausola che renderà il rinnovo automatico dopo aver raggiunto alcuni obiettivi, ma alla fine questa non è risultata necessaria, sebbene il pilota catalano avesse ben più di un estimatore.

"Avevo altre opzioni oltre alla Suzuki ma non volevo sedermi al tavolo con altri team. Devo però dire di essere stato fortunato ad aver avuto altre possibilità", ha ammesso Alex.

La prova dell'enorme interesse del Costruttore giapponese nei confronti di Rins è data dall'avvio dei colloqui per rinnovare il contratto, che lo stesso catalano ha reso noto: "Abbiamo iniziato a parlare con Suzuki in Argentina, anche se il contratto è stato firmato alcuni giorni fa. Questo è accaduto anche a causa della pandemia da COVID-19".

"Avrei preferito annunciare il mio rinnovo a un gran premio, magari dopo essere riuscito a salire sul podio, ma è andata così".

In questo momento Rins è alle prese con il blocco causato dalla pandemia da coronavirus: "Mi sono sempre chiesto come avrei potuto trascorrere le mie giornate una volta terminata la mia carriera. Ora sembra che tutti i piloti siano in pensione, a casa, senza nulla da fare. La situazione sta diventando molto difficile".

"E' difficile prepararsi fisicamente, perché sei chiuso in casa. Per un pilota è mentalmente difficile rimanere a casa così a lungo. Le videochiamate con il team mi rassicurano un po'. Fisicamente faccio quello che posso: cyclette, addominali, flessioni. Nella prima settimana ho avuto difficoltà ad accettare di dover rimanere a casa. Era una cosa insopportabile".

"Questa situazione è piuttosto difficile per tutti i piloti. Però, forse sì, sono uno dei più colpiti perché nei test pre-stagionali ero andato molto bene. Ma è successo qualcosa che nessuno ha voluto, nessuno ha cercato. E' per questo che dobbiamo restare in casa".

Infine, Rins ha voluto cancellare la questione legata ai pareri altrui che indicano la Suzuki GSX-RR come una moto facile da guidare: "Mi preoccupa il fatto che tutti dicano che la Suzuki sia una moto facile da guidare".

"C'è chi dice che Rins e Mir siano lì davanti perché la nostra moto è molto facile, ma la verità è che la Suzuki è una moto che deve essere spinta al limite. E' vero che le altre moto girano meno veloci della nostra nelle curve rapide, ma poi nei rettilinei le moto degli altri vanno più forte della nostra. Non so se abbiamo una moto in grado di vincere il titolo, perché non abbiamo fatto nemmeno una gara. Ma sono fiducioso, possiamo fare bene".

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
1/8

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
2/8

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
3/8

Foto di: Motogp.com

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
4/8

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
5/8

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
6/8

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
7/8

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
8/8

Foto di: Suzuki MotoGP

condivisioni
commenti
Marquez: "Stagione corta? Bisognerà prendersi dei rischi"
Articolo precedente

Marquez: "Stagione corta? Bisognerà prendersi dei rischi"

Prossimo Articolo

MotoGP: arriva il rinvio anche del Gran Premio di Finlandia

MotoGP: arriva il rinvio anche del Gran Premio di Finlandia
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021