Rins e Mir in disaccordo sulla nuova telecamera usata da Suzuki

I piloti Suzuki sono in disaccordo sui vantaggi di indossare una telecamera posta sulla spalla della tuta di Alex Rins, da cui si potevano vedere molti dettagli della guida.

Rins e Mir in disaccordo sulla nuova telecamera usata da Suzuki

Il dipartimento televisivo di Dorna, promotore del mondiale MotoGP, è uno dei più avanzati in questo ambito e si distingue per la sua continua innovazione. Questo venerdì, nella prima giornata del Gran Premio dell’Algarve, i tecnici hanno montato una microcamera sulla tuta di Alex Rins, definita Shoulder Cam, posizionata proprio sulla spalla sinistra. Da lì si vedevano numerosi dettagli della guida dello spagnolo, oltre a diversi dati sul dashboard della Suzuki.

“L’esperienza con la camera sulla spalla è stata incredibile”, ha affermato Rins quando Motorsport.com gli ha chiesto un parere. “È chiaro che non apriamo e chiudiamo l’acceleratore e basta. Devo ringraziare Dorna. Non è stato facile, perché i giapponesi hanno un modo diverso di lavorare rispetto a noi”, ha detto in riferimento a chi in Suzuki aveva alcune reticenze iniziali nel fare questo esperimento.

“Dorna mi ha proposto di portare questa camera – ha spiegato Rins – ne abbiamo parlato con Suzuki e alla fine mi hanno concesso di averla durante le FP1. Non mi ha dato per niente fastidio e magari l’anno prossimo si può usare con altri piloti”.

Leggi anche:

Nonostante si vedessero molti dettagli, come il momento e il modo in cui attivata il dispositivo dell’abbassatore posteriore, Rins sostiene che questa visuale non offre informazioni: “Quello che si vede dallo schermo sono solo numeri. Alla fine qui nel paddock tutti i team hanno una on board camera e i gps per avere tutte le informazioni”.

Tuttavia, il suo compagno di squadra Joan Mir non è stato molto d’accordo e non trova il senso di offrire così tante informazioni. Con un sorriso che mostrava tutt’altro che contentezza, il campione 2020 si è lamentato: “Questa camera mostra chiaramente quando usiamo il dispositivo dell’abbassatore posteriore. Questo può aiutare gli altri piloti. Mi piacerebbe vederlo anche su altre moto, non solo sulla Suzuki – prosegue – perché attraverso la camera si può vedere ogni informazione. Dal mio punto di vista non ha molto senso”.

condivisioni
commenti
Bagnaia: "Mi taglierei lo stipendio per avere Stoner coach"
Articolo precedente

Bagnaia: "Mi taglierei lo stipendio per avere Stoner coach"

Prossimo Articolo

Rossi: "Campione del popolo come Pantani? Penso sia vero"

Rossi: "Campione del popolo come Pantani? Penso sia vero"
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021