Rins: "Suzuki fatica in qualifica, ma in gara si trasforma"

Alex Rins è riuscito a salire sul podio del Gran Premio di Catalogna dopo una rimonta dalla tredicesima posizione della griglia di partenza.

Rins: "Suzuki fatica in qualifica, ma in gara si trasforma"

Il Gran Premio di Catalogna si prospettava una gara difficile per i piloti Suzuki, che in qualifica non avevano raccolto quanto sperato. Joan Mir scattava dall'ottava casella, mentre Alex Rins addirittura dalla 13esima. Quest'ultimo era chiamato ad una grande rimonta, ma allo spegnersi del semaforo è stato autore di una grande partenza ed al termine del primo giro era sesto, alle spalle del suo compagno di squadra. 

Davanti a loro c'erano le Yamaha di Franco Morbidelli, Fabio Quartararo e Valentino Rossi, ma le Suzuki non si stavano dimostrando da meno e nell'ultima fase di gara, con il francese ormai lontano, Rossi a terra e Morbidelli crollato, si è aperta la possibilità di salire sul podio per entrambe le GSX-RR.

Prima Mir e poi Rins hanno sopravanzato Morbidelli e le due Suzuki al traguardo hanno quasi monopolizzato il podio, con il secondo posto del maiorchino ed un ottimo terzo del catalano, che ha rimontato così ben dieci posizioni. I due hanno conquistato un doppio podio per la Casa di Hamamatsu per la prima volta dal Gran Premio di San Marino del 2007 ed a Barcellona si è trattato del primo per Rins dopo la vittoria a Silverstone lo scorso anno. 

Leggi anche:

Alex Rins commenta la sua gara: "È costato molto tornare sul podio, la cosa importante è che non ci siamo mai arresi. Quest'anno abbiamo avuto molti alti e bassi, più bassi che alti. Abbiamo lavorato tanto dopo l'infortunio, sto bene, ma ancora non ho molto muscolo. Sono molto contento del grande lavoro di Suzuki, voglio solo fare i complimenti alla squadra, dedicare il podio a coloro che mi sarebbe piaciuto ci fossero stati ed a Luis Salom". 

"Oggi in gara sono partito molto motivato - prosegue lo spagnolo - la partenza è stata quella del Rins del 2018, che recupera molte posizioni e questo rappresenta un gran lavoro di Suzuki. Poi ho provato a non commettere errori ed essere molto gentile con le gomme per arrivare bene a fine gara. Ci siamo riusciti". 

Il catalano sta vivendo un 2020 complicato dopo l'infortunio avuto nel primo gran premio della stagione, a Jerez de la Frontera: "Tutto ha a che vedere con l'infortunio. Dopo l'Austria pensavo di essere al cento per cento, ma mi sono reso conto che non è così. Avevo molto stress sulla moto, mi sentivo molto stanco. A partire dal quarto giro già ero stremato ed è stato questo il motivo del mio arretrare in gara".

Molti vedono la Suzuki come la moto più equilibrata della griglia, anche se sembra faticare nel giro secco: "Anche se si fatica fare un giro veloce, la moto così equilibrata compensa, perché poi in gara ti offre molto. Non bisogna mai mollare, le Yamaha sul giro secco si allontanano, ma noi con il lavoro per la gara possiamo stare con loro". 

Podio: segundo Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Ganador Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT y tercero Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Podio: segundo Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Ganador Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT y tercero Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
1/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
2/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
3/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
4/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
5/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
6/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
7/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
8/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
9/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
10/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
11/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
12/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
13/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
14/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
15/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
16/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
17/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
18/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
19/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
20/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
21/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Morbidelli scherza: "Mezza delusione? No, un quarto"

Articolo precedente

Morbidelli scherza: "Mezza delusione? No, un quarto"

Prossimo Articolo

Viñales: “Nel box mi dicono che è tutto ok, ma non è così"

Viñales: “Nel box mi dicono che è tutto ok, ma non è così"
Carica commenti
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021