Quartararo: “Così troppo difficile, dobbiamo cambiare direzione”

Fabio Quartararo è solamente sedicesimo al termine del venerdì di libere a Valencia e lamenta mancanza di feeling e modifiche poco efficaci. Il sogno iridato sfuma per il pilota Yamaha, che non riesce ad individuare il problema sulla sua M1.

Quartararo: “Così troppo difficile, dobbiamo cambiare direzione”

Nel fine settimana del primo match point per Joan Mir, Fabio Quartararo vede le sue opzioni di titolo sempre più lontane. Nel Gran Premio di Valencia, il pilota del team Petronas cercava il riscatto dopo la delusione della scorsa settimana sempre al Ricardo Tormo, tracciato che attendeva con ottimismo. Ma il venerdì di libere è stato tutt’altro che soddisfacente, con un 16esimo sia nella prima sia nella seconda sessione, a sette decimi dalla vetta.

Il pilota d’oltralpe ha lamentato ancora una volta mancanza di feeling, oltre a non aver sentito alcuna differenza nelle modifiche apportare durante i due turni: “Il feeling non era buono ed è stato un po’ strano, perché generalmente quando facciamo grandi cambiamenti sulla moto li sentiamo. Ma stavolta li abbiamo fatti, ma il feeling era lo stesso, né meglio né peggio. Abbiamo iniziato le FP1 con la stessa base di domenica, poi abbiamo fatto qualche modifica, abbiamo provato qualche mappe, abbassata sul davanti, molte cose che generalmente non facciamo. Dobbiamo parlare bene con il team per i piani di domani, ma sicuramente dovremo provare qualcosa fuori dal normale che non abbiamo mai provato. Non è facile capire perché abbiamo questo problema, perché non lo abbiamo mai avuto. Dobbiamo capire che direzione prendere per la terza sessione di prove libere, ma sicuramente qualcosa di estremo”.

Leggi anche:

Quartararo vede sfumare il sogno iridato, trovandosi a 37 lunghezze da Mir e con un divario tecnico che al momento non gli permette di lottare: “Sono preoccupato? Sì, un po’, perché generalmente sappiamo il motivo per cui abbiamo problemi. Non abbiamo molti punti positivi che ci permettano di dire che possiamo fare la differenza. Uno dei problemi maggiori è che lo scorso anno si poteva adattare il setup di base, ma quest’anno il margine per far lavorare la moto è molto ristretto. Si passa dal lottare per la vittoria al lottare per i punti e questo è difficile da capire. Inoltre nelle gare doppie vediamo che tutti migliorano, ma noi no”.

“Abbiamo avuto un venerdì davvero complicato – prosegue il portacolori Petronas – forse è il primo in cui faccio così tanta fatica. Perché normalmente quando proviamo il time attack con le gomme nuove vediamo un miglioramento, invece stavolta non è stato così. Ho avuto molte difficoltà, ma è molto più complicato adattarsi alla moto rispetto allo scorso anno”.

Nonostante i problemi, Fabio Quartararo afferma di avere una moto con un grande potenziale: “Per Yamaha è stato un anno difficile, per il Covid, per altri problemi sulla moto. Non è stato un anno facile per nessuno nel team, posso capirlo. Ma sento che comunque il supporto c’è stato. Per quanto mi riguarda, il mio modo di lavorare deve cambiare un pochino, devo essere più aggressivo, prendere più rischi. Vedremo dopo Portimao, ma dobbiamo andare in una direzione diversa, per avere più regolarità e costanza sulla moto. C’è da dire che Yamaha ha comunque un buon potenziale, perché quando tutto va bene, vince. Abbiamo conquistato sei successi, che è quasi la metà delle gare del campionato, quindi non possiamo dire che la moto non sia buona, ma ci manca qualcosa per migliorare”.  

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
1/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
2/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
3/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
4/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
5/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
6/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
7/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
8/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
9/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
10/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
11/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
12/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
13/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
14/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
15/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
MotoGP, Valencia, FP2: Miller vola, bene le Ducati. Cade Mir
Articolo precedente

MotoGP, Valencia, FP2: Miller vola, bene le Ducati. Cade Mir

Prossimo Articolo

Dovizioso: "Causa a Ducati? Se parlo il mio manager mi uccide..."

Dovizioso: "Causa a Ducati? Se parlo il mio manager mi uccide..."
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021