MotoGP | Pramac ferita dalla partenza di Guidotti verso la KTM

Paolo Campinoti, proprietario del Pramac Racing in MotoGP, è rammaricato per il modo in cui Francesco Guidotti ha lasciato la squadra per andare a prendere il ruolo di team manager in KTM.

MotoGP | Pramac ferita dalla partenza di Guidotti verso la KTM
Carica lettore audio

Un paio di settimane fa e a pochi giorni di distanza l'uno dall'altro, la KTM ha annunciato l'uscita di Mike Leitner, che fino ad allora aveva ricoperto il ruolo di racing director, e l'arrivo di Francesco Guidotti come nuovo team manager.

Una mossa che è stata una sorpresa per la maggior parte del paddock della MotoGP, e anche per Paolo Campinoti, che ha scoperto l'uscita di scena di uno degli uomini chiave della squadra solamente poco prima che fosse resa ufficiale.

Anche se Guidotti era stato in trattativa con diverse squadre nel corso della stagione, il CEO di Pramac era fiducioso che avrebbe continuato con la squadra. Qualcosa che però alla fine non accadrà.

"La delusione di Paolo è enorme, ma soprattutto a livello personale", ha detto a Motorsport.com qualcuno vicino a Campinoti. "Francesco è stato in Pramac per quasi dieci anni, da qui la delusione quando ha scoperto che avrebbe lasciato il team per la KTM alla fine di novembre. E' un peccato, perché la sua partenza significa una ristrutturazione dell'organizzazione", ha aggiunto questa voce pienamente qualificata.

Leggi anche:

La figura che guadagnerà più peso all'interno del team sarà quella di Fonsi Nieto, che fino ad ora era stato il coach dei piloti e ora diventerà team manager. Le altre funzioni, più legate alla logistica, saranno assunte da altri membri del team che hanno più esperienza.

Nonostante la visibilità di Guidotti, che in molte occasioni ha agito come portavoce di Pramac, il fatto che sia Jorge Martin che Johann Zarco abbiano contratti direttamente con Ducati significa che la sua uscita di scena non deve essere vista come un qualcosa di traumatico su base quotidiana.

Guidotti, che era il team manager di Pramac ai test pre-stagionali del mese scorso, non faceva comuque parte del gruppo Ducati che lavorava sugli aspetti tecnici della Desmosedici GP, una circostanza che riguarda il marchio di Borgo Panigale, che non teme la minaccia delle informazioni che potrà portare alla KTM.

Infatti, il costruttore bolognese considera l'arrivo a Mattighofen di Fabiano Sterlacchini come direttore tecnico, dopo aver lasciato la Ducati nel 2019, più compromettente di quello di Guidotti.

condivisioni
commenti
Pagelle MotoGP | Suzuki plafonata, Mir ci prova ma non basta
Articolo precedente

Pagelle MotoGP | Suzuki plafonata, Mir ci prova ma non basta

Prossimo Articolo

Jarvis: "Curioso di vedere come Ducati gestirà MotoE e 8 MotoGP"

Jarvis: "Curioso di vedere come Ducati gestirà MotoE e 8 MotoGP"
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021