Pol Espargaro: "Ho dato tutto, ma ora le Suzuki sono imbattibili"

Il pilota spagnolo della KTM ha chiuso al terzo posto il GP d'Europa di MotoGP, risultando l'unico ad avere il passo per stare dietro alle imprendibili Suzuki di Joan Mir e Alex Rins. Sulla gomma anteriore Pol ha detto: "Un rischio che ha pagato".

Pol Espargaro: "Ho dato tutto, ma ora le Suzuki sono imbattibili"

Chi parte dalla pole position e chiude al terzo posto in un Gran Premio ha sempre un po' di amaro in bocca, ma non è il caso di Pol Espargaro. Il pilota spagnolo della KTM non può essere certo rammaricato, perché battuto dalle sole, imprendibili, Suzuki GSX-RR di Joan Mir e Alex Rins.

Espargaro si è detto soddisfatto anche per la scelta di gomme fatta - non senza azzardi - pochi istanti prima della partenza. La gomma media e, soprattutto, quella anteriore dura, hanno rappresentato una scommessa vinta, perché ha permesso a Pol di esaltare le caratteristiche della sua moto.

"Sono soddisfatto della mia gara. Abbiamo scelto delle gomme mai provate fino alla gara. Avevo la media al posteriore e la più dura all'anteriore messa all'ultimo secondo. Non eravamo convinti di poter fare una buona gara con la media, date anche le temperature in aumento nel corso dell'ultima ora e mezza prima della gara. La pista era vicina ai 30° ed è per quello che abbiamo fatto quella scelta".

Leggi anche:

"Le Suzuki riuscivano a curvare meglio. Io ho faticato soprattutto nella prima parte della corsa. Loro sono andati forte e io ho avuto bisogno di 4-5 giri prima di metterla in temperatura. Sono stato fortunato, però, perché partendo dalla pole sono riuscito a rimanere davanti e a seguirli fino alla fine".

"Le gomme che abbiamo scelto sono state perfette. Sappiamo che KTM non gira come le Suzuki, ma abbiamo qualcosa che Suzuki non ha: freniamo più forte e meglio di loro, ma anche meglio della Yamaha e della Ducati. Per sfruttare questo vantaggio serviva la gomma dura all'anteriore".

"La verità è che ho dato tutto e aver montato la gomma dura all'anteriore è stato un rischio. Se avessi voluto fare una gara normale pensando al campionato sarei partito con una gomma media. Ma volevo vincere, così ho messo la dura. Ma le Suzuki sono fortissime. Ho dato il massimo per tutta la gara e sono comunque contento".

Espargaro non pensa ai rimpianti di una stagione così strana e particolare in cui KTM è riuscita a fare cose eccellenti, specialmente se consideriamo i risultati ottenuti la passata stagione.

"Siamo stati un po' sfortunati con la caduta in Repubblica Ceca causata da Zarco, poi la bandiera rossa nella prima gara in Austria, poi sono arrivato all'ultima curva di Austria 2 davanti a tutti ma poi tutti ricordano cosa sia successo. Abbiamo perso tanti punti, ma anche gli altri con cadute e problemi al motore. Il Motomondiale è così. L'importante è essere consistenti e chiudere sempre in ottima posizione. Sono molto felice di aver aiutato KTM a fare una bella moto. Sono felice per me, ma anche per loro".

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing, Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing, Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
1/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
2/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing, Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing, Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
3/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Polesitter Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Polesitter Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
4/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
5/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
6/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
7/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Polesitter Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Polesitter Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
8/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
9/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
10/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
MotoGP: Mir trionfa nel GP d'Europa ed ipoteca il Mondiale!
Articolo precedente

MotoGP: Mir trionfa nel GP d'Europa ed ipoteca il Mondiale!

Prossimo Articolo

Mir: "La vittoria è arrivata al momento giusto"

Mir: "La vittoria è arrivata al momento giusto"
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021