Quartararo: "Non penso al campionato e non voglio farlo"

Fabio Quartararo trionfa a Silverstone e consolida il primato in classifica. Di fatto, sembra stia mettendo ormai le mani sul mondiale, ma il pilota Yamaha preferisce non pensare al titolo e si gode il grande stato di forma che mostra in questa fase di campionato.

Quartararo: "Non penso al campionato e non voglio farlo"

Aveva detto che no si sarebbe accontentato e così è stato: Fabio Quartararo ha dominato il Gran Premio di Gran Bretagna, consolidando il primato in classifica e mettendo di fatto un sigillo importante sul campionato, complice anche il crollo di Joan Mir e Francesco Bagnaia. Il francese ha confermato lo strapotere della sua Yamaha sul circuito di Silverstone, congeniale alla sua M1, ma sicuramente il pilota ha fatto la differenza.

È sembrato tutto facile per Quartararo, che ha mostrato un gran controllo della sua moto dal semaforo alla bandiera a scacchi, riuscendo nei sorpassi quando era il momento di lottare e prendendo margine quando era in testa. El Diablo ha tagliato il traguardo con oltre tre secondi di vantaggio sul primo degli inseguitori, Alex Rins: “Non so cosa dire, onestamente. Ho imparato molto in questa gara. Ho fatto una buona partenza ma poi, al primo giro, sono stato passato da Aleix e Bagnaia, quindi non abbiamo lottato molto. Ma ho una grande fiducia nel sorpasso, ecco perché non mi preoccupo più quando sono quarto o quinto. Non mi sono mai sentito così bene. Posso controllare tutto. Sarebbe bello se fosse sempre così, ma ora mi sto godendo il mio momento. Che vittoria!”

 

Al termine delle qualifiche, Quartararo non era apparso soddisfatto, la terza posizione del sabato non lo aveva lasciato contento e sperava di rifarsi in gara. Sul passo però era fiducioso e lo aveva dimostratp nelle FP4. Questo è stato confermato oggi in gara: “Il passo che avevamo ieri era molto buono e oggi in gara era ancora meglio. Quando corriamo prima della Moto2 abbiamo il passo che ci aspettavamo, sono molto contento, anche il feeling con la moto è spettacolare. Quando devo fare sorpassi sento veramente tanta fiducia”.

In questo momento, Quartararo sembra mettere ormai le mani sul mondiale, visto l’ampio vantaggio in classifica. Il pilota Yamaha ha 65 punti in più di Joan Mir, secondo, e 69 su Joahnn Zarco, terzo. Pecco Bagnaia scivola in quarta posizione, a -70 da Quartararo. Tuttavia, il leader del mondiale non pensa troppo alla classifica: “Per il mondiale siamo messi abbastanza bene, ma alla fine mi sono messo come obiettivo di non pensare al campionato fino a Misano. Ma, guardando il vantaggio che abbiamo, alla fine non ci devo pensare fino a Valencia. Se c’è qualcosa di strano sì, ma è così che mi diverto e voglio andare in gara per lottare per la vittoria. Abbiamo vinto già cinque gare in questa stagione, mi sento veramente felice”.

L’approccio, dunque, non cambierà: “È lo stesso. Onestamente, è così che mi sento. Abbiamo un bel vantaggio, ma è così che mi sto divertendo. Con questo vantaggio, non sto pensando affatto al campionato e non ho intenzione di farlo. La prossima gara ad Aragon è su un circuito che non mi piace particolarmente, ma amo Misano, che viene dopo. Poi abbiamo gli Stati Uniti, il Portogallo, Valencia...sono quasi tutte piste che amo. Sinceramente, sono ancora al settimo cielo”.

condivisioni
commenti
Aleix Espargaro: "Podio più dell'Aprilia che mio"

Articolo precedente

Aleix Espargaro: "Podio più dell'Aprilia che mio"

Prossimo Articolo

Marquez: "L'incidente con Martin? Solo colpa mia"

Marquez: "L'incidente con Martin? Solo colpa mia"
Carica commenti
Pagelle MotoGP: Bastianini è davvero una "Bestia" Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini è davvero una "Bestia"

Il Gran Premio di San Marino di MotoGP ha regalato tanti promossi e tanti bocciati. Da un perfetto Bagniaia, un sorprendente Bastianini, fino ad arrivare alla delusione Dovizioso, ecco le pagelle stilate e commentate da Franco Nugnes e Matteo Nugnes.

MotoGP, Lap Chart del GP di San Marino Prime

MotoGP, Lap Chart del GP di San Marino

A Misano, Bagnaia si ripete. Un successo arrivato dopo una gara impeccabile. Ripercorriamo, grazie alla nostra animazione grafica, tutte le emozioni del Gran Premio di San Marino.

MotoGP: il sabato di Misano parla Ducati Prime

MotoGP: il sabato di Misano parla Ducati

Bagnaia precede Miller nella doppietta Ducati in quel di Misano. Alle spalle delle rosse di Borgo Panigale, abbiamo la Yamaha di Fabio Quartararo.

MotoGP
19 set 2021
Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro Prime

Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro

Duellando contro Marc Marquez nel Gran Premio di Aragon, Francesco Bagnaia ha avuto la meglio e si è assicurato una prima vittoria in MotoGP che inseguiva da tempo. Marquez lo ha paragonato ad una vecchia conoscenza della Ducati e ora Pecco potrebbe finalmente iniziare a lottare costantemente per il successo.

MotoGP
15 set 2021
Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda Prime

Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda

Il fine settimana spagnolo di Aragon ha regalato molto promossi e bocciati alla classe regina del Motomondiale. Bagnaia impeccabile, a differenza di altri che hanno deluso le aspettative. Ecco le pagelle stilate e commentate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes.

MotoGP
14 set 2021
MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez Prime

MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez

Andiamo a rivivere l'emozionante prima vittoria in MotoGP di Pecco Bagnaia ed il duello con Marquez degli ultimi giri in questa nostra animazione

MotoGP
14 set 2021
MotoGP: Pecco, che pole ad Aragon! Prime

MotoGP: Pecco, che pole ad Aragon!

Il Motorland di Aragon vede la Ducati di pecco Bagnaia primeggiare davanti a tutti: ecco la griglia di partenza completa

MotoGP
12 set 2021
Dovizioso avrà scelto la sliding door giusta con Yamaha? Prime

Dovizioso avrà scelto la sliding door giusta con Yamaha?

Il forlivese ha flirtato a lungo con l'Aprilia nel 2021, facendo anche un programma di test in sella alla RS-GP, ma quando si è presentata l'opportunità di entrare in orbita Yamaha non ha esitato un secondo, anche se il suo ritorno prevede cinque gare in sella ad una vecchia M1 "Spec B" del 2019 prima di approdare su quella factory gestita dal team satellite nel 2022. Sarà stata la scelta più giusta?

MotoGP
8 set 2021