Pirro: "Wild card? Honda magari vuol farla pagare a Lorenzo"

Il collaudatore della Ducati, Michele Pirro, ritiene che la cancellazione delle wild card per il 2020 sia "una decisione presa con troppo anticipo". E aggiunge: "Honda magari vuol far pagare a Lorenzo il fatto di essere andato in Yamaha Yamaha".

Pirro: "Wild card? Honda magari vuol farla pagare a Lorenzo"

Michele Pirro è arrivato in Ducati nel 2013 e da allora ha partecipato a 17 gare di MotoGP, per lo più facendo delle wild card per la Casa di Borgo Panigale, con la quale ha partecipato a tre gare in ognuna delle ultime tre stagioni.

Per regolamento, le squadra ufficiali hanno a disposizione tre wild card all'anno, tante quante ne avrebbe dovute fare Pirro sulla Desmosedici GP20 quest'anno: Mugello, Misano e Valencia.

Tuttavia, venerdì scorso la MotoGP ha vietato ufficialmente le wild card per il 2020, privando Pirro della possibilità di disputare una sola gara nella classe regina in questa stagione.

"Non apriamo quest’argomento, perché sono molto deluso: prendere una decisione con così tanto anticipo secondo me non è corretto. Non so se sia un modo per far pagare qualcosa a qualcuno, ma non credo sia giusto" ha detto Pirro in un'intervista concessa a Motosprint.

"Posso capire una decisione presa un mese prima, ma adesso non si sa ancora quando partirà il campionato e quante gare si faranno".

Leggi anche:

Dopo averli solo accennati, Pirro ha poi chiarito in maniera esplicita quali fossero i suoi sospetti.

"Honda magari vuol far pagare a Lorenzo il fatto di essere andato in Yamaha. Ma io non sono Lorenzo, che ha guadagnato e può stare anche a casa. Penso di poter dare ancora tanto alla MotoGP" ha aggiunto in maniera diretta.

La questione della possibile cancellazione delle wild card era stata anticipata lunedì scorso da Davide Brivio, team manager della Suzuki, in un incontro con la stampa in videoconferenza.

"Ne dobbiamo discutere" ha detto Brivio, riferendosi all'associazione dei costruttori (MSMA), che comprende Honda, Ducati, Yamaha, Suzuki, Aprilia e KTM, che evidentemente non ne avevano ancora discusso, o almeno non avevano ancora preso una decisione definitiva.

"Se l'intenzione è quella di cercare di avere meno persone possibile nel paddock, non credo che avrebbe molto senso fare delle wild card, anche perché vorrebbe dire dover portare almeno 8-10 persone in più. Penso che Dorna ci dirà qualcosa a breve" aveva detto Brivio prima dell'annuncio ufficiale della cancellazione, arrivato solo mercoledì.

Pirro invece ha parlato dopo il test organizzato a Misano giovedì scorso, al quale sono stati invitati i piloti professionisti della regione Emilia Romagna per provare il nuovo asfalto della pista ed alcune misure sanitarie.

"Ho fatto shakedown della pista da solo per collaudare il nuovo asfalto e le modifiche che Franco Uncini ha fatto fare in alcune uscite di curva. Nel test invece ho avuto occasione di fare un po’ di giri in più, mi sono divertito".

Nonostante fosse stato invitato, al test non ha partecipato Andrea Dovizioso: "Non ama molto girare con le moto di serie, e non c’erano le condizioni per venire con tutto il team".

↓ Primo test post-COVID19 a Misano ↓ 

Pilotos en Misano

Pilotos en Misano
1/30

Foto di: FMI

Pilotos en Misano

Pilotos en Misano
2/30

Foto di: FMI

Pilotos en Misano

Pilotos en Misano
3/30

Foto di: FMI

Pilotos en Misano

Pilotos en Misano
4/30

Foto di: FMI

Nicolò Bulega

Nicolò Bulega
5/30

Foto di: FMI

Nicolò Bulega

Nicolò Bulega
6/30

Foto di: FMI

Nicolò Bulega

Nicolò Bulega
7/30

Foto di: FMI

Niccolò Bulega

Niccolò Bulega
8/30

Foto di: FMI

Niccolò Bulega

Niccolò Bulega
9/30

Foto di: FMI

Michele Pirro

Michele Pirro
10/30

Foto di: FMI

Mattia Pasini

Mattia Pasini
11/30

Foto di: FMI

Mattia Pasini

Mattia Pasini
12/30

Foto di: FMI

Mattia Pasini

Mattia Pasini
13/30

Foto di: FMI

Massimo Roccoli

Massimo Roccoli
14/30

Foto di: FMI

Lorenzo Savadori

Lorenzo Savadori
15/30

Foto di: FMI

Lorenzo Savadori

Lorenzo Savadori
16/30

Foto di: FMI

Lorenzo Savadori

Lorenzo Savadori
17/30

Foto di: FMI

Lorenzo Dalla Porta

Lorenzo Dalla Porta
18/30

Foto di: FMI

Giacomo Mora

Giacomo Mora
19/30

Foto di: FMI

Gel desinfectante

Gel desinfectante
20/30

Foto di: FMI

Foto de grupo

Foto de grupo
21/30

Foto di: FMI

Enea Bastianini

Enea Bastianini
22/30

Foto di: FMI

Enea Bastianini

Enea Bastianini
23/30

Foto di: FMI

Enea Bastianini

Enea Bastianini
24/30

Foto di: FMI

Enea Bastianini

Enea Bastianini
25/30

Foto di: FMI

Enea Bastianini

Enea Bastianini
26/30

Foto di: FMI

El Presidente del FMI, Giovanni Copioli, junto con el Presidente de Santa Mónica Spa Luca Colaiacovo y el Director Gerente del CMM Andrea Alban

El Presidente del FMI, Giovanni Copioli, junto con el Presidente de Santa Mónica Spa Luca Colaiacovo y el Director Gerente del CMM Andrea Alban
27/30

Foto di: FMI

El Presidente del FMI, Giovanni Copioli, junto con el Presidente de Santa Mónica Spa Luca Colaiacovo y el Director Gerente del CMM Andrea Alban

El Presidente del FMI, Giovanni Copioli, junto con el Presidente de Santa Mónica Spa Luca Colaiacovo y el Director Gerente del CMM Andrea Alban
28/30

Foto di: FMI

Alessandro Del Bianco

Alessandro Del Bianco
29/30

Foto di: FMI

Acciones en pista

Acciones en pista
30/30

Foto di: FMI

condivisioni
commenti
MotoGP, Dovizioso-Ducati: l'offerta del rinnovo non c'è ancora

Articolo precedente

MotoGP, Dovizioso-Ducati: l'offerta del rinnovo non c'è ancora

Prossimo Articolo

Taramasso: "Michelin pronta ad adattarsi ad ogni condizione"

Taramasso: "Michelin pronta ad adattarsi ad ogni condizione"
Carica commenti
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021
Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?" Prime

Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina di Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano il fine settimana dei motori che, tra MotoGP e Formula 1, ha animato il week end. I riflettori si accendono su Marc Marquez, autore di un'altra caduta che ha compromesso il suo GP di Catalunya, segnale che lo spagnolo non è ancora al 100%.Un po' come Valentino Rossi quando fu reduce dall'incidente del Mugello 2010...

MotoGP
9 giu 2021
Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2 Prime

Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2

Andiamo a dare i voti al Gran Premio di Catalunya di MotoGP, dove - oltre alle ottime performance messe i. pista dalla KTM del vincitore, Miguel Oliveira - bisogna andare a giudicare ampiamente insufficiente il comportamento della direzione gara

MotoGP
8 giu 2021
GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica Prime

GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica

Fabio Quartararo firma la quinta pole position del 2021 in sella alla sua Yamaha ufficiale. Il francese apre la prima fila dello schieramento precedendo le ducati di Jack Miller e Johan Zarco

MotoGP
6 giu 2021
Sgarbi, Giani e la decenza del silenzio Prime

Sgarbi, Giani e la decenza del silenzio

La scomparsa di Jason Dupasquier a seguito dell'incidente di cui è stato vittima al Mugello ha alimentato una serie di polemiche e speculazioni - paradossalmente - tra i non addetti ai lavori. Come insegna Bambi, "quando non sai che cosa dire, è meglio che non dici nulla". E sarebbe il caso di apprendere questa regola aurea, soprattutto davanti ad un lutto.

MotoGP
1 giu 2021
Quartararo ora è davvero il "nuovo Marquez" Prime

Quartararo ora è davvero il "nuovo Marquez"

La maturazione del pilota della Yamaha è evidente e con un pizzico di fortuna in più forse staremmo già parlando di un dominio incontrastato. Proprio come Marquez, Fabio sta dimostrando di saper andare anche oltre il valore del mezzo. E ora è davvero un peccato che lui e Marc non si possano battere alle pari...

MotoGP
1 giu 2021