Quartararo: "Stavolta ho saputo gestire gomme e stile"

"El Diablo" si assume la colpa degli errori commessi nel GP del Qatar, ai quali ha rimediato con una fantastica gestione e grinta nella replica di Doha. Il bis in Yamaha ora lo mette sulla parità con Viñales, con cui vuole collaborare.

Quartararo: "Stavolta ho saputo gestire gomme e stile"

Il bis Yamaha in Qatar porta la firma di Fabio Quartararo, che nel GP di Doha ha colto la sua prima affermazione da pilota ufficiale della Casa dei tre Diapason.

Il francese è stato autore di una fantastica rimonta sul tracciato di Losail, partendo senza osare troppo, ma dando poi la mazzata a tutti nella parte finale con una M1 che letteralmente volava.

"Vincere con il team ufficiale è stupendo, anche perché hai una responsabilità maggiore e soprattutto sei chiamato a sostituire una leggenda come Valentino Rossi - ha detto 'El Diablo' ai microfoni di Sky Sport nel post-gara - Non direi però che si tratta di una liberazione, perché comunque col team abbiamo lavorato benissimo e sono fiducioso che le cose possano andare positivamente".

 

Rispetto al GP del Qatar disputato sulla medesima pista sette giorni fa, il transalpino ha immediatamente capito come giocarsi a modo le carte a disposizione e stavolta è stato lui ad imporsi contro le temibili Ducati.

"La chiave è stata che ho fatto tutto diversamente rispetto alla settimana scorsa. La moto è la stessa dal punto di vista dell'assetto. Quello su cui ho lavorato principalmente sono state le mappe e il mio stile di guida, utilizzando rapporti più lunghi perché erano meglio in gara, anche se in Qualifica mi penalizzavano".

"Nel GP del Qatar sono andato troppo forte all'inizio. Nei test e nelle prove non avevo mai avuto un calo di gomma, cosa che invece è accaduta in quel frangente. Stavolta le ho sapute gestire e ho cercato di progredire facendo un passo per volta".

Nella prima parte di gara, Quartararo è rimasto nella coda del gruppo di testa, dando l'impressione di soffrire un po' nelle battaglie, ma in realtà era la tattica d'attesa per poi beffare tutti con un grandissimo finale.

Leggi anche:

"Quando ero settimo ho atteso con pazienza il momento opportuno per cominciare a superare e a sfruttare gli pneumatici. Negli ultimi giri mi sono reso conto che potevo farlo e sono andato all'attacco per provare a vincere. Ho visto che c'era la possibilità e ce l'ho fatta!"

In Yamaha ora si profila un interessante duello 'casalingo' tra Fabio e il suo compagno Maverick Viñales, con un bel 'pareggio' tra i due in appena due uscite.

"Con Maverick c'è un grande rapporto, chiaramente vederlo vincere la settimana scorsa mi è scocciato molto, soprattutto perché avevo sbagliato io", spiega Quartararo, che poi allontana l'ipotesi di lotte fratricide.

"L'ho sempre detto anche prima di iniziare la stagione: preferisco combattere fra noi per il primo posto lealmente e collaborare nel team, lavorando insieme. Magari ci si può alternare nel vincere, ma se continuiamo così possiamo fare una bella stagione".

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
1/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
2/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Johann Zarco, Pramac Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Johann Zarco, Pramac Racing
3/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, festeggia la vittoria del Gran Premio di Doha

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, festeggia la vittoria del Gran Premio di Doha
4/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Podio: Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Johann Zarco, Pramac Racing, Jorge Martin, Pramac Racing

Podio: Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Johann Zarco, Pramac Racing, Jorge Martin, Pramac Racing
5/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
6/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
7/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, festeggia la vittoria del Gran Premio di Doha

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, festeggia la vittoria del Gran Premio di Doha
8/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, festeggia la vittoria del Gran Premio di Doha

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, festeggia la vittoria del Gran Premio di Doha
9/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
10/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing taglia per primo il traguardo e vince il Gran Premio di Doha

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing taglia per primo il traguardo e vince il Gran Premio di Doha
11/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
12/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Il vincitore del Gran Premio di Doha, Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Il vincitore del Gran Premio di Doha, Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
13/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Il vincitore del Gran Premio di Doha, Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Il vincitore del Gran Premio di Doha, Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
14/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Il vincitore del Gran Premio di Doha, Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Il vincitore del Gran Premio di Doha, Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
15/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Il vincitore del Gran Premio di Doha, Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Il vincitore del Gran Premio di Doha, Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
16/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Johann Zarco, Pramac Racing Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
17/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
18/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
19/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
20/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Mondiale MotoGP: Zarco lascia il Qatar da leader

Articolo precedente

Mondiale MotoGP: Zarco lascia il Qatar da leader

Prossimo Articolo

Zarco: “Questa Ducati può essere sul podio in tutte le gare”

Zarco: “Questa Ducati può essere sul podio in tutte le gare”
Carica commenti
Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP Prime

Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP

I giorni di Danilo Petrucci in MotoGP sembrano contati, KTM sta cercando di riorganizzare completamente il team Tech3 per il 2022. Anche se la stagione 2021 del ternano finora non è stata eccezionale, il gigante italiano è diventato segretamente un top runner in MotoGP nell'ultimo decennio e ha portato con sé una personalità di cui lo sport mondiale ne ha maggior bisogno.

MotoGP
28 lug 2021
Quartararo fa il Marquez della Yamaha Prime

Quartararo fa il Marquez della Yamaha

Fabio Quartararo è l'unica nota positiva in casa Yamaha. Il francese è il vero dominatore di questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP, con cinque pole e quattro vittorie che lo lanciano verso la conquista del titolo iridato. Gli altri tre piloti della casa giapponese, però, sono ben lontani dalla sufficienza...

MotoGP
25 lug 2021
Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021
Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V Prime

Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V

Andiamo ad inaugurare le pagelle di metà stagione dei costruttori presenti in MotoGP. Inziiamo con Honda, grande delusa di questa prima parte del 2021: il costruttore nipponico deve erigere una statua a Marc Marquez, unico pilota capace di portare a vincere - e sul podio - una RC213V che, al momento, sembra la moto peggiore del lotto

MotoGP
9 lug 2021