MotoGP
23 ago
-
25 ago
Evento concluso
13 set
-
15 set
Evento concluso
20 set
-
22 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
18 ott
-
20 ott
Gara in
00 Ore
:
22 Minuti
:
38 Secondi
25 ott
-
27 ott
Prossimo evento tra
4 giorni
G
GP della Malesia
01 nov
-
03 nov
Prossimo evento tra
11 giorni
G
GP di Valencia
15 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
25 giorni

Red Bull Ring, Libere 1: Ducati davanti, ma a sorpresa con Barbera

condivisioni
commenti
Red Bull Ring, Libere 1: Ducati davanti, ma a sorpresa con Barbera
Di:
11 ago 2017, 08:57

Il pilota dell'Avintia Racing precede di pochi millesimi Dovizioso, a cui è stato cancellato il crono migliore. Bene Honda e Yamaha, con a seguire Pedrosa, Vinales e Marquez. Indietro invece Valentino, che è solo 12esimo.

La prima sessione di prove libere del GP d'Austria di MotoGP ha rispettato i pronostici, perché davanti a tutti ci sono due Ducati. La cosa curiosa però è che a staccare il miglior tempo alla fine è stata la vecchia GP16 con i colori Avintia affidata ad Hector Barbera.

Lo spagnolo ha girato in 1'24"631 ed ha staccato di 88 millesimi la Desmosedici GP ufficiale di Andrea Dovizioso, che stamattina ha provato la nuova veste aerodinamica della Rossa. A dire il vero, però, il forlivese era stato più veloce, ma si è visto cancellare il tempo del suo ultimo giro per essere andato oltre i limiti della pista alla curva 9.

In terza posizione c'è Dani Pedrosa, che si conferma quindi in buona forma con la sua Honda, pagando 113 millesimi. La conferma che anche le corazzate giapponesi possono dire la loro quest'anno al Red Bull Ring arriva dal quarto tempo della Yamaha di Maverick Vinales, che è appena 8 millesimi più indietro rispetto al connazionale.

E in questo senso bisogna segnalare che la Casa di Iwata per ora ha deciso di rinviare il debutto della nuova carena provata nei test di lunedì a Brno. Massimo Meregalli ha infatti confermato ai microfoni di Sky Sport MotoGP HD che questa molto probabilmente esordirà in un weekend di gara a Misano.

A completare la top 5 c'è l'altra Honda ufficiale di Marc Marquez a 250 millesimi, con nella sua scia la Yamaha Tech 3 di Johann Zarco, autore anche di un'escursione fuori pista alla curva 4, ma fortunatamente senza particolari conseguenze.

Segue poi un bel terzetto di Ducati, che si apre con la 2017 di Danilo Petrucci e si conclude con quella di Jorge Lorenzo, che in questo primo approccio ha pagato circa quattro decimi rispetto al miglior tempo. Tra di loro c'è la GP16 del chiacchieratissimo Scott Redding, dato ormai vicinissimo al passaggio in Aprilia nel 2018.

Il quadro delle prime dieci posizioni si completa con la Honda LCR di Cal Crutchlow, questo quindi vuol dire che al momento Valentino Rossi sarebbe costretto ad affrontare la Q1: il "Dottore" non sembra ancora essere riuscito a trovare il giusto feeling con la sua Yamaha e non è andato oltre al 12esimo tempo, staccato di oltre sei decimi.

L'aria di casa invece sembra aver fatto bene alla KTM, perché davanti al pesarese c'è proprio la RC16 di Pol Espargaro, rimasto per ora fuori dalla top 10 per appena 15 millesimi. 14esimo tempo invece per la Suzuki di Andrea Iannone, con il pilota di Vasto che è arretrato proprio nel finale dopo essere stato piuttosto a lungo tra i primi dieci.

Davanti a lui c'è anche la Yamaha Tech 3 di Jonas Folger, mentre subito dietro troviamo l'Aprilia di Aleix Espargaro, dalla quale forse ci si attendeva qualcosina in più. Non male il 17esimo tempo del collaudatore KTM Mika Kallio, pure lui autore di un'escursione, ma alla curva 6, mentre per ora deludono decisamente Alvaro Bautista ed Alex Rins, rispettivamente 22esimo e 23esimo.

Cla#PilotaMotoGiriTempoGapDistaccokm/hSpeed Trap
1 8 spain Hector Barbera  Ducati 23 1'24.631     184.017 308
2 4 italy Andrea Dovizioso  Ducati 22 1'24.719 0.088 0.088 183.826 305
3 26 spain Daniel Pedrosa  Honda 23 1'24.744 0.113 0.025 183.772 307
4 25 spain Maverick Viñales  Yamaha 21 1'24.752 0.121 0.008 183.754 304
5 93 spain Marc Márquez Alenta  Honda 21 1'24.881 0.250 0.129 183.475 305
6 5 france Johann Zarco  Yamaha 24 1'24.895 0.264 0.014 183.445 308
7 9 italy Danilo Petrucci  Ducati 22 1'24.972 0.341 0.077 183.279 305
8 45 united_kingdom Scott Redding  Ducati 23 1'25.008 0.377 0.036 183.201 304
9 99 spain Jorge Lorenzo  Ducati 23 1'25.038 0.407 0.030 183.136 301
10 35 united_kingdom Cal Crutchlow  Honda 22 1'25.229 0.598 0.191 182.726 303
11 44 spain Pol Espargaro  KTM 21 1'25.244 0.613 0.015 182.694 307
12 46 italy Valentino Rossi  Yamaha 24 1'25.251 0.620 0.007 182.679 301
13 94 germany Jonas Folger  Yamaha 22 1'25.282 0.651 0.031 182.612 305
14 29 italy Andrea Iannone  Suzuki 24 1'25.608 0.977 0.326 181.917 303
15 41 spain Aleix Espargaro  Aprilia 21 1'25.697 1.066 0.089 181.728 304
16 76 france Loris Baz  Ducati 21 1'25.709 1.078 0.012 181.703 301
17 36 finland Mika Kallio  KTM 20 1'25.712 1.081 0.003 181.696 306
18 53 spain Tito Rabat  Honda 24 1'25.724 1.093 0.012 181.671 301
19 22 united_kingdom Sam Lowes  Aprilia 21 1'25.740 1.109 0.016 181.637 301
20 43 australia Jack Miller  Honda 23 1'25.753 1.122 0.013 181.609 302
21 38 united_kingdom Bradley Smith  KTM 21 1'25.785 1.154 0.032 181.542 302
22 19 spain Alvaro Bautista  Ducati 21 1'25.903 1.272 0.118 181.292 309
23 42 spain Alex Rins  Suzuki 24 1'26.014 1.383 0.111 181.058 303
24 17 czech_republic Karel Abraham  Ducati 19 1'26.239 1.608 0.225 180.586 307
Prossimo Articolo
Aprilia: pazienza finita con Lowes. Per il 2018 si punta a Redding

Articolo precedente

Aprilia: pazienza finita con Lowes. Per il 2018 si punta a Redding

Prossimo Articolo

MotoGP in lutto: addio al fotografo Marco Guidetti

MotoGP in lutto: addio al fotografo Marco Guidetti
Carica commenti