MotoGP
09 ott
Prossimo evento tra
7 giorni
G
GP di Aragon
16 ott
Prossimo evento tra
14 giorni
G
GP di Teruel
23 ott
Prossimo evento tra
21 giorni
G
GP d'Europa
06 nov
Prossimo evento tra
35 giorni
13 nov
Prossimo evento tra
42 giorni
G
GP del Portogallo
20 nov
Prossimo evento tra
49 giorni

Quartararo: "La Yamaha non è la moto da battere"

condivisioni
commenti
Quartararo: "La Yamaha non è la moto da battere"
Di:

Il pilota della Yamaha Petronas ha chiuso al secondo posto i test di Jerez, ma ha cercato di frenare l'entusiamo e non ha commentato la penalità ricevuta per il test in Francia.

E' indicato da molti come l'anti-Marquez per eccellenza, quindi è normale che molti occhi fossero puntati su Fabio Quartararo nel giorno del ritorno in pista della MotoGP, che ha effettuato un test a Jerez, dove nel weekend disputerà la prima gara della stagione.

E bisogna dire che il francesino della Yamaha Petronas non ha deluso le aspettative, chiudendo al secondo posto a poco più di un decimo dalla M1 ufficiale di Maverick Vinales. Nonostante una buona prestazione, "El Diablo" è stato però molto prudente nei suoi commenti, dicendo che non vede la Yamaha come favorita per il weekend.

Così come non si è sbilanciato troppo a parlare della penalità che gli è stata inflitta per aver utilizzato parti non autorizzate su una mostra stradale in un test al Paul Ricard, che gli costerà i primi 20 minuti della FP1 di venerdì.

"E' stata una giornata davvero positiva, dopo tanto tempo senza moto. Era davvero importante tornare in moto. Certo, non è stato semplice perché la M1 2020 la conosciamo da poco tempo e, dopo cinque mesi, andare su una pista come Jerez, completamente diversa da Losail e da Sepang, non è facile" ha detto Quartararo a fine giornata.

"Alla fine siamo riusciti ad ottenere un buon ritmo, che è la cosa su cui abbiamo faticato un po' l'anno scorso, ma oggi abbiamo fatto abbastanza bene".

Ti hanno punito: cosa puoi dire del test al Paul Ricard?
"Sinceramente, abbiamo avuto un incontro questa mattina, poco prima delle prove, poi mi sono concentrato completamente sulla guida. Dopo cinque mesi era quello di cui avevo bisogno. Ho appena finito di guidare, quindi non ho avuto molto tempo di concentrarmi su questa penalità. Ma avremo tempo per parlarne".

Leggi anche:

Cosa c'era di vietato sulla tua moto nel test al Paul Ricard?
"Non lo so proprio".

Come ti sono sembrate le gomme oggi?
"Onestamente, mi aspettavo che il drop della gomma fosse molto più grande".

La Yamaha probabilmente può essere la moto da battere qui. Siete andati quasi tutti forte. Pensi che avrete una buona chance con le temperature di questo fine settimana?
"Non penso che sia giusto dire che la Yamaha è la moto da battere, perché l'ultimo campionato è stato vinto dalla Honda, e non penso che sia così. Sappiamo che la nostra moto è molto veloce sul giro secco, ma non appena abbiamo davanti a noi una Ducati, una Suzuki o una Honda, perdiamo il nostro potenziale perché loro sono più veloci sul rettilineo, mentre noi ci esprimiamo al meglio in curva. Quindi non è facile e penso che la nostra non sia la moto da battere. Ma è vero che durante questo test Maverick è stato molto veloce, inoltre il nostro ritmo è stato davvero buono".

L'anno scorso hai fatto la pole con una moto satellite. Quest'anno hai una M1 factory, hai già fatto un confronto?
"Onestamente è diverso, perché quando ho fatto la pole l'anno scorso a Jerez avevo già fatto sei giorni di test e tre GP. Questo invece sarà il mio primo GP con la moto nuova. Ok, è il mio secondo anno in MotoGP, ma non ho 20 anni di esperienza. Quindi, onestamente, è davvero difficile adattarsi così velocemente ad una moto che non conosco bene e la vedo dura".

Informazioni aggiuntive di Lena Buffa

Guarda il Gran Premio Red Bull di Spagna live su DAZN. Attiva Ora

Scorrimento
Lista

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
1/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
2/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
3/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
4/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
5/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
6/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
7/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
8/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
9/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
10/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
11/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fotogallery MotoGP: i test a Jerez de la Frontera

Articolo precedente

Fotogallery MotoGP: i test a Jerez de la Frontera

Prossimo Articolo

Dovizioso: "La nuova gomma non si adatta alla Ducati"

Dovizioso: "La nuova gomma non si adatta alla Ducati"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Location Circuito de Jerez
Piloti Fabio Quartararo
Team Petronas Yamaha SRT
Autore Matteo Nugnes