Poncharal: “Spero che Petrucci stia meglio in KTM che in Rosso”

Hervé Poncharal archivia la stagione 2020 con due vittorie firmate Miguel Oliveira, ma dal 2011 conterà su Danilo Petrucci, che approda nel team KTM Tech3 dopo molti anni in Ducati. Il team principal vuole continuare la striscia positiva anche con il ternano.

Poncharal: “Spero che Petrucci stia meglio in KTM che in Rosso”

La stagione 2020 della MotoGP è stata indubbiamente particolare, ma di certo non sono mancate le soddisfazioni in casa Tech 3, che ha archiviato quest’anno con ben due vittorie. Entrambe sono firmate Miguel Oliveira, certamente la grande rivelazione del 2020, che dal prossimo anno passerà al team KTM ufficiale. La squadra di Hervé Poncharal è salita sul gradino più alto del podio per la prima volta nel Gran Premio di Stiria, confermandosi nell’ultimo appuntamento della stagione proprio con il portoghese.

Si tratta di risultati forse inaspettati ma che rendono sicuramente il morale alto: “È qualcosa in cui non credevamo – ammette Poncharal parlando della collaborazione con KTM per il suo secondo anno – Abbiamo iniziato un programma con loro all'inizio del 2019. La moto era lontana dall'essere competitiva e sapevamo che la strada sarebbe stata relativamente lunga. Insieme abbiamo fatto un ottimo lavoro. Tanto di cappello a tutti i tecnici KTM, tanto di cappello ai piloti che sono stati coinvolti in tutto il percorso”.

Percorso che dal 2021 si interromperà per Miguel Oliveira, ma al suo posto troveremo Danilo Petrucci. Il ternano ha concluso a Portimao la sua ultima stagione con Ducati e, a partire già dai prossimi test in programma a Sepang e fino ad ora confermati a febbraio, salirà in sella alla KTM del Team Tech3. Poncharal ricorda con immensa gratitudine il lavoro svolto dal portoghese: “La storia tra un team ed un pilota è quella di una famiglia, praticamente una storia d’amore. I rapporti  si creano o meno e alcuni sono molto forti, come alcuni che si sono creati fra Tech3 e Miguel Oliveira. Quando poi arrivano i risultati è ancora meglio. Abbiamo visto Miguel andar via dopo la prestazione del GP del Portogallo...sapevamo che era l’ultima, la più bella, l’abbiamo celebrata con felicità per quanto avevamo fato, ma eravamo tristi nel sapere che non avremmo continuato questa avventura. La fine di questi percorsi è sempre triste, ma nel nostro lavoro le coppie si creano e si disfano facilmente e l’anno prossimo avremo Danilo Petrucci”.  

Nello stesso tempo però, il team principal Tech3 è pronto a ripartire per una nuova avventura, che vede a bordo Danilo Petrucci, pilota di grande esperienza. Poncharal è infatti convinto del fatto che potrà dare un contributo importante allo sviluppo: “È un bravo ragazzo che come amico al momento mi piace molto. Non ho mai lavorato con lui prima. Naturalmente ha esperienza con la Ducati perché è lì da molto tempo e so che Pramac gli piaceva molto. Gli parleremo, lavoreremo con lui e spero che si senta meglio in arancione che in rosso. Ha vinto due gare, una al Mugello sull'asciutto e Dio solo sa se è stato bello, e una a Le Mans sotto la pioggia”.

“La sua stagione è stata un po' disomogenea, l'ultima gara è stata molto deludente per lui e per tutti. Sappiamo anche che c'è molto affetto, ci sono molte cose in corso, ed era la sua ultima, stava già salutando tutti e aveva la testa verso il 2021. Avremmo voluto poter provare con lui dopo l'ultimo Gran Premio, ma la situazione sanitaria non lo ha permesso, quindi aspetteremo fino a febbraio per vederlo in moto - a Sepang, credo - e poi potremo dire di più. Siamo positivi, e dobbiamo esserlo. Faremo tutto il possibile per dargli tutte le armi che gli permettano di fare quello che deve fare”.

Dopo le due vittorie conquistate nel 2020, Tech3 e Poncharal si aspettano di proseguire su questa strada: “Quando si inizia ad assaggiare qualcosa di molto buono, si tiene quel sapore in bocca e tutto quello che si vuole fare è assaggiarlo di nuovo. Non c'è niente di più bello che vincere, questo è quello che cerchiamo, quello che vogliamo. La pressione non la ricevo da nessuno, ce la mettiamo da soli. Siamo stati sotto pressione: abbiamo corso nella classe regina per 20 anni e siamo stati sotto pressione per vincere per 20 anni. Purtroppo ci sono anni in cui lo facciamo e anni in cui non lo facciamo. Non sempre quando si lavora sodo si ottengono i migliori risultati. Il fine settimana a Portimao, non abbiamo fatto molto, è stato come un sogno, e ci sono fine settimana in cui i risultati non sono così buoni e si fa molta più fatica”.

condivisioni
commenti
MotoGP 2020: la top 10 di Motorsport.com Italia

Articolo precedente

MotoGP 2020: la top 10 di Motorsport.com Italia

Prossimo Articolo

Quartararo: "Spero che Yamaha voglia ascoltare la mia opinione"

Quartararo: "Spero che Yamaha voglia ascoltare la mia opinione"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Danilo Petrucci , Miguel Oliveira
Team Tech 3
Autore Lorenza D'Adderio
MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo Prime

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo

Andiamo a scoprire insieme la Griglia di Partenza del Gran Premio del Portogallo, terza prova del campionato del mondo 2021 di MotoGP

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti" Prime

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti"

Intervista esclusiva con Danilo Petrucci, pilota KTM del team Tech3, alla vigilia del GP del Portogallo di MotoGP. Il ternano fa il punto della situazione circa il feeling con la moto austriaca e parla della necessità di percorrere nuove vie per andare a modificare il set-up complessivo, data la sua fisicità totalmente diversa dagli altri piloti KTM

MotoGP
16 apr 2021
Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

MotoGP
15 apr 2021
KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021
Johann Zarco, la leadership della rinascita Prime

Johann Zarco, la leadership della rinascita

In soli 18 mesi, Johann Zarco è passato da un estremo all'altro in MotoGP, da pilota ritrovatosi senza moto a raggiante leader del campionato all’inizio del 2021. Ma il Gran Premio di Losail ha visto soprattutto il ritorno alla ribalta di un uomo ritrovato.

MotoGP
9 apr 2021
Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir Prime

Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir

Nonostante la decisione della Suzuki di non fare appello contro il rifiuto della Race Direction di penalizzare Jack Miller dopo l'incidente con Joan Mir a Losail, dovrebbe essere fatto qualcosa per evitare il ripetersi di qualcosa del genere, che sarebbe potuto finire facilmente in tragedia.

MotoGP
7 apr 2021
Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail Prime

Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail

Andiamo a scoprire come mai le due Ducati ufficiali sono da considerarsi le vere sconfitte della doppia gara di MotoGP disputatasi sul tracciato qatariota di Losail. In una pista amica come quella araba, a brillare sono state altre Desmosedici di Borgo Panigale, non quelle che ci si sarebbe aspettati...

MotoGP
6 apr 2021