Pol Espargaro: "Ho dato tutto, ma ora le Suzuki sono imbattibili"

Il pilota spagnolo della KTM ha chiuso al terzo posto il GP d'Europa di MotoGP, risultando l'unico ad avere il passo per stare dietro alle imprendibili Suzuki di Joan Mir e Alex Rins. Sulla gomma anteriore Pol ha detto: "Un rischio che ha pagato".

Pol Espargaro: "Ho dato tutto, ma ora le Suzuki sono imbattibili"

Chi parte dalla pole position e chiude al terzo posto in un Gran Premio ha sempre un po' di amaro in bocca, ma non è il caso di Pol Espargaro. Il pilota spagnolo della KTM non può essere certo rammaricato, perché battuto dalle sole, imprendibili, Suzuki GSX-RR di Joan Mir e Alex Rins.

Espargaro si è detto soddisfatto anche per la scelta di gomme fatta - non senza azzardi - pochi istanti prima della partenza. La gomma media e, soprattutto, quella anteriore dura, hanno rappresentato una scommessa vinta, perché ha permesso a Pol di esaltare le caratteristiche della sua moto.

"Sono soddisfatto della mia gara. Abbiamo scelto delle gomme mai provate fino alla gara. Avevo la media al posteriore e la più dura all'anteriore messa all'ultimo secondo. Non eravamo convinti di poter fare una buona gara con la media, date anche le temperature in aumento nel corso dell'ultima ora e mezza prima della gara. La pista era vicina ai 30° ed è per quello che abbiamo fatto quella scelta".

Leggi anche:

"Le Suzuki riuscivano a curvare meglio. Io ho faticato soprattutto nella prima parte della corsa. Loro sono andati forte e io ho avuto bisogno di 4-5 giri prima di metterla in temperatura. Sono stato fortunato, però, perché partendo dalla pole sono riuscito a rimanere davanti e a seguirli fino alla fine".

"Le gomme che abbiamo scelto sono state perfette. Sappiamo che KTM non gira come le Suzuki, ma abbiamo qualcosa che Suzuki non ha: freniamo più forte e meglio di loro, ma anche meglio della Yamaha e della Ducati. Per sfruttare questo vantaggio serviva la gomma dura all'anteriore".

"La verità è che ho dato tutto e aver montato la gomma dura all'anteriore è stato un rischio. Se avessi voluto fare una gara normale pensando al campionato sarei partito con una gomma media. Ma volevo vincere, così ho messo la dura. Ma le Suzuki sono fortissime. Ho dato il massimo per tutta la gara e sono comunque contento".

Espargaro non pensa ai rimpianti di una stagione così strana e particolare in cui KTM è riuscita a fare cose eccellenti, specialmente se consideriamo i risultati ottenuti la passata stagione.

"Siamo stati un po' sfortunati con la caduta in Repubblica Ceca causata da Zarco, poi la bandiera rossa nella prima gara in Austria, poi sono arrivato all'ultima curva di Austria 2 davanti a tutti ma poi tutti ricordano cosa sia successo. Abbiamo perso tanti punti, ma anche gli altri con cadute e problemi al motore. Il Motomondiale è così. L'importante è essere consistenti e chiudere sempre in ottima posizione. Sono molto felice di aver aiutato KTM a fare una bella moto. Sono felice per me, ma anche per loro".

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing, Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing, Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
1/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
2/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing, Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing, Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
3/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Polesitter Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Polesitter Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
4/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
5/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
6/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
7/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Polesitter Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Polesitter Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
8/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
9/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
10/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
MotoGP: Mir trionfa nel GP d'Europa ed ipoteca il Mondiale!
Articolo precedente

MotoGP: Mir trionfa nel GP d'Europa ed ipoteca il Mondiale!

Prossimo Articolo

Mir: "La vittoria è arrivata al momento giusto"

Mir: "La vittoria è arrivata al momento giusto"
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021