Quartararo: “Ducati difficile da battere sul bagnato”

Fabio Quartararo chiude il venerdì di libere nelle retrovie e manca l’obiettivo di essere in top 10 da subito. Lamenta problemi con la sua Yamaha in condizioni miste e teme di doversi piegare a una Ducati che sembra imbattibile su pista bagnata.

Quartararo: “Ducati difficile da battere sul bagnato”

Arrivava a Misano come uno dei grandi favoriti, ma Fabio Quartararo non è andato oltre la 16esima posizione nella classifica combinata del venerdì di libere. Sotto l’acqua il leader del mondiale non si è trovato a proprio agio, chiudendo la giornata inaugurale del Gran Premio dell’Emilia Romagna a più di un secondo e mezzo dal leader Jack Miller.

Il pilota d’oltralpe si presenta così alle FP3 del sabato fuori dalla top 10 e virtualmente anche fuori dalla Q2. La terza sessione di prove libere sarà chiave per agguantare l’accesso diretto all’ultima e decisiva fase di qualifica, ma il portacolori Yamaha ha lamentato diversi problemi sulla sua M1 in condizioni miste, sentendosi invece ottimista sul bagnato: “Sinceramente, sono contento su pista bagnata, perché oggi pomeriggio mi sono sentito bene da subito sulla moto. Ero settimo prima di fermarmi, quindi sono soddisfatto”.

Leggi anche:

“Quando la pista ha iniziato ad asciugarsi però si guida una moto totalmente diversa, e questo potete chiederlo a tutti i piloti Yamaha. La moto non gira, non ha aderenza. Tutte le cose negative che può avere, le ha. Sotto la pioggia vera, non direi che sono estremamente felice, ma abbiamo fatto dei progressi rispetto all’ultima volta. Ma in condizioni miste non so perché andiamo così male”.

Quartararo resta così nelle posizioni di rincalzo, mostrandosi piuttosto deluso per il mancato obiettivo e per un confronto con il suo diretto rivale, la Ducati, molto più in forma: “Ho fatto il mio massimo per essere in top 10, era l’obiettivo. Ma da quando ci siamo fermati per montare la media all’anteriore e una nuova morbida al posteriore, è andata male anche se pensato che potesse essere il momento giusto. Non avevo grip, ero almeno un secondo più lento su pista più asciutta. Sinceramente sono un po’ deluso di non essere fra i primi dieci, ma penso che sia positivo per il futuro, perché non si ha tutti i giorni la possibilità di girare su pista umida, non ci sono molte giornate così”.

Ho fatto del mio meglio, ma qualcosa non va – prosegue rivelando che il problema è generale – Bisogna trovare qualcosa per le condizioni miste. Le Ducati sono troppo difficili da battere, perché hanno la potenza dell’accelerazione. Si sente ancora di più sotto la pioggia che sull’asciutto. Non solo io, ma tutti i piloti Yamaha non sono stati efficaci su pista umida. Dobbiamo capire perché abbiamo questi problemi in queste condizioni. Dobbiamo identificare il problema per risolverlo e progredire”.

condivisioni
commenti
Rossi: "Limite d'età giusto, ma 18 anni forse sono troppi"
Articolo precedente

Rossi: "Limite d'età giusto, ma 18 anni forse sono troppi"

Prossimo Articolo

Bagnaia: "Ordini di scuderia? Spero davvero di no!"

Bagnaia: "Ordini di scuderia? Spero davvero di no!"
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021