Quartararo: "Pronto ad essere protagonista"

Il pilota della Yamaha Petronas è impaziente di cominciare, perché crede che il 2020 potesse essere l'anno della sua definitiva esplosione in MotoGP e della sua prima vittoria.

Quartararo: "Pronto ad essere protagonista"
Carica lettore audio

Se c'è qualcuno che starà maledendo più di altri la pandemia del Coronavirus, almeno per quanto riguarda il punto di vista sportivo, questo è sicuramente Fabio Quartararo.

Il pilota della Yamaha Petronas, grande rivelazione del 2019 con sei pole position e sette podi, si presentava al via della stagione 2020 della MotoGP con tanti occhi puntati addosso e sembrava avere tutte le carte in regola per dare l'assalto a quella vittoria che per ora ha solo sfiorato fin dalla gara inaugurale in Qatar.

Il "Rookie of the Year" della passata stagione ora è chiuso in casa ad Andorra ed ha fatto il punto della situazione in un'intervista concessa a Sky Sport MotoGP HD.

"Sto bene, sono ad Andorra. La mia non è una quarantena vera e propria, ma provo a stare il più possibile in casa, faccio allenamento tutti i giorni qui, esco giusto per comprare qualcosa da mangiare. Prima che la situazione precipitasse inSpagna ero andato a fare flat track. C'erano i fratelli Marquez, Tito Rabat, Marcel Schrotter e tanti altri... Quello è stato il mio ultimo allenamento all'aperto" ha detto "El Diablo".

 

Come tutti quanti, per il momento il francese non ha idea di quando si potrà ritornare a correre, ma è pronto anche a disputare 15 gare consecutive a porte chiuse pur di poterlo fare.

"Nessuno può rispondere. Pensavo anche io Jerez ma la situazione è più difficile rispetto a due settimane fa. Per me l'importante è fare più gare possibili per rendere valido il Campionato. Se dobbiamo fare 15 gare di seguito va bene anche a porte chiuse, se dovesse essere necessario, con dispiacere per i fan che guarderanno le gare in tv".

Un vero peccato, visto che durante l'inverno aveva dimostrato di essere davvero in forma e pronto a fare grandi cose.

"Dopo i test del Qatar ero davvero soddisfatto; è stata la volta che mi sono sentito meglio sulla Yamaha M1. Abbiamo fatto sei giorni con la nuova moto e con un motore che non era nuovo al 100%. Allora ho pensato che al via del Mondiale, dove tutti partiamo con un motore punzonato con zero chilometri, potevo essere protagonista. Il mio passo era incredibile e potevo lottare per il podio".

Per quanto riguarda la prima vittoria, pensa che potrebbe arrivare più o meno su qualsiasi pista: "Lo scorso anno sono andato forte un po' ovunque, immagino che in Qatar poteva essere il posto giusto ma anche Jerez, Le Mans, Barcellona ed Assen...".

Del resto, ora lo considerano tutti quanti un top rider della MotoGP a tutti gli effetti. Quindi è anche normale che l'obiettivo possa essere questo.

Leggi anche:

"Mi ricordo bene quando mi sono presentato da rookie nei test della Malesia e non andavo neanche tanto forte ad essere sincero. Poi è stato tutto un crescendo d'interesse... Quando a Jerez ho fatto la pole ho capito che mi guardavano diversamente; forse lì hanno iniziato a considerarmi come uno che poteva vincere una gara, non solo andare a punti...".

L'anno prossimo prenderà il posto di Valentino Rossi nel team ufficiale della Yamaha. Fabio però non si è sbilanciato quando gli è stato chiesto se secondo lui il "Dottore" continuerà o smetterà, anche se spera che rimarrà in MotoGP.

"Per me si è realizzato un sogno poter fare un anno in MotoGP con lui e poter vedere un suo giro della sua telemetria. Mi ricordo quando in FP1 in Qatar ci siamo trovati vicino, è stata un'emozione, spero che rimanga in MotoGP".

Per un Rossi che potrebbe mollare, però, c'è un Jorge Lorenzo che potrebbe fare il percorso inverso e tornare a tempo pieno nel 2021.

"Ho un bel rapporto e scherzo tanto con Jorge. Vorrei vederlo più volte in pista come wild card, non solo a Barcellona. Per me è più un tester che ci aiuta nello sviluppo più che un avversario in qualche gara. Spero che Yamaha gli faccia fare più test, comunque rimarrei sorpreso se dovesse tornare per tutta la stagione".

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
1/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
2/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
3/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
4/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
5/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
6/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
7/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
8/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
9/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
10/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
11/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
12/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
13/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
14/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
15/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
16/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
17/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
18/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
19/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
20/20

Foto di: Yamaha Motor Racing

condivisioni
commenti
Lorenzo: "Con la moto giusta potrei lottare per vincere titoli”
Articolo precedente

Lorenzo: "Con la moto giusta potrei lottare per vincere titoli”

Prossimo Articolo

MotoGP: motori e aerodinamica congelati dal 25 marzo

MotoGP: motori e aerodinamica congelati dal 25 marzo
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021