Rins ci crede: "Io e la Suzuki ora siamo pronti per la vittoria"

Dopo aver chiuso alla grande il 2018, con tre podi nelle ultime quattro gare, lo spagnolo è carichissimo in vista della sua terza stagione in sella alla Suzuki, che oggi ha presentato la GSX-RR in versione 2019.

Rins ci crede: "Io e la Suzuki ora siamo pronti per la vittoria"
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

"Fare esperienza, provare a migliorare i risultati dello scorso anno e provare a conquistare una vittoria". Alex Rins sembra avere le idee molto chiare su quelli che devono essere gli obiettivi suoi e della Suzuki nella stagione 2019.

Il pilota spagnolo è arrivato alla sua terza stagione in MotoGP e lo scorso anno ha mostrato una grande crescita, chiudendo quinto nel Mondiale con cinque podi all'attivo, tre dei quali nelle ultime quattro gare della stagione. Segno che anche la GSX-RR ha fatto grandi progressi nel corso dell'anno e che quindi è giusto avere ambizioni importanti per il 2019.

In attesa dei test collettivi, che inizieranno mercoledì a Sepang, oggi la Casa di Hamamatsu ha svelato la GSX-RR in versione 2019 e Rins non ha nascosto di essere impaziente di cominciare a fare sul serio: "Sì, non vedo l'ora che arrivi la prima gara in Qatar!".

Sulle aspettative per la sua nuova moto, ha aggiunto: "Spero che sia cresciuta molto... ma non per dimensioni e peso! Sono sicuro che avranno introdotto alcuni importanti progressi e sviluppi". Poi ha dato anche qualche indizio, spiegando le richieste fatte alla Suzuki: "Vorrei che avesse un po' più di velocità di punta e che possa essere un po' più forte in frenata".

Leggi anche:

Poi è tornato a parlare delle sue aspettative per il 2019 senza nascondersi: "L'anno scorso è stato fantastico per la Suzuki, siamo riusciti a sviluppare molto la moto e penso che l'obiettivo quest'anno sia quello di raggiungere la vittoria che ci è mancata nel 2018. E, nel mio caso, continuare a crescere come pilota ed accumulare ancora esperienza, ma penso che ora siamo pronti per la vittoria".

Con la partenza di Andrea Iannone e l'arrivo in squadra di un rookie come Joan Mir, è normale che Rins debba in un certo senso prendersi i galloni di pilota di riferimento, anche se questa cosa non sembra preoccuparlo affatto.

"Pressione? No, nessuna. Alla fine dell'anno scorso ero molto concentrato sulla mia moto e sullo sviluppo della GSX-RR. Quest'anno non posso contare su un pilota esperto al mio fianco, ma penso che non sia un grosso problema. Dobbiamo concentrarci sul nostro lavoro, sullo sviluppo e sul cercare di aiutare la Suzuki a realizzare una moto vincente" ha detto.

"La moto è migliorata molto dal 2017 al 2018 in termini di prestazioni del motore ed anche per quanto riguarda il telaio. Speriamo quindi che quest'anno la crescita sia simile o addirittura migliore" ha aggiunto.

Tra qualche giorno a Sepang inizieranno i test ed Alex sembra proprio impaziente di cominciare: "L'inverno è stato molto lungo e voglio davvero tornare in pista. In Malesia tornerò per la prima volta su una otoGP dopo alcuni mesi. Il primo giorno è sempre un po' complicato, ma mi sono allenato molto durante l'inverno per arrivare il più pronto possibile a questo appuntamento".

condivisioni
commenti
La Suzuki presenta la GSX-RR 2019, l'arma con cui vuole tornare alla vittoria
Articolo precedente

La Suzuki presenta la GSX-RR 2019, l'arma con cui vuole tornare alla vittoria

Prossimo Articolo

Mir: "Nessuno si aspetta grandi cose da un rookie, devo dimostrargli che hanno torto!"

Mir: "Nessuno si aspetta grandi cose da un rookie, devo dimostrargli che hanno torto!"
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021