MotoGP
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
18 ott
-
20 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso

Red Bull Ring, Libere 2: Dovizioso e la Ducati fanno la voce grossa

condivisioni
commenti
Red Bull Ring, Libere 2: Dovizioso e la Ducati fanno la voce grossa
Di:
11 ago 2017, 13:06

Proprio all'ultimo giro il forlivese ha quasi infranto il muro dell'1'24", staccando di oltre due decimi la Yamaha di Vinales e di quattro la Honda di Pedrosa. Lorenzo quinto davanti a Marquez, Valentino ancora fuori dalla top 10.

Si temeva che la pioggia caduta nei minuti conclusivi della Moto3 potesse rendere inutile la seconda sessione di prove libere del GP d'Austria di MotoGP, ma non è stato affatto così, perché il sole poi è arrivato a splendere sul Red Bull Ring e nei minuti finali i tempi sono scesi sensibilmente.

A fine giornata Andrea Dovizioso e la sua Ducati si sono ripresi i panni di favoriti, con il forlivese che proprio sotto alla bandiera a scacchi è arrivato vicinissimo ad infrangere la barriera dell'1'24" con un 1'24"046 con cui è riuscito a distanziare di ben 234 millesimi la Yamaha di Maverick Vinales.

In terza posizione c'è la migliore delle Honda, che proprio come questa mattina è stata quella di Dani Pedrosa, anche se lo spagnolo è già distanziato di oltre quattro decimi rispetto a "Desmodovi". Interessante poi anche la quarta posizione di Johann Zarco, più lento di appena 48 millesimi rispetto a Dani con la sua Yamaha Tech 3.

Pur continuando a lamentarsi un pochino della messa a punto della sua Ducati, Jorge Lorenzo è riuscito a risalire fino alla quinta posizione, chiudendo a 570 millesimi però dalla Desmosedici GP gemella di Dovizioso. La nuova carena però sembra averlo aiutato a crescere.

La classifica ci mostra solamente in sesta posizione Marc Marquez, che nel finale ha commesso un errore alla curva 4 che ha vanificato il suo "time attack". Va detto però che nel run precedente il pilota della Honda ha mostrato un passo impressionante, mettendo in fila 5 o 6 giri a cavallo tra l'1'24"6 e l'1'24"7.

Settimo tempo per l'altra Honda con i colori LCR di Cal Crutchlow, mentre ha fatto un balzo in avanti decisamente importante Aleix Espargaro, bravo a portare la sua Aprilia RS-GP in ottava posizione, anche se con quasi sette decimi di ritardo nei confronti del miglior tempo.

Nono posto per la Ducati Pramac di Scott Redding, mentre Alvaro Bautista al momento sarebbe il primo degli esclusi dalla Q2, nonostante sia riuscito a firmare il decimo tempo della FP2. Il tempo della mattinata infatti mantiene qualificata la Ducati Avintia di Hector Barbera, nonostante nel pomeriggio sia stato solo 17esimo.

Questo vuol dire che Valentino Rossi rimane fuori dalla top 10 sia nella FP2 che nella cumulativa: il "Dottore" è finalmente sceso sotto all'1'25", ma l'1'24"883 è valso solo il 12esimo tempo alla sua Yamaha, alle spalle anche della KTM di Pol Espargaro.

Rispetto a stamani ha fatto un passo indietro invece Danilo Petrucci, che ha perso il suo posto nella top 10, piazzando la sua Ducati Pramac in 14esima piazza, dietro pure a quella con i colori Avintia portata in pista da Loris Baz, tra i primi a scendere in pista quando l'asfalto era ancora umido.

Rimangono lontane dalle posizioni di vertice anche le Suzuki, con Andrea Iannone che si è fermato ad un 1'25"218 che lo ha relegato in 16esima posizione ed Alex Rins che si ritrova addirittura in 22esima piazza a quasi un secondo e mezzo dalla vetta.

Cla#PilotaMotoGiriTempoGapDistaccokm/hSpeed Trap
1 4 italy Andrea Dovizioso  Ducati 14 1'24.046     185.298 306
2 25 spain Maverick Viñales  Yamaha 15 1'24.280 0.234 0.234 184.784 302
3 26 spain Daniel Pedrosa  Honda 16 1'24.474 0.428 0.194 184.359 305
4 5 france Johann Zarco  Yamaha 17 1'24.522 0.476 0.048 184.254 304
5 99 spain Jorge Lorenzo  Ducati 13 1'24.616 0.570 0.094 184.050 302
6 93 spain Marc Márquez Alenta  Honda 18 1'24.649 0.603 0.033 183.978 302
7 35 united_kingdom Cal Crutchlow  Honda 16 1'24.668 0.622 0.019 183.937 299
8 41 spain Aleix Espargaro  Aprilia 15 1'24.726 0.680 0.058 183.811 302
9 45 united_kingdom Scott Redding  Ducati 19 1'24.765 0.719 0.039 183.726 302
10 19 spain Alvaro Bautista  Ducati 18 1'24.780 0.734 0.015 183.694 310
11 44 spain Pol Espargaro  KTM 17 1'24.859 0.813 0.079 183.523 306
12 46 italy Valentino Rossi  Yamaha 19 1'24.883 0.837 0.024 183.471 300
13 76 france Loris Baz  Ducati 20 1'24.925 0.879 0.042 183.380 299
14 9 italy Danilo Petrucci  Ducati 16 1'24.935 0.889 0.010 183.359 301
15 94 germany Jonas Folger  Yamaha 15 1'24.992 0.946 0.057 183.236 303
16 29 italy Andrea Iannone  Suzuki 17 1'25.218 1.172 0.226 182.750 303
17 8 spain Hector Barbera  Ducati 14 1'25.258 1.212 0.040 182.664 308
18 22 united_kingdom Sam Lowes  Aprilia 17 1'25.270 1.224 0.012 182.638 300
19 36 finland Mika Kallio  KTM 19 1'25.320 1.274 0.050 182.531 304
20 43 australia Jack Miller  Honda 19 1'25.335 1.289 0.015 182.499 302
21 17 czech_republic Karel Abraham  Ducati 18 1'25.369 1.323 0.034 182.426 307
22 42 spain Alex Rins  Suzuki 19 1'25.452 1.406 0.083 182.249 304
23 53 spain Tito Rabat  Honda 17 1'25.616 1.570 0.164 181.900 302
24 38 united_kingdom Bradley Smith  KTM 20 1'25.664 1.618 0.048 181.798 302
Prossimo Articolo
MotoGP in lutto: addio al fotografo Marco Guidetti

Articolo precedente

MotoGP in lutto: addio al fotografo Marco Guidetti

Prossimo Articolo

Lowes-Aprilia: il manager conferma la rottura. Redding più vicino

Lowes-Aprilia: il manager conferma la rottura. Redding più vicino
Carica commenti