Rins niente intervento, ma usa la tecnologia per correre a Jerez

Il pilota Suzuki, che si è infortunato sabato scorso durante le qualifiche, sta lavorando intensamente con la riabilitazione per poter arrivare nelle migliori condizioni possibili al Gran Premio d’Andalusia.

Rins niente intervento, ma usa la tecnologia per correre a Jerez

Alex Rins è stato costretto a saltare la prima gara della stagione a Jerez de la Frontera a causa di una brutta caduta avvenuta durante la sessione di qualifica di sabato, mentre cercava la miglior posizione possibile sulla griglia di partenza. Gli esami svolti al Centro Medico del circuito hanno evidenziato una frattura ed una lussazione della spalla destra ed è stato dunque dichiarato unfit.

È stato trasportato all’ospedale di Jerez, dove gli sono stati riscontrati dei danni muscolari nella zona infortunata. Una risonanza magnetica inoltre ha scoperto una frattura alla testa dell’omero ed una probabile rottura parziale del muscolo minore adiacente. È evidente anche un edema muscolare significativo tra muscoli e tendini, anche se l’integrità di questi ultimi non è stata toccata. Nonostante sia il pilota sia l’équipe medica avessero aspettato la domenica mattina per decidere se correre o meno, il dolore ha impedito a Rins di prendere parte al Gran Premio di Spagna.

Niente intervento, ci si affida alla tecnologia

Da domenica, il pilota Suzuki si è lanciato in un intenso programma di riabilitazione per accorciare i tempi e provare ad essere presente al secondo appuntamento dell’anno, a Jerez de la Frontera questo fine settimana. Insieme ai medici ed ai fisioterapisti della clinica mobile, Rins ha pianificato delle sessioni di ossigenoterapia, magnetoterapia ed elettrostimolazione.

Le sessioni nella camera iperbarica consistono nell’applicare ossigeno puro al 100% ad un certo regime di bar nella zona interessata. Il biomagnetismo implica l’uso di campi magnetici statici,mentre con la stimolazione elettrica si vuole mantenere la forza nella zona delle contrazioni muscolari.

Rins, che in questi giorni vive nel suo motorhome all’interno del Circuito di Jerez, si reca ogni giorno in Clinica Mobile per effettuare questi trattamenti, alcuni dei quali realizzati proprio nel suo camion. Lo spagnolo sta lavorando nella speranza che questi metodi lo aiutino a riprendersi in tempo per il fine settimana.

Leggi anche:

L’intenzione del team è che il pilota venga sottoposto ad un nuovo esame medico giovedì mattina. Se questo avesse dei risultati soddisfacenti, potrebbe scendere in pista venerdì per le FP1 e verificare lo stato dell’infortunio al braccio. Ad ogni modo, Suzuki non ha intenzione di sostituirlo per il Gran Premio di Andalusia, se anche Rins non dovesse correre.

Se invece l’infortunio dovesse complicarsi e restassero i dubbi, il team convocherà Sylvain Guintoli per il Gran Premio della Repubblica Ceca, in programma il weekend del 9 agosto. In questo caso Suzuki sarebbe obbligata dal regolamento, che impone alle squadre di sostituire il pilota titolare qualora dovesse stare fermo per due gran premi consecutivi.

Guarda il Gran Premio Red Bull di Andalusia live su DAZN. Attiva ora

 

Le foto di Alex Rins a Jerez

Alex Rins escucha al doctor Angel Charte, jefe médico de MotoGP

Alex Rins escucha al doctor Angel Charte, jefe médico de MotoGP
1/16

Foto di: Suzuki

Alex Rins y Davide Brivio junto al doctor Charte, jefe médico de MotoGP

Alex Rins y Davide Brivio junto al doctor Charte, jefe médico de MotoGP
2/16

Foto di: Suzuki

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, lesionado en el GP de España

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, lesionado en el GP de España
3/16

Foto di: Suzuki

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
4/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
5/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
6/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
7/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
8/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
9/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
10/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
11/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
12/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
13/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
14/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing, Marc Márquez, Repsol Honda Team,

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing, Marc Márquez, Repsol Honda Team,
15/16

Foto di: MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
16/16

Foto di: MotoGP

condivisioni
commenti
MotoGP: le pinze hanno una vita di 2.500 chilometri

Articolo precedente

MotoGP: le pinze hanno una vita di 2.500 chilometri

Prossimo Articolo

MotoGP: Marquez prova un clamoroso rientro a Jerez!

MotoGP: Marquez prova un clamoroso rientro a Jerez!
Carica commenti
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021
Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?" Prime

Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina di Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano il fine settimana dei motori che, tra MotoGP e Formula 1, ha animato il week end. I riflettori si accendono su Marc Marquez, autore di un'altra caduta che ha compromesso il suo GP di Catalunya, segnale che lo spagnolo non è ancora al 100%.Un po' come Valentino Rossi quando fu reduce dall'incidente del Mugello 2010...

MotoGP
9 giu 2021
Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2 Prime

Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2

Andiamo a dare i voti al Gran Premio di Catalunya di MotoGP, dove - oltre alle ottime performance messe i. pista dalla KTM del vincitore, Miguel Oliveira - bisogna andare a giudicare ampiamente insufficiente il comportamento della direzione gara

MotoGP
8 giu 2021
GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica Prime

GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica

Fabio Quartararo firma la quinta pole position del 2021 in sella alla sua Yamaha ufficiale. Il francese apre la prima fila dello schieramento precedendo le ducati di Jack Miller e Johan Zarco

MotoGP
6 giu 2021
Sgarbi, Giani e la decenza del silenzio Prime

Sgarbi, Giani e la decenza del silenzio

La scomparsa di Jason Dupasquier a seguito dell'incidente di cui è stato vittima al Mugello ha alimentato una serie di polemiche e speculazioni - paradossalmente - tra i non addetti ai lavori. Come insegna Bambi, "quando non sai che cosa dire, è meglio che non dici nulla". E sarebbe il caso di apprendere questa regola aurea, soprattutto davanti ad un lutto.

MotoGP
1 giu 2021
Quartararo ora è davvero il "nuovo Marquez" Prime

Quartararo ora è davvero il "nuovo Marquez"

La maturazione del pilota della Yamaha è evidente e con un pizzico di fortuna in più forse staremmo già parlando di un dominio incontrastato. Proprio come Marquez, Fabio sta dimostrando di saper andare anche oltre il valore del mezzo. E ora è davvero un peccato che lui e Marc non si possano battere alle pari...

MotoGP
1 giu 2021