Quartararo ha sorpreso Yamaha con la sua maturità

Massimo Meregalli, team manager del team ufficiale Yamaha MotoGP, è stato sorpreso dal modo in cui lavora Fabio Quartararo.

Quartararo ha sorpreso Yamaha con la sua maturità
L'arrivo di Fabio Quartararo nel team factory Yamaha quest'anno gli ha permesso di fare un passo avanti. Il francese ha dominato la prima parte della stagione, vincendo quattro delle prime nove gare ed è il chiaro leader del campionato. Queste prestazioni hanno naturalmente lasciato soddisfatto il suo capo squadra Massimo Meregalli.
"Penso che se Fabio non avesse avuto il problema a Jerez avrebbe potuto vincere cinque gare e non quattro", ha detto il team manager del Monster Yamaha al sito ufficiale della MotoGP. "Quattro vittorie e due terzi posti sono molto buoni. Penso che abbia sofferto un po' nel primo Gran Premio, forse ha sentito un po' di pressione, ma dal secondo ha iniziato a vincere. Penso che abbia dimostrato di non averne più quando ha vinto in Qatar".
“Ha vinto in Portogallo, ha quasi vinto a Jerez, dove ha avuto il problema della sindrome compartimentale al braccio. Ha vinto al Mugello. Le sue prestazioni sono molto buone e coerenti, perché è stato anche in grado di finire sul podio in una gara bagnata [a Le Mans], che probabilmente non erano le sue condizioni preferite fino a quel momento".
Meregalli apprezza il metodo di lavoro di Quartararo, ma anche la sua capacità di divertirsi in sella alla Yamaha: "Penso che sia molto maturo per avere 22 anni. Vedo come lavora, come prepara le gare con la sua squadra. È stata una sorpresa molto buona. Al momento è molto determinato, ma ciò che mi impressiona di più è che si sta divertendo. Sta lottando in ogni sessione, ma si sta divertendo. Questo è positivo per me.
La buona forma di El Diablo è dovuta anche al miglioramento della Yamaha.
Inconsistente nel 2020, la M1 è ormai una moto regolare su tutti i terreni. Il pilota di Nizza ha vinto su piste opposte come il Mugello - dove privilegia la potenza a causa del suo lunghissimo rettilineo - e Assen - una pista dove l'agilità della moto fa la differenza.
"Dopo la delusione dell'anno scorso, volevamo davvero avere un pacchetto migliore nel 2021, più veloce e più consistente, perché abbiamo sofferto di questo l'anno scorso. Penso di poter dire [...] che abbiamo raggiunto entrambi gli obiettivi. Siamo stati in grado di vincere le gare su circuiti veloci, ma anche su circuiti come Assen, dove è necessario un buon inserimento in curva. Abbiamo fatto del lavoro di sviluppo. Abbiamo introdotto il sistema di uscita anteriore, che ci ha dato buoni risultati. Nel complesso, siamo soddisfatti.
condivisioni
commenti
KTM: “Sosterremo l’approdo di Petrucci alla Dakar”
Articolo precedente

KTM: “Sosterremo l’approdo di Petrucci alla Dakar”

Prossimo Articolo

Barcellona ospita un test privato per alcuni piloti MotoGP

Barcellona ospita un test privato per alcuni piloti MotoGP
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021