Quartararo: “Passo da migliorare, sono preoccupato per domani”

Fabio Quartararo partirà dalla sesta casella nel Gran Premio di Teruel e vede Nakagami come uno dei favoriti, che non esclude nemmeno in ottica iridata. Per quanto riguarda il suo passo in gara, spera di migliorare.

Quartararo: “Passo da migliorare, sono preoccupato per domani”

La qualifica del Gran Premio di Teruel porta la firma di Takaaki Nakagami, autore della sua prima pole position in MotoGP e grande favorito per la vittoria della gara di domani. il sabato spagnolo vede dunque un outsider spuntarla sui piloti che lottano per il titolo, primo fra tutti Fabio Quartararo. Sul tracciato di MotorLand Aragon, il portacolori del team Petronas Yamaha continua a non trovare il giusto feeling per lottare per le posizioni di testa e si deve accontentare della seconda fila.

Il francese scatterà dalla sesta casella della griglia di partenza, pagando 444 millesimi dal poleman, che pian piano si avvicina al vertice della classifica mondiale. La pista spagnola però non sembra favorire Quartararo nella rincorsa al titolo, che accusa qualche difficoltà di troppo e spiega così il suo sabato: “La qualifica è stata dura perché questo fine settimana abbiamo fatto molti cambiamenti sulla moto. Sono stati positivi un po’ per il passo, ma non per il giro secco in qualifica, avevo zero feeling. Comunque se possiamo migliorare il passo per domani è la cosa più importante, ad ogni modo non vedo l’ora di arrivare a Valencia per avere un feeling migliore”.

Il doppio appuntamento di MotorLand Aragon non aiuta il pilota d’oltralpe nella rincorsa al suo primo mondiale, ma al momento si concentra sul migliorare in vista della gara di domani, in cui le gomme avranno un ruolo chiave: “Il passo non è fantastico, ma non siamo lontanissimi. Ci mancano forse un paio di decimi, ma si può migliorare perché sappiamo dove lavorare. Per quanto riguarda le gomme, non ho ancora chiaro quale mescola userò al posteriore domani, perché sembra che la morbida sia meglio, ma per meno giri. Invece la media è meno performante nei primi giri, ma sembra più costante. Quindi dovremo essere intelligenti e provare a vedere cosa possiamo migliorare domani mattina per capire qual è il potenziale della moto e delle gomme”.

Leggi anche:

Rispetto allo scorso fine settimana, in cui è sprofondato in 18esima posizione in gara, sente di aver migliorato, ma non si sente ancora pienamente fiducioso: “Il mio passo è migliore rispetto a quello della settimana scorsa, perché avevo fatto 49 alto dopo 15 giri, invece questo weekend con 16 giri sulle gomme ho fatto 49’1, ma sono migliorati tutti. Penso che ci manchino due o tre decimi sul passo per essere in una buona posizione domani. Tutto va bene, ma le curve 10, 16 e 17 sono veramente il nostro punto debole, perdiamo tre decimi, quindi dovremo trovare qualcosa. Non sarà facile, perché sono due settimane che proviamo a migliorare quel settore, ma continuiamo a fare fatica. Sono un po’ preoccupato per domani, perché non ho il passo per poter fare un buon risultato, ma migliorerò”.

Quartararo partirà alle spalle del suo diretto rivale Maverick Vinales, ma dovrà fare attenzione ad Alex Rins, vincitore domenica scorsa e che ha trovato sul suo cammino in qualifica, e proprio allo stesso Takaaki Nakagami, poleman che potrebbe diventare pericoloso in ottica iridata: “È stato un caso che Rins fosse dietro di me, ma ho visto che era alle mie spalle. Ad ogni modo Rins non è un rivale per il campionato. Credo che per questa gara Nakagami possa vincere. I nostri principali rivali al momento sono Mir, Vinales e Dovizioso. Ma per me questa gara è complicata perché in due settimane non sono ancora riuscito a trovare un buon feeling, quindi devo fare del mio meglio per questa gara, ma sappiamo che a Valencia mi sento meglio. Non so perché su questa pista non riusciamo a trovare il passo. Taka può essere un rivale per il campionato, perché ha più costanza e, se diventa sempre più veloce gara dopo gara, dovremo fare attenzione a lui”.

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
1/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
2/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
3/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
4/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
5/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
6/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
7/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
8/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
9/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
10/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
11/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
12/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
13/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
14/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
15/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
16/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
17/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
18/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
19/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
20/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
21/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
22/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
23/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
24/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
25/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
26/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Dovizioso: "Mi girano le palle che non riesco a giocarmela"

Articolo precedente

Dovizioso: "Mi girano le palle che non riesco a giocarmela"

Prossimo Articolo

Morbidelli: "Domani la mia gara sarà quasi da all-in"

Morbidelli: "Domani la mia gara sarà quasi da all-in"
Carica commenti
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini è davvero una "Bestia" Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini è davvero una "Bestia"

Il Gran Premio di San Marino di MotoGP ha regalato tanti promossi e tanti bocciati. Da un perfetto Bagniaia, un sorprendente Bastianini, fino ad arrivare alla delusione Dovizioso, ecco le pagelle stilate e commentate da Franco Nugnes e Matteo Nugnes.

MotoGP
20 set 2021