Quartararo soddisfatto: “Le mie sensazioni sono migliorate molto”

Fabio Quartararo è stato autore del maggior miglioramento in due giorni ed è stato il pilota più veloce tra i piloti MotoGP, cancellando rapidamente le cattive sensazioni di un rientro complicato.

Quartararo soddisfatto: “Le mie sensazioni sono migliorate molto”

Fabio Quartararo ha concluso il suo secondo giorno di test a Losail molto più soddisfatto di quanto non fosse sabato sera. Nonostante le vesciche sulle mani, il suo sorriso rifletteva le sensazioni che aveva ritrovato dopo un inizio di 2021 un po’ complicato. I suoi tempi non si sono sbagliati: ha guadagnato 1”7 secondi rispetto a ieri ed è stato l'unico a scendere sotto l'1'54, prendendo il comando con un crono di 1'53"940, a cinque decimi e mezzo di secondo dal record della pista.

“Penso che abbiamo commesso qualche errore ieri", ha ammesso il francese, rassicurato nel vedere che le sue prestazioni di domenica sono migliorate progressivamente con le nuove gomme montate sulla sua M1. Era anche più a suo agio e meglio in grado di valutare le nuove caratteristiche del suo programma di test, tra cui un nuovo telaio, che ha usato nel suo miglior giro. È stato valutato anche un forcellone in carbonio, anche se è stato più veloce con l'altro modello in alluminio. Dopo i suoi 468 km sulla pista del Qatar in due giorni, afferma di essere già impaziente di tornare in pista mercoledì, in occasione della seconda sessione di test.

Siete stati in grado di valutare meglio il pacchetto 2021 oggi?
“Oggi, le mie sensazioni erano decisamente migliori. È ancora difficile valutarlo, perché non abbiamo mantenuto lo stesso pacchetto di ieri, abbiamo provato un sacco di cose, tra cui un forcellone in carbonio. Quindi non è stato facile fare un commento chiaro sul telaio 2021. Per quanto riguarda il forcellone, dobbiamo ancora vedere. Il mio feeling non era dei migliori oggi, ma dobbiamo testarla meglio in tutte le condizioni. Lo testeremo di nuovo tra due giorni. Comunque, il feedback è buono. Ho fatto ottimi tempi sul giro, avevo un ottimo ritmo. La moto è fantastica, di sicuro, ma dovremo vedere, perché l'anno scorso siamo stati anche veloci qui con la moto 2020. Dobbiamo valutare questi due giorni. Sarà davvero bello guardare i dati con la squadra e vedere quale direzione prendere”.

Leggi anche:

Il nuovo telaio sembra molto simile a quello del 2019, di cui sei stato davvero soddisfatto. Avete la stessa sensazione con questo?
“Non mi dà ancora le stesse sensazioni di quello del 2019, spero che arrivino! Ci stiamo lavorando e penso che sia molto importante perché il telaio 2019 era semplicemente incredibile. Siamo sulla strada giusta. Vogliamo andare in questa direzione perché era chiaramente il miglior compromesso. In termini di sensazioni, non è la stessa cosa, ma abbiamo ancora tre giorni per migliorare il feeling e avvicinarci il più possibile al telaio 2019”.

Sembra che Aleix Espargaró, Maverick Viñales e tu siate quelli che hanno impostato il miglior ritmo oggi. È un buon indicatore?
“Non credo che sia un indicatore, perché non ci siamo nemmeno concentrati sul ritmo. Ogni volta che scendiamo in pista, proviamo qualcosa, non abbiamo mai la stessa moto”.

È stato il tuo secondo giorno come pilota ufficiale. Che differenza fa?
“Mi sento bene. Prima di iniziare la stagione, me lo sono tenuto per me, ma ho pensato ‘Wow! Questo è un lavoro con un sacco di responsabilità!’ Non ero stressato o sotto pressione, ma un po' spaventato, e alla fine è fantastico dire quali decisioni dobbiamo prendere, in che direzione dobbiamo andare. Faccio questo lavoro con Maverick, ovviamente, ma mi piace dare un feedback. Penso che durante questi due giorni ho fatto ottimi commenti sulle mie sensazioni, sul nuovo telaio o sul forcellone che abbiamo provato. Sono stato in grado di fare commenti chiari, quindi sono felice e mi piace”.

Pensi che la gerarchia potrebbe cambiare rispetto all'anno scorso o puoi immaginare gli stessi piloti in lotta?
“Onestamente è impossibile dirlo, sono solo test e non sappiamo chi sta facendo più o meno test. Tutto quello che posso dire è che oggi abbiamo testato un sacco di cose, non ci siamo davvero concentrati sul nostro ritmo, solo provando cose e cercando di essere intelligenti e dare buoni feedback. Penso che sarà molto importante prendere le decisioni giuste per la stagione”.

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
1/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
2/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
3/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
4/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
5/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
6/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
7/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
8/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
9/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
10/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
11/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
12/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
13/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
14/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
15/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
16/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
17/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
18/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
19/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
20/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
21/21

Foto di: MotoGP

condivisioni
commenti
Rossi: "Il feeling è molto simile alla M1 2020"

Articolo precedente

Rossi: "Il feeling è molto simile alla M1 2020"

Prossimo Articolo

Petrucci: "La KTM farà la differenza dove ci sarà poco grip"

Petrucci: "La KTM farà la differenza dove ci sarà poco grip"
Carica commenti
Cosa deve fare Marc Marquez per tornare al suo meglio? Prime

Cosa deve fare Marc Marquez per tornare al suo meglio?

Dopo il suo clamoroso ritorno in MotoGP con un settimo posto in Portogallo, Marc Marquez ora deve lavorare per ritrovare la sua forma migliore prima di rivolgere la sua attenzione ad obiettivi basati sui risultati.

MotoGP
21 apr 2021
Pagelle MotoGP: Marquez, un ritorno da 8,5 Prime

Pagelle MotoGP: Marquez, un ritorno da 8,5

Tanti promossi e tanti bocciati in questo Gran Premio del Portogallo, terza tappa di MotoGP. Ecco le pagelle stilate da Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com, e commentate in compagnia di Marco Congiu.

MotoGP
20 apr 2021
Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi Prime

Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi

Le prime tre gare della MotoGP 2021 hanno iniziato a dare un'indicazione di quelli che potrebbero essere i valori in campo e quelli che si sono proposti con più regolarità al vertice sono Fabio Quartararo e Pecco Bagnaia. E lo hanno fatto in particolare a Portimao, su una pista su cui lo scorso novembre avevano sofferto tantissimo, dando una forte segnale di maturazione.

MotoGP
19 apr 2021
MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo Prime

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo

Andiamo a scoprire insieme la Griglia di Partenza del Gran Premio del Portogallo, terza prova del campionato del mondo 2021 di MotoGP

MotoGP
18 apr 2021
Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti" Prime

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti"

Intervista esclusiva con Danilo Petrucci, pilota KTM del team Tech3, alla vigilia del GP del Portogallo di MotoGP. Il ternano fa il punto della situazione circa il feeling con la moto austriaca e parla della necessità di percorrere nuove vie per andare a modificare il set-up complessivo, data la sua fisicità totalmente diversa dagli altri piloti KTM

MotoGP
16 apr 2021
Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

MotoGP
15 apr 2021
KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021