Quartararo deluso: “Feeling strano con la gomma”

Fabio Quartararo si è dovuto accontentare dell'ottava posizione ad Aragon, al termine di una gara che lo ha visto decisamente meno efficace rispetto ai suoi diretti rivali, che hanno rosicchiato qualche punto in classifica. Ancora saldamente al comando delle generale, il pilota Yamaha vuole capire il motivo della mancanza di prestazione in gara.

Quartararo deluso: “Feeling strano con la gomma”

Il Gran Premio di Aragon non è certo da annoverare tra i fine settimana da sogno per Fabio Quartararo, che in gara ha chiuso fuori dal podio mentre il suo diretto rivale in classifica trionfava per la prima volta in carriera. Il tracciato di Motorland è sempre stato un po’ indigesto al pilota Yamaha, che anche quest’anno fatica a mandarlo giù, dovendosi accontentare dell’ottava posizione.

El Diablo scattava dalla prima fila, ma una partenza non particolarmente fulminea e un feeling non perfetto con la moto non gi hanno permesso di lottare per il podio, piazzamento a cui ambiva in questa domenica aragonese: “Dopo il warmup mi aspettavo di lottare per il podio, perché avevo delle sensazioni molto buone, con gomme usate mi sentivo alla grande e riuscivo a gestire benissimo la gomma dopo 26 giri. Ma dall’inizio della gara il mio posteriore non lavorava normalmente. Quindi sono andato sempre più indietro. L’unica cosa positiva di oggi è che ho lottato per la mia posizione. Non mi sono mai arreso, anche quando ero settimo, ottavo, nono. Ho lottato fino alla fine, questa è stata la cosa positiva”.

Il leader del mondiale paga 16 secondi e mezzo dal vincitore del mondiale e primo avversario nella classifica. Quest’ultima dà ancora ragione al pilota d’oltralpe, che resta al comando con 52 punti di vantaggio. Ma, se in altre occasioni quest’anno ha limitato i danni su piste non particolarmente favorevoli, oggi fermare i rivali è stato impossibile.

“Non definirei questa gara un disastro – afferma – perché rispetto allo scorso anno c’è stato qualcosa di diverso. Oggi qualcosa è andato storto. Lo scorso anno e nel 2019 è stato tutto normale, a parte gli errori della gomma anteriore, ma non so cosa possa essere successo oggi, nel primo giro sembrava che la gomma non lavorasse in maniera adeguata. Dobbiamo fare un’analisi approfondita e non voglio lamentarmi, ma onestamente mi sono sentito strano dal primo all’ultimo giro”.

Quartararo analizzerà con Yamaha quanto successo in gara, perché rivela di non conoscere ancora il motivo del suo crollo di prestazione nella domenica pomeriggio di Aragon: “Non voglio dire che sia colpa della gomma, ma la sensazione che ho avuto oggi non l’ho mai avuta per tutto il weekend. Già dal primo giro non riuscivo a frenare bene, non avevo grip, non avevo trazione. Quindi, qualcosa per noi è andato storto. Poi superare per noi è abbastanza difficile, perché dalla Curva 15 alla Curva 1 perdiamo tre o quattro decimi, allora devo recuperare nelle curve e non posso superare. È un po’ difficile”.

Tuttavia, Quartararo guarda l’aspetto positivo e considera il fatto che nelle ultime gare aveva sempre ampliato il proprio vantaggio in classifica. Sapeva che prima o poi avrebbe perso qualche punto per strada a favore dei rivali: “Non è un disastro, può succedere. A Silverstone, con il mio manager commentavo il fatto che dal Sachsenring abbiamo sempre incrementato il nostro vantaggio in classifica, anche in Austria lo abbiamo fatto. Quindi abbiamo detto che può succedere che anche noi perdiamo qualcosa ogni tanto, eravamo arrivati in Germania con 10 punti di vantaggio e abbiamo incrementato fino a 65 punti. Può succedere di perdere punti. Direi che non è un disastro, solo qualcosa per cui dobbiamo essere in grado di capirne il motivo. Oggi ho lottato anche solo per un punto in più, e queste gare in cui non si molla mai sono importanti per il campionato”.

condivisioni
commenti
Mir bacchetta Suzuki: "Voglio di più del terzo posto"
Articolo precedente

Mir bacchetta Suzuki: "Voglio di più del terzo posto"

Prossimo Articolo

Rossi: "Io smetto, ma lascio due top rider alla MotoGP"

Rossi: "Io smetto, ma lascio due top rider alla MotoGP"
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021