MotoGP
06 ago
Evento in corso . . .
G
GP d'Austria
13 ago
Prossimo evento tra
6 giorni
G
GP di Stiria
21 ago
Prossimo evento tra
14 giorni
G
GP di San Marino
10 set
Prossimo evento tra
34 giorni
G
GP dell'Emilia Romagna
18 set
Prossimo evento tra
42 giorni
25 set
Prossimo evento tra
49 giorni
G
GP di Thailandia
02 ott
Canceled
09 ott
Prossimo evento tra
63 giorni
G
GP di Aragon
16 ott
Prossimo evento tra
70 giorni
G
GP di Teruel
23 ott
Prossimo evento tra
77 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
Canceled
G
GP d'Europa
06 nov
Prossimo evento tra
91 giorni
G
GP di Valencia
13 nov
Prossimo evento tra
98 giorni
20 nov
Canceled

Puig: “Marc non ha nulla di cui pentirsi, lo ammiriamo molto”

condivisioni
commenti
Puig: “Marc non ha nulla di cui pentirsi, lo ammiriamo molto”
Di:
20 lug 2020, 16:22

Alberto Puig commenta il fine settimana di Jerez, in cui Marc Marquez ha mostrato una netta superiorità sugli avversari, prima di cadere ed infortunarsi complicando la stagione.

Il Gran Premio di Spagna doveva essere il punto di partenza per una nuova stagione di dominio, ma per Marc Marquez si è trasformato in un incubo: la grande rimonta dalla 16esima alla terza posizione è finita nella ghiaia alla Curva 3 a pochi giri dal termine. Il campione del mondo in carica è stato sbalzato via dalla moto in un brutto high side in cui ha rimediato la frattura dell’omero con un probabile interessamento del nervo.

Marquez sarà costretto ad operarsi domani e salterà la seconda gara dell’anno, in programma il prossimo weekend sempre a Jerez. Per Honda non è sicuramente l’inizio di stagione sperato, anzi. La speranza è che Marc possa tornare in pista a Brno, ma bisognerà attendere l’esito dell’intervento chirurgico e capire quali saranno i tempi di recupero.

Alberto Puig, team manager Honda, commenta il primo weekend del 2020, che insieme all’infortunio di Marc ha visto Alex, esordiente nella classe regina, raccogliere i suoi primi punti: “La strategia era quella di iniziare bene la gara e provare a dominare fino alla fine. Stava succedendo proprio questo, fino a quando Marc non è uscito di pista dopo pochi giri, non ce lo aspettavamo. La priorità di Alex invece era finire la gara, subito dopo l’obiettivo era finire vicino al gruppo di piloti che lottavano per i punti. È un buon risultato per essere la sua prima gara e siamo tutti contenti per lui”.

“L’aspetto negativo del weekend penso sia chiaro, è l’infortunio di Marc. Questa è una cosa davvero brutta. Quando si ha un pilota infortunato non c’è quasi nulla di positivo. Dall’altra parte però, abbiamo visto tutti il suo livello. In Qatar qualcuno dubitava del suo rendimento, invece questo fine settimana è stato chiaro a tutti che non c’è alcun dubbio sulle sue capacità. La Honda RC213V ed anche lui sono chiaramente un passo avanti agli altri. Non era solo un po’ più veloce, era molto più veloce di tutti gli altri. La differenza, piaccia o no, continua ad aumentare anno dopo anno”.

Puig commenta l’escursione sulla ghiaia, che ha portato Marquez a rimontare dando prova del grande talento. “Quando è uscito di pista ha avuto bisogno di un paio di giri per recuperare la concentrazione. Ma abbiamo visto che raggiungeva tutti i piloti che aveva davanti. Se ci fossero stati 4 o 5 giri in più avrebbe ripreso anche Quartararo, visto che andava un secondo più veloce. Sappiamo che tipo di pilota abbiamo, oggi ha dimostrato chi è una volta di più. Ma ora deve riposare, provare a recuperare e appena sarà pronto tornerà a lottare per la vittoria. Queste cose succedono quando sei Marc Marquez, lui fa cose eccezionali. Non ha niente da recriminarsi, il nostro team ha un grande rispetto ed ammirazione per ciò che fa”.

Leggi anche:

Il Gran Premio di Andalusia sarà il secondo appuntamento della stagione, che ancora non vede la possibilità di un’apertura al pubblico. L’atmosfera surreale sicuramente non è passata inosservata, anzi: “È stato un fine settimana molto strano, senza appassionati sulle tribune e nel paddock, ma noi ci siamo adattati a questa situazione. Gli organizzatori hanno fatto un buon lavoro con il protocollo di prevenzione. Tutti seguono le regole e siamo in sicurezza nel paddock".

"Il team Repsol Honda ha fatto un ottimo lavoro di preparazione nel cambiare le routine, seguendo le istruzioni fornite da Dorna. Voglio ringraziare tutti i nostri sponsor, amici e tutte le persone che hanno continuato a sostenerci in questo periodo di stop. Ora dobbiamo affrontare l’infortunio di Marc, ma queste sono le gare, siamo un team forte e lo supereremo”.

Guarda il Gran Premio Red Bull di Andalusia live su DAZN. Attiva ora

Scorrimento
Lista

Marc Marquez, Repsol Honda Team, Alex Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team, Alex Marquez, Repsol Honda Team
1/28

Foto di: Honda Racing

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
2/28

Foto di: Honda Racing

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
3/28

Foto di: Honda Racing

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
4/28

Foto di: Honda Racing

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
5/28

Foto di: Honda Racing

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
6/28

Foto di: Honda Racing

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
7/28

Foto di: Honda Racing

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
8/28

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
9/28

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
10/28

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
11/28

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
12/28

Foto di: MotoGP

Marc Marquez, Repsol Honda Team, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Marc Marquez, Repsol Honda Team, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
13/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
14/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
15/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team, Rossi

Marc Marquez, Repsol Honda Team, Rossi
16/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
17/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team

Alex Marquez, Repsol Honda Team
18/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team

Alex Marquez, Repsol Honda Team
19/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team

Alex Marquez, Repsol Honda Team
20/28

Foto di: MotoGP

Alex Marquez, Repsol Honda Team

Alex Marquez, Repsol Honda Team
21/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team

Alex Marquez, Repsol Honda Team
22/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team

Alex Marquez, Repsol Honda Team
23/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team

Alex Marquez, Repsol Honda Team
24/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team

Alex Marquez, Repsol Honda Team
25/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team

Alex Marquez, Repsol Honda Team
26/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team

Alex Marquez, Repsol Honda Team
27/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team

Alex Marquez, Repsol Honda Team
28/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Audience Sky: la Formula 1 batte la MotoGP in tv

Articolo precedente

Audience Sky: la Formula 1 batte la MotoGP in tv

Prossimo Articolo

Report MotoGP: Marquez fa crac, ora chi ne approfitta?

Report MotoGP: Marquez fa crac, ora chi ne approfitta?
Carica commenti