Quartararo: "Soddisfatto della Yamaha anche nei long run"

Anche nell'ultimo giorno di test "El Diablo" ha chiuso con il miglior crono. Fabio ha compiuto anche dei long run dichiarandosi soddisfatto del comportamento della M1 ma predicando prudenza.

Quartararo: "Soddisfatto della Yamaha anche nei long run"
Carica lettore audio

Anche l’ultimo giorno di test a Sepang si è chiuso con Fabio Quartararo in cima alla lista dei tempi. Il francese del team Petronas ha confermato ancora una volta l’ottimo feeling con la Yamaha M1 2020 ed ha messo il proprio autografo in vetta alla classifica con il crono di 1’58’’349.

“El Diablo” ha svolto un intenso lavoro in quest’ultima giornata, provando sia il time attack che dei long run e proprio le sensazioni ricevute nella simulazione gara hanno regalato il sorriso a Fabio.

“La moto si è comportata bene nei long run. C’erano 55 gradi in pista, come temperature è stata la giornata peggiore, e sono riuscito a girare sull’1'59’’. Sono molto contento del passo, ma ancora devo percorrere parecchi chilometri dato che era la prima volta che provavo un long run e dobbiamo ancora lavorare sull’elettronica. Non è facile, ma abbiamo ancora un’altra sessione di test prima dell’inizio del campionato”.

 

Anche nella giornata odierna, però, Quartararo ha voluto gettare acqua sul fuoco. Nonostante le ottime sensazioni ed i tempi di tutto rispetto, il francese predica prudenza e chiede tempo per affinare ulteriormente il suo feeling con la M1.

“Mi sto ambientando con la Yamaha 2020, anche perché sto accumulando chilometri. Questa mattina ho provato sia un long run che un time attack, ma dobbiamo lavorare ed analizzare tutti i dati. Non mi sento ancora al 100%. Non c’è un problema specifico, ma dobbiamo migliorare nel complesso. Dobbiamo lavorare sulla frenata, sull’elettronica, sul grip”.

La Michelin quest’anno adotterà una specifica di gomma leggermente differente rispetto a quella utilizzata nella passata stagione e secondo Quartararo il degrado degli pneumatici è diminuito notevolmente.

“Ho percorso 12 giri nel long run e ad ogni giro ero più veloce rispetto ai tempi che ho fatto in gara lo scorso anno. Le gomme sono più consistenti rispetto al 2019, anche se sono consapevole che le condizioni climatiche attuali sono differenti rispetto a quelle dello scorso ottobre, ma al momento la base è molto buona”.

Leggi anche:

Uno dei punti deboli della Yamaha nel 2019 era la velocità massima inferiore rispetto alla concorrenza. Il 2020 sembra essere iniziato in maniera differente per il costruttore giapponese anche se la prova del nove arriverà soltanto in gara.

“Lo scorso anno il problema principale era la mancanza di velocità di punta. Eravamo molto lontani dai team factory e lo siamo ancora. Dobbiamo svolgere ulteriori prove in Qatar, ma penso che con questa moto abbiamo guadagnato qualche decimo”.  

Una delle novità tecniche che le M1 poteranno in dote sarà il sistema holeshot. Fabio non ha ancora provato il dispositivo studiato dalla Casa di Iwata, ma ha confermato come in Giappone si stia lavorando per ottimizzarlo.

“So che la Yamaha sta lavorando sul sistema holeshot, ma al momento non l’ho provato ancora. Quando sarà pronto sono certo che lo utilizzerò anche io”.

Informazioni aggiuntive di Lewis Duncan

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
1/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
2/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
3/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
4/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
5/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
6/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
7/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
8/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
9/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
10/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
11/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
12/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
13/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
14/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
15/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
16/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
17/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
18/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
19/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
20/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
21/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
22/22

Foto di: Yamaha Motor Racing

condivisioni
commenti
Marquez: "Più preoccupato per la moto che per il mio fisico"
Articolo precedente

Marquez: "Più preoccupato per la moto che per il mio fisico"

Prossimo Articolo

Lorenzo: "Un peccato non aver potuto guidare la M1 2020"

Lorenzo: "Un peccato non aver potuto guidare la M1 2020"
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021