Quartararo: “Sostituire Rossi in Yamaha è una responsabilità”

Il leader del mondiale afferma che la responsabilità di prendere il posto di Valentino Rossi nel team factory Yamaha nel 2021 è stata enorme a causa dell’aspettativa verso i suoi risultati.

Quartararo: “Sostituire Rossi in Yamaha è una responsabilità”

Dopo una incredibile stagione di debutto nel 2019 con Petronas SRT sulla M1 'B-spec' di Yamaha, in cui ha ottenuto sette podi e sei pole position, Fabio Quartararo è stato promosso al team factory per il 2021. Con Maverick Vinales confermato, l’arrivo di Quartararo è venuto a scapito di Rossi, che ha trascorso 15 stagioni con la squadra ufficiale Yamaha, vincendo quattro dei suoi sette titoli di classe regina per il marchio.

Anche se Quartararo è stato categorico l'anno scorso affermando che lui non poteva sostituire Rossi, il fatto che Yamaha non era disposta ad aspettare la decisione sul futuro del Dottore è stato significativo. Dopo un 2020 incostante con SRT a causa di una moto Yamaha difficile, Quartararo ha iniziato alla grande il 2021, vincendo quattro gare - Doha, Portogallo, Italia, Olanda - e arrivando alla pausa estiva con un vantaggio di 34 punti.

Parlando in esclusiva con Motorsport.com, Quartararo dice che non ha sentito alcuna pressione aggiunta da quando è passato al team Yamaha fabbrica, ma ammette che la responsabilità di prendere il posto di Rossi era grande: “Sì, penso che per me circa la pressione, penso che diventa qualcosa di normale. Penso di aver avuto pressione per tutta la vita e ora sento che è qualcosa di normale. Quindi, diciamo che ci sono abituato. Sicuramente arriverà un momento in cui è molto di più se stai lottando in una gara per il campionato ma, al momento, sento che la pressione è la stessa e normale”.

“E la responsabilità è enorme – prosegue – Prendendo il posto di Valentino, tutti mi aspettavano per fare grandi risultati e tutto il resto. Ma sono lì, penso che sto facendo un ottimo lavoro e sento che la squadra è felice non solo di me, ma del mio team, del modo in cui stiamo lavorando, l'atmosfera nel team in entrambi i lati con i meccanici è buona. Quindi, tutta la squadra sta lavorando in modo corretto, e penso che questo stia aiutando molto".

Dopo una dura fine del 2020, in cui è passato dalla testa del campionato all'ottavo posto nello spazio delle ultime sei gare, Quartararo ha lavorato con uno psicologo dello sport durante l'inverno. Non estraneo a una tale mossa, Quartararo ha spiegato come questo lo ha aiutato nel 2021: “Onestamente, sono stato solo due volte dal novembre 2020, ma è abbastanza per me. Il mio obiettivo principale era che lui mi aiutasse a rimanere calmo, mi ha dato alcuni esercizi che faccio prima delle prove o quando sento che ho bisogno di fare questi esercizi. Quindi, penso che in quel momento per me è solo un promemoria che quando sono arrabbiato o infelice, faccio solo questi esercizi e mi mantiene calmo”.

“Non è niente di più. Ci vogliono meno di cinque secondi per fare l'esercizio, quindi posso farlo in qualsiasi momento, anche in bicicletta. Quindi, è abbastanza facile e sento che mi aiuta a rimanere calmo. E poi il percorso di maturità ed esperienza, lo prendo dall'anno scorso e ho capito durante l'inverno su cosa dovevo lavorare. Ma più che lavorare con uno psicologo, è stato solo trovare un modo per mantenermi calma”.

condivisioni
commenti
Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha

Articolo precedente

Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha

Prossimo Articolo

Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V

Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V
Carica commenti
Ecco come KTM ha portato una ricchezza di talenti in MotoGP Prime

Ecco come KTM ha portato una ricchezza di talenti in MotoGP

Formando una scala che va dalla Red Bull Rookies Cup alla MotoGP, KTM ha creato un flusso costante di grandi talenti nelle gare di gran premio che ha portato il marchio austriaco al successo che ci si aspetta dal marchio. Ecco come è andata.

MotoGP
1 ago 2021
Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP Prime

Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP

I giorni di Danilo Petrucci in MotoGP sembrano contati, KTM sta cercando di riorganizzare completamente il team Tech3 per il 2022. Anche se la stagione 2021 del ternano finora non è stata eccezionale, il gigante italiano è diventato segretamente un top runner in MotoGP nell'ultimo decennio e ha portato con sé una personalità di cui lo sport mondiale ne ha maggior bisogno.

MotoGP
28 lug 2021
Quartararo fa il Marquez della Yamaha Prime

Quartararo fa il Marquez della Yamaha

Fabio Quartararo è l'unica nota positiva in casa Yamaha. Il francese è il vero dominatore di questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP, con cinque pole e quattro vittorie che lo lanciano verso la conquista del titolo iridato. Gli altri tre piloti della casa giapponese, però, sono ben lontani dalla sufficienza...

MotoGP
25 lug 2021
Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021