Quartararo: "Oggi un incubo. La M1 ha zero grip sul dritto!"

Fabio Quartararo è preoccupato. Le M1 faticano a trovare grip sul bagnato e domenica la gara potrebbe svolgersi sotto la pioggia.

Quartararo: "Oggi un incubo. La M1 ha zero grip sul dritto!"

Un 15esimo tempo, se arriva nel secondo turno di prove libere, può voler dire poche cose. A maggior ragione se si tratta di un turno reso insidioso dalla pioggia e se si è appena tornati in sella a una moto dopo 5 settimane di stop. Ma per Fabio Quartararo non sembra trattarsi di cose del genere. Anzi, sembra proprio essere un segnale preoccupante.

La Yamaha M1 ha dato prova di essere una moto eccellente, pur non avendo la potenza sprigionata dai motori Ducati e KTM. Ha sempre puntato sulla guidabilità e anche la versione 2021 non è esclusa da questo assunto. Ma sull'acqua le cose cambiano.

Quartararo ha sottolineato la mancanza di grip e la fatica nel trovare soluzioni che possano migliorare la situazione. Addirittura i problemi arrivano anche sul rettilineo, a moto dritta. In accelerazione le M1 non hanno grip e sembra che siano quasi tutte nella medesima situazione. Ed è proprio questo che preoccupa il leader del Mondiale.

"Questa mattina siamo andati abbastanza bene. Siamo rimasti con le stesse gomme, abbiamo preferito non cambiarle. Dopo 5 settimane senza guidare ho avuto bisogno di un po' di tempo per riprendere il ritmo e penso che alla fine il mio sia stato un ottimo passo. Ho avuto sensazioni decisamente migliori rispetto alla passata stagione. Ma sul bagnato è sempre la stessa cosa, come se non avessi feeling".

"Quando è completamente bagnato non sono bravo e non siamo i migliori, ma appena la pista è in condizioni miste ho zero feeling sulla moto e non mi piace per niente. Quindi dobbiamo trovare una soluzione per queste condizioni ed è molto strano. Il grip in rettilineo è davvero pessimo, sul bagnato. Ero con Martin e Pol Espargaro e in frenata non andiamo male, ma appena hanno aperto l'acceleratore... Non si tratta di potenza, è solo grip sul rettilineo. Le Libere 2 per me sono state un incubo".

Quartararo ha sottolineato come il suo problema non derivi da mancanza d'esperienza, anche perché altri piloti che sono in sella a una M1 - come Valentino Rossi - hanno trovato difficoltà a esprimere il potenziale della moto di Iwata sul tracciato del Red Bull Ring.

"Non è questione di mancanza d'esperienza sul bagnato. Valentino è uno dei piloti più esperti, ma credo abbia il nostro stesso problema. Quindi, nel 2019, il mio primo anno, penso di non aver mai finito fuori dalla Top 10 sul bagnato e corremmo a Brno, Motegi, Phillip Island, Piste difficili sul bagnato. Eravamo forti. Ora invece stiamo arrancando ed è qualcosa che non capisco. La sensazione è davvero strana. Dobbiamo trovare una soluzione perché domenica potrebbe piovere e ho zero feeling. Sono un po' deluso, ma abbiamo ancora domani. Quindi speriamo e vediamo di poter migliorare".

"Se sabato dovesse essere asciutto e la gara bagnata sarà difficile. Se penso al feeling che avevo nelle Libere 2 sarà difficile, perché non ne avevo. Non mi diverto in quelle condizioni e se non mi diverto, non va bene".

"Dobbiamo trovare una soluzione, perché io non sono così male sul bagnato. A Le Mans ho colto il podio. Quindi è successo qualcosa su questa pista, ci siamo persi. L'anno scorso è stato lo stesso. Abbiamo bisogno di trovare qualcosa perché non è normale essere così lontani dai migliori. Anche Maverick ha fatto una gran fatica. Non ho idea del perché, dobbiamo capire perché abbiamo queste difficoltà in vista di domenica", ha concluso Quartararo.

condivisioni
commenti
MotoGP, Stiria, Libere 2: lampo di Savadori sul bagnato, Rossi 22°

Articolo precedente

MotoGP, Stiria, Libere 2: lampo di Savadori sul bagnato, Rossi 22°

Prossimo Articolo

Rossi: "Non è vero che vendo la VR46 ai sauditi"

Rossi: "Non è vero che vendo la VR46 ai sauditi"
Carica commenti
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

MotoGP
17 ott 2021
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021