Poncharal: "Nel 2017 vorrei Espargaro e un giovane dalla Moto2"

Abbiamo intervistato Hervé Poncharal, boss del team Tech3, che ci ha parlato del mercato piloti per completare la propria line up 2017. Pol Espargaro potrebbe rimanere, ma affiancato da chi? Ecco i nomi papabili...

A pochi giorni dall'avvio del quinto fine settimana di gara della MotoGP, previsto sul tracciato Ettore Bugatti di Le Mans, abbiamo avuto ai nostri microfoni Hervé Poncharal, boss del team Yamaha Tech3, e abbiamo fatto il punto sul mercato piloti della prossima stagione.

Perso Bradley Smith, che passerà alla KTM per divenire pilota di un team ufficiale nell'anno di rientro della casa austriaca nella classe regina delle due ruote, la scuderia transalpina dovrà ovviare a questa partenza e delineare la line up piloti 2017. Tech3 potrebbe dunque partire da una base solida nel 2017: Pol Espargaro.

"Ho un rapporto eccellente con Pol, che, secondo me, è un pilota eccellente. Per me sarebbe ideale sostituire Bradley Smith (destinato a diventare pilota ufficiale KTM) con un giovane pilota proveniente dalla Moto2 e tenere Pol per la quarta stagione. Quello che sta facendo in questa stagione è certamente meglio di quanto ha mostrato nel 2015. E' più consistente, diventa sempre più forte ed è spesso il miglior pilota dei team privati. Ha lavorato molto bene nei test di Jerez questo lunedì, concentrandosi sulla guidabilità della moto sfruttando gomme piuttosto vecchie".

"Nelle FP3 di Jerez, Pol ha fatto un giro alle spalle di Marquez e il suo giro è stato fantastico. Era il terzo più veloce nella sessione, anche se poi non è riuscito a ripetersi nelle Qualifiche. Perché quando ha seguito Marquez ha mostrato di avere determinate qualità in termini di guida e di avere un pacchetto in grado di battere anche Lorenzo e Rossi? Deve migliorare in termini di guida".

Poncharal guarda spesso con grande interesse alla categoria di mezzo del Motomondiale, essendo convinto che sia il bacino da cui prelevare i migliori giovani talenti per la MotoGP. Al momento, però, i nomi papabili per rimpiazzare Smith sembrano essere solo quattro e non tutti sono ancora disponibili.

"Non ci sono molti piloti interessanti in Moto2. Solo 3 o 4. C'è Sam Lowes, ma è già sotto contratto con Aprilia per il 2017 e il 2018. C'è Johann Zarco, che è il campione in carica e che è davvero molto, molto forte. Ma sembra abbastanza sicuro che abbia formato un pre-contratto con Suzuki per la prossima stagione. C'è Alex Rins, un giovane pilota di talento, ma che finora dice che correre per una squadra non ufficiale non sia un'opzione percorribile. Il quarto è Jonas Folger. Per quanto riguarda gli altri piloti, non pensi certo di poterli mettere su una MotoGP. Questi sono i nomi più probabili per la MotoGP del prossimo anno. Hanno talento e sono abbastanza giovani per imparare e migliorare nella classe regina del Motomondiale".

La Superbike, invece, offre un solo, vero nome appetibile per il team francese: l'olandese Michael van der Mark. Ma il mondiale dedicato alle derivate di serie non appare ancora così appetibile come invece risulta essere e sarà in futuro la Moto2.

"In Superbike c'è un giovane pilota interessante: Michael van der Mark. Tutti gli altri sono stati qui per molto tempo e, per quanto mi riguarda, non erano adatti a questa categoria. Oppure hanno cercato di correre in MotoGP e poi hanno optato per la Superbike. Per me la serie che alimenta di piloti la MotoGP è la Moto2. Il prossimo anno arriveranno piloti dalla Moto3 come Bastianini, Bagnaia, Fenati Quartararo, Navarro... Sono super talenti e presto saliranno in Moto2. Forse, nella categoria di mezzo, ci rimarranno solo un anno come Vinales, per poi passare immediatamente in MotoGP".

Intervista a cura di Lena Buffa

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP di Francia
Circuito Le Mans Circuit Bugatti
Piloti Pol Espargaro
Team Tech 3
Articolo di tipo Intervista