Quartararo: "Yamaha altalenante. Così il titolo non me lo gioco"

Il leader del Mondiale di MotoGP ora ha appena 3 punti di vantaggio su Dovizioso e le M1 hanno guai a motore e freni. Ecco perché Fabio teme di non poter lottare per il Mondiale 2020.

Quartararo: "Yamaha altalenante. Così il titolo non me lo gioco"

In meno di un mese le prospettive di Fabio Quartararo sono completamente cambiate. Dopo aver dominato le prime due uscite del Mondiale 2020 di MotoGP a Jerez, ora il leader del Mondiale è in crisi dopo esser stato costretto a correre in difesa le tre gare disputate a Brno e al Red Bull Ring.

Al Gran Premio di Stiria Quartararo ha avuto un momento difficile, condizionato dalle debolezze della Yamaha. Come se la mancanza di cavalli nel motore della Yamaha non fosse già un handicap sufficiente, ora si scopre che i freni potrebbero dare problemi. Questa è una circostanza decisiva sulla guida e la fiducia del pilota e che, in un certo senso, spiega il 13esimo posto ottenuto ieri.

Nelle ultime 2 gare il francese ha visto Andrea Dovizioso recuperare 25 punti nella classifica mondiale e ora il forlivese della Ducati è appena a 3 punti dalla vetta. Andrea ha vinto a Spielberg una settimana fa, ma ieri non è stato all'altezza delle aspettative arrivando appena quinto.

"In queste gare sono usciti tutti i limiti della Yamaha, la moto ha mostrato problemi in aree inattese. oltre ai freni, abbiamo altri problemi seri da risolvere. Il primo è la mancanza di velocità massima".

Anche i freni lo hanno preoccupato non poco. Vinales è rimasto senza nel corso della gara e Fabio ha faticato per tutto il fine settimana, come ha ammesso lui stesso a fine giornata: "Nel warm up ho finito i freni un'altra volta. Quando questo accade ha un impatto molto grande sulla tua fiducia, perché ha la sensazione che qualunque momento sia buono per finire i freni. E' molto pericoloso e ti condiziona molto. Al momento siamo troppo irregolari, quindi è impossibile lottare per il Mondiale".

il prossimo evento si terrà a Misano nel fine settimana del 13 settembre. La pista, almeno sulla carta, dovrebbe essere molto favorevole alle Yamaha. Poi, per completare il quadro, sulla pista romagnola Michelin riporterà il pneumatico posteriore "convenzionale", che ben si adatta alle moto della Casa di Iwata.

"Misano sarà una pista migliore per noi, ma la Yamaha dovrà lavorare per risolvere i problemi della moto. Spero che con la carcassa normale che sarà utilizzata su quella pista potremo tornare nuovamente competitivi", ha concluso Quartararo.

condivisioni
commenti
Petrucci: "Non vedo l'ora di andare in KTM e provare la moto"

Articolo precedente

Petrucci: "Non vedo l'ora di andare in KTM e provare la moto"

Prossimo Articolo

Report MotoGP: Il Mondiale che non vuole vincere nessuno

Report MotoGP: Il Mondiale che non vuole vincere nessuno
Carica commenti
Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1 Prime

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1

Il fine settimana tra MotoGP e Formula 1 non è certo stato clemente con Maverick Vinales e la Ferrari. Lo spagnolo è stato, senza mezzi termini, autore del suo fine settimana peggiore da quando veste i colori Yamaha: ultimo al via, ultimo all'arrivo. Non è andata meglio alla Ferrari che, dopo le prime libere al Paul Ricard, si è vista sfilare praticamente da tutto lo schieramento, chiudendo lontana dalla zona punti e trovandosi con un distacco pesante dalla McLaren nel campionato costruttori

Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco Prime

Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco

Tanti promossi e tanti bocciati nel Gran Premio di Germania di MotoGP. Le pagelle commentate e stilate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com.

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania Prime

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania

Andiamo a scoprire la griglia di partenza della classe regina del Motomondiale 2021 sul tracciato del Sachsenring.

MotoGP
20 giu 2021
Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez? Prime

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Il recupero dell'otto volte campione del mondo procede più a rilento del previsto anche a causa di una Honda poco competitiva. Questo fine settimana però si va al Sachsenring, dove è imbattuto dal 2010 comprese le classi minori: sarà l'occasione giusta per rivederlo al top?

MotoGP
16 giu 2021
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021
Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?" Prime

Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina di Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano il fine settimana dei motori che, tra MotoGP e Formula 1, ha animato il week end. I riflettori si accendono su Marc Marquez, autore di un'altra caduta che ha compromesso il suo GP di Catalunya, segnale che lo spagnolo non è ancora al 100%.Un po' come Valentino Rossi quando fu reduce dall'incidente del Mugello 2010...

MotoGP
9 giu 2021