Quartararo e la tuta aperta: "Penalità inaccettabile"

Fabio Quartararo ha concluso il Gran Premio di Catalogna con la tuta aperta, tagliando il traguardo a petto nudo e senza paracostole. Il pilota Yamaha è passato sotto la bandiera a scacchi in terza posizione, ma la Direzione Gara gli ha inflitto 3 secondi di penalità per un taglio della pista e perde il podio, una penalità inaccettabile secondo il francese.

Quartararo e la tuta aperta: "Penalità inaccettabile"

Sembrava l’uomo da battere a Barcellona, eppure Fabio Quartararo lascia la Catalogna con l’amaro in bocca, dopo una gara andata non secondo le aspettative. Il pilota Yamaha scattava dalla pole position, ma si è dovuto piegare a un Miguel Oliveira stratosferico, che si è imposto conquistando il primo successo stagionale.

Negli ultimi giri inoltre è avvenuto l’inimmaginabile: la tuta di Fabio Quartararo si è aperta, lasciando il pilota a petto nudo. Il francese inoltre ha perso anche il paracostole, finendo di fatto la gara senza alcune protezione: “Non so cosa sia successo, so solo che mi si è aperta completamente la tuta alla prima curva quando mancavano cinque giri al termine. Ho provato a rimetterla nella giusta posizione, ma non ci sono riuscito. È stato difficile guidare, ma sfortunatamente sono cose che succedono. Oggi è accaduto, quindi credo che Alpinestars cercherà di capire come sia stato possibile, perché alla fine della gara sono riuscito a chiuderla di nuovo. Ma va così, oggi non era la nostra giornata, ma posso essere contento della quarta posizione. Beh, terza, ma quarta”.

 

Già, quarta posizione. Perché, come se non bastasse, la Direzione Gara ha deciso di infliggere una penalità a Quartararo per aver tagliato la pista nel duello con Johann Zarco. Il pilota della Yamaha è andato largo nel momento in cui ha subìto il sorpasso del connazionale, rientrando ma incappando in una penalità di 3 secondi sul tempo finale, che di fatto lo scalza via dal podio relegandolo in quarta posizione.

Quella odierna però è una penalità che non accetta: “Ho perso sette decimi. Sembra che ora dobbiamo fare i calcoli e perdere un secondo. alla fine questo è un regolamento per tutti, ma inizia a essere troppo. Non è che ho guadagnato sette decimi, li ho persi. Stavo quasi per cadere. Non voglio parlare troppo né mettermi nei casini. Non sono andato in Direzione Gara, ho commesso un errore in passato andandoci direttamente, ma stavolta l’ho presa con tranquillità”.

Oltre alla penalità già inflitta, c’è chi invoca anche la squalifica per aver concluso la gara con la tuta aperta e senza paracostole. Quartararo replica: “Penso di aver già ricevuto la mia penalità. Aver perso il podio passando da terzo a quarto è una penalità grave, non sono d’accordo e non la accetto. Credo sia abbastanza. Non penso alla bandiera nera. Si sono resi conto tardi, la gara è finita. La sicurezza...beh, abbiamo concluso la gara e tutto era sicuro. Quindi credo che al momento non serva parlare ulteriormente di altre cose possibili, perché la gara è terminata”.

Quartararo conclude dando uno sguardo alla gara, in cui sembrava nettamente favorito, ma ha chiuso alle spalle di quelli che ora sono i suoi diretti rivali in classifica, Zarco e Miller, a loro volta piegati da Oliveira: “Stavo risparmiando le gomme, ma onestamente Miguel era fortissimo e io con la gomma dura non avevo lo stesso feeling di questa mattina o del weekend in generale. Credo che tutte le Yamaha avessero problemi, perché per me Franco era uno dei contendenti alla vittoria ma ha chiuso lontano. Sembra che anche Maverick non fosse a suo agio. Quindi è un feeling strane, ma con tutte le cose che ci sono successe oggi un quarto posto va bene”.

condivisioni
commenti
Oliveira: “Sapevo che distrubare Fabio era la chiave"
Articolo precedente

Oliveira: “Sapevo che distrubare Fabio era la chiave"

Prossimo Articolo

Rossi: "Non avevo grip al posteriore"

Rossi: "Non avevo grip al posteriore"
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021