Pol Espargaro: "Ho fatto troppi errori nel giro secco"

Lo spagnolo non ha brillato al termine delle FP2 ed ha chiuso con un modesto diciassettesimo crono frutto di una scarsa conoscenza della Honda e di troppi errori commessi nel giro secco.

Pol Espargaro: "Ho fatto troppi errori nel giro secco"

Il pilota della Honda ha fatto il suo debutto la scorsa settimana sulla RC213V riuscendo a passare direttamente alla Q2, ma questo fine settimana, sullo stesso circuito, non è stato in grado di eguagliare le prestazioni dello scorso weekend e ciò significa che quasi certamente dovrà riuscire a superare lo scoglio della Q1 se vorrà sperare in un buon piazzamento sulla griglia domani.

Espargaró ha ammesso alla fine della giornata di ieri di non essere stato abbastanza veloce sul giro secco ed ha parlato di un problema già visto l'anno scorso, anche in occasione dell'ultimo Gran Premio.

"Con le gomme preriscaldate ho un certo feeling, ma quando passo alle gomme nuove la moto si comporta diversamente e non sono in grado di trarne vantaggio", ha spiegato il pilota della Honda.

"Oggi, purtroppo, ho fatto troppi errori nel giro in cui avrei dovuto fare bene. Domani avremo le gomme specifiche per le qualifiche", ha aggiunto.

 

Al suo secondo Gran Premio sulla Honda, Pol sta ancora scoprendo i segreti della moto e questa mancanza di esperienza può aver contribuito alla sua esclusione dalla Q2.

"Quando metto la gomma per cercare il tempo devo essere perfetto in curva perché gli pneumatici hanno troppo grip. Al momento sto ancora lottando. Lo scorso fine settimana sono riuscito a fare bene il primo giorno, ma quando ho cercato di spingere di più ho fatto fatica. Inoltre commetto errori stupidi che mi fanno perdere più tempo di quello che guadagno, e questo non aiuta. Sul passo gara non ho tanti problemi, ma nel time attack mi manca ancora esperienza ".

Nel poco tempo in cui Polyccio è stato alla Honda, è stato molto critico con se stesso, mettendo troppa pressione su di sé senza che gli sia stato chiesto di farlo.

"Forse sì, ma è sempre stato così anche quando ero in KTM . Questo dipende dalla personalità di ogni pilota. Io ho sempre voluto vincere, pretendo sempre il massimo da me stesso. Lo scorso fine settimana in gara abbiamo avuto il ritmo per finire nei primi cinque, ma ci è mancata la velocità sul giro secco per partire più avanti in griglia”.

"Il gap che ci separa dalla gloria al disastro è stato di due decimi. E’ un nulla ed è questo che mi rende nervoso e che mi fa più arrabbiare. Siamo vicini a chiudere quel gap ma mi manca quello slancio per emergere nel time attack. E’ un qualcosa che non ho in questo momento".

Leggi anche:

Nonostante sia un po' sopraffatto, Pol spera di ribaltare le cose questo sabato.

"Era importante disputare una buona FP2 per essere in Q2 e per essere nelle prime posizioni per la gara. Purtroppo ho fatto troppi errori e non sono riuscito a fare il giro perfetto. Domani avremo altro lavoro da fare. La settimana scorsa Taka Nakagami è riuscito a ribaltare la situazione e sono fiducioso di poterlo fare anche io. Se ci riuscirò penso che potremo avere una gara migliore”.

Nonostante la difficoltà di superare il turno in Q1, Espargaró crede di essere in grado di riuscirci.

"La Q1 è sempre molto complicata, ci sono piloti molto veloci sul giro secco e questa volta ci sono quattro o cinque di noi che sono in grado di passare. Sarà una mini finale, è di questo che si tratta. Se non fossi capace direi che è complicato, ma se farò il giro che sono consapevole di poter fare riuscirò ad entrare in Q2, altrimenti dovremo lottare in gara", ha detto il pilota di Granollers.

Pol Espargaro, Repsol Honda Team

Pol Espargaro, Repsol Honda Team
1/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Repsol Honda Team

Pol Espargaro, Repsol Honda Team
2/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Repsol Honda Team

Pol Espargaro, Repsol Honda Team
3/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Repsol Honda Team

Pol Espargaro, Repsol Honda Team
4/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Repsol Honda Team

Pol Espargaro, Repsol Honda Team
5/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Repsol Honda Team

Pol Espargaro, Repsol Honda Team
6/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Repsol Honda Team

Pol Espargaro, Repsol Honda Team
7/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Repsol Honda Team

Pol Espargaro, Repsol Honda Team
8/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Repsol Honda Team

Pol Espargaro, Repsol Honda Team
9/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Repsol Honda Team

Pol Espargaro, Repsol Honda Team
10/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Aleix Espargaro: "Ho risparmiato una gomma"

Articolo precedente

Aleix Espargaro: "Ho risparmiato una gomma"

Prossimo Articolo

Le gomme preriscaldate creano controversie in MotoGP

Le gomme preriscaldate creano controversie in MotoGP
Carica commenti
Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez? Prime

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Il recupero dell'otto volte campione del mondo procede più a rilento del previsto anche a causa di una Honda poco competitiva. Questo fine settimana però si va al Sachsenring, dove è imbattuto dal 2010 comprese le classi minori: sarà l'occasione giusta per rivederlo al top?

MotoGP
16 giu 2021
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021
Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?" Prime

Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina di Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano il fine settimana dei motori che, tra MotoGP e Formula 1, ha animato il week end. I riflettori si accendono su Marc Marquez, autore di un'altra caduta che ha compromesso il suo GP di Catalunya, segnale che lo spagnolo non è ancora al 100%.Un po' come Valentino Rossi quando fu reduce dall'incidente del Mugello 2010...

MotoGP
9 giu 2021
Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2 Prime

Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2

Andiamo a dare i voti al Gran Premio di Catalunya di MotoGP, dove - oltre alle ottime performance messe i. pista dalla KTM del vincitore, Miguel Oliveira - bisogna andare a giudicare ampiamente insufficiente il comportamento della direzione gara

MotoGP
8 giu 2021
GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica Prime

GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica

Fabio Quartararo firma la quinta pole position del 2021 in sella alla sua Yamaha ufficiale. Il francese apre la prima fila dello schieramento precedendo le ducati di Jack Miller e Johan Zarco

MotoGP
6 giu 2021
Sgarbi, Giani e la decenza del silenzio Prime

Sgarbi, Giani e la decenza del silenzio

La scomparsa di Jason Dupasquier a seguito dell'incidente di cui è stato vittima al Mugello ha alimentato una serie di polemiche e speculazioni - paradossalmente - tra i non addetti ai lavori. Come insegna Bambi, "quando non sai che cosa dire, è meglio che non dici nulla". E sarebbe il caso di apprendere questa regola aurea, soprattutto davanti ad un lutto.

MotoGP
1 giu 2021