Pol Espargaro: "Avrei firmato per finire i test così"

Pol Espargaro ha descritto la sua prima pre-stagione con la Honda come molto positiva, e crede di avere più o meno tutto sotto controllo in Qatar, anche se teme che sugli altri circuiti avrà bisogno di un po' di tempo per adattarsi.

Pol Espargaro: "Avrei firmato per finire i test così"

Anche se sulla carta c'erano cinque giorni di test a Losail, in pratica si sono ridotti a quattro a causa delle cattive condizioni meteorologiche di venerdì. Oltre ai rookie promossi dalla Moto2, uno dei piloti più colpiti dalla mancanza di chilometri nell'ultima giornata è stato il nuovo arrivato in casa HRC.

Espargaro ha chiuso con il decimo tempo nella classifica combinata, staccato di otto decimi dal miglior crono di Jack Miller, ma con un grande sorriso sul suo volto. Come ha ammesso prima di salire sull'aereo per tornare a casa, nemmeno lui avrebbe immaginato un ingresso in Honda così favorevole come quello che ha avuto.

La maggior parte dei suoi rivali lo hanno indicato la sorpresa di questi test, e molto di loro lo etichettano anche come uno dei candidati a battagliare per il podio nella prima gara della stagione, che si disputerà sempre a Losail tra due settimane.

Pol, naturalmente, non ha avuto la possibilità di completare il programma di test previsto per l'ultima giornata, nella quale ha chiuso solo otto giri. Esclusi gli aspetti tecnici che doveva ancora mettere a punto, non è riuscito ad effettuare la simulazione di gara che normalmente descrive molto bene il livello di ogni pilota. Nonostante i chilometri persi, lo spagnolo ha detto di essere molto soddisfatto dei progressi che ha fatto da quando sabato scorso è salito per la prima volta sulla RC213V.

Leggi anche:

"Prima dell'inizio di questi test era difficile farsi un'idea di come saremmo andati. Ed è chiaro che avrei firmato per finire così dopo solo quattro giorni di test. Penso di parlare per me, ma anche per la mia squadra", ha detto Espargaro, che ovviamente avrebbe voluto sapere come si comporta la sua moto anche sulla distanza di gara.

Per quanto riguarda le suo opzioni in vista della prima gara, il pilota della Honda si vede ad un buon livello, anche se probabilmente non ancora abbastanza competitivo per lottare per una vittoria che sarebbe storica.

"Ovviamente non sono pronto al 100%. Sono lontano dal comprendere appieno questa moto. Le informazioni sono la cosa più preziosa di questo mondo. Puoi avere tutti i soldi del mondo, ma senza le informazioni giuste non servono a molto", ha detto Espargaro.

Tuttavia, Pol sembra convinto che non sarà facile mantenere lo stesso livello quando la MotoGP farà visita ad altre piste, perché ritiene che avrà bisogno di ancora un po' di tempo.

"Ho bisogno di fare più giri per capire dov'è il limite dell'anteriore della moto. Penso che abbiamo la situazione più o meno sotto controllo a Losail, ma dovremo vedere cosa succederà sugli altri circuiti, con asfalti diversi", ha proseguito il #44.

Per "Polyccio" affrontare questa stagione con la tuta HRC ed i colori Repsol è la realizzazione di un sogno che inseguiva da molto tempo.

"Ciò che mi ha colpito di più è stato vedermi con questi colori. Forse la gente non lo vede come qualcosa di simbolico, ma essere seduto lì, sulla sedia dove sono sempre stati i miei idoli, con il mio numero sulla moto e la tuta aracione, è incredibile", ha detto il catalano, sempre più concentrato sullo scoprire la Honda che sulla sua messa a punto: "Non ho ancora provato la nuova aerodinamica con cui ha girato Bradl, per il momento ho preferito evitare".

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
1/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
2/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
3/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
4/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
5/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
6/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Moto accidentada de Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Moto accidentada de Pol Espargaró, Repsol Honda Team
7/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
8/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
9/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
10/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
11/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
12/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
13/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
14/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
15/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
16/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
17/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
18/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
19/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
20/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
21/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
22/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
23/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
24/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
25/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
26/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
27/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
28/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
29/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
30/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
31/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
32/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
33/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
34/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
35/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
36/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
37/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
38/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
39/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
40/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
41/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
42/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
43/50

Foto di: Repsol Media

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
44/50

Foto di: Repsol Media

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
45/50

Foto di: Repsol Media

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
46/50

Foto di: Repsol Media

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
47/50

Foto di: Repsol Media

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
48/50

Foto di: Repsol Media

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
49/50

Foto di: Repsol Media

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
50/50

Foto di: Repsol Media

condivisioni
commenti
Test MotoGP Qatar: Miller comanda la classifica cumulativa

Articolo precedente

Test MotoGP Qatar: Miller comanda la classifica cumulativa

Prossimo Articolo

Mir: "Non siamo meglio di Ducati e Yamaha, ma neanche peggio"

Mir: "Non siamo meglio di Ducati e Yamaha, ma neanche peggio"
Carica commenti
Ecco come KTM ha portato una ricchezza di talenti in MotoGP Prime

Ecco come KTM ha portato una ricchezza di talenti in MotoGP

Formando una scala che va dalla Red Bull Rookies Cup alla MotoGP, KTM ha creato un flusso costante di grandi talenti nelle gare di gran premio che ha portato il marchio austriaco al successo che ci si aspetta dal marchio. Ecco come è andata.

Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP Prime

Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP

I giorni di Danilo Petrucci in MotoGP sembrano contati, KTM sta cercando di riorganizzare completamente il team Tech3 per il 2022. Anche se la stagione 2021 del ternano finora non è stata eccezionale, il gigante italiano è diventato segretamente un top runner in MotoGP nell'ultimo decennio e ha portato con sé una personalità di cui lo sport mondiale ne ha maggior bisogno.

MotoGP
28 lug 2021
Quartararo fa il Marquez della Yamaha Prime

Quartararo fa il Marquez della Yamaha

Fabio Quartararo è l'unica nota positiva in casa Yamaha. Il francese è il vero dominatore di questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP, con cinque pole e quattro vittorie che lo lanciano verso la conquista del titolo iridato. Gli altri tre piloti della casa giapponese, però, sono ben lontani dalla sufficienza...

MotoGP
25 lug 2021
Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021