Rins e Mir in disaccordo sulla nuova telecamera usata da Suzuki

I piloti Suzuki sono in disaccordo sui vantaggi di indossare una telecamera posta sulla spalla della tuta di Alex Rins, da cui si potevano vedere molti dettagli della guida.

Rins e Mir in disaccordo sulla nuova telecamera usata da Suzuki
Carica lettore audio

Il dipartimento televisivo di Dorna, promotore del mondiale MotoGP, è uno dei più avanzati in questo ambito e si distingue per la sua continua innovazione. Questo venerdì, nella prima giornata del Gran Premio dell’Algarve, i tecnici hanno montato una microcamera sulla tuta di Alex Rins, definita Shoulder Cam, posizionata proprio sulla spalla sinistra. Da lì si vedevano numerosi dettagli della guida dello spagnolo, oltre a diversi dati sul dashboard della Suzuki.

“L’esperienza con la camera sulla spalla è stata incredibile”, ha affermato Rins quando Motorsport.com gli ha chiesto un parere. “È chiaro che non apriamo e chiudiamo l’acceleratore e basta. Devo ringraziare Dorna. Non è stato facile, perché i giapponesi hanno un modo diverso di lavorare rispetto a noi”, ha detto in riferimento a chi in Suzuki aveva alcune reticenze iniziali nel fare questo esperimento.

“Dorna mi ha proposto di portare questa camera – ha spiegato Rins – ne abbiamo parlato con Suzuki e alla fine mi hanno concesso di averla durante le FP1. Non mi ha dato per niente fastidio e magari l’anno prossimo si può usare con altri piloti”.

Leggi anche:

Nonostante si vedessero molti dettagli, come il momento e il modo in cui attivata il dispositivo dell’abbassatore posteriore, Rins sostiene che questa visuale non offre informazioni: “Quello che si vede dallo schermo sono solo numeri. Alla fine qui nel paddock tutti i team hanno una on board camera e i gps per avere tutte le informazioni”.

Tuttavia, il suo compagno di squadra Joan Mir non è stato molto d’accordo e non trova il senso di offrire così tante informazioni. Con un sorriso che mostrava tutt’altro che contentezza, il campione 2020 si è lamentato: “Questa camera mostra chiaramente quando usiamo il dispositivo dell’abbassatore posteriore. Questo può aiutare gli altri piloti. Mi piacerebbe vederlo anche su altre moto, non solo sulla Suzuki – prosegue – perché attraverso la camera si può vedere ogni informazione. Dal mio punto di vista non ha molto senso”.

condivisioni
commenti
Bagnaia: "Mi taglierei lo stipendio per avere Stoner coach"
Articolo precedente

Bagnaia: "Mi taglierei lo stipendio per avere Stoner coach"

Prossimo Articolo

Rossi: "Campione del popolo come Pantani? Penso sia vero"

Rossi: "Campione del popolo come Pantani? Penso sia vero"
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021