Pirro: “Questa è la miglior Ducati di sempre!”

Michele Pirro disputerà il Gran Premio di San Marino come wild card e lo farà in sella alla terza Ducati ufficiale. Il tester della Rossa di Borgo Panigale è ormai un veterano e ritiene che questa Desmosedici sia la migliore di sempre.

Pirro: “Questa è la miglior Ducati di sempre!”

Il Gran Premio di San Marino è uno degli appuntamenti più attesi del calendario soprattutto per i piloti tricolore, che quest’anno sono in presenza massiccia al Misano World Circuit Marco Simoncelli. Sul tracciato romagnolo ritroviamo anche Michele Pirro, wild card al Mugello e in pista con la terza Ducati ufficiale anche in questo fine settimana.

Il pilota pugliese è un veterano di questa pista e lo è anche della Desmosedici GP, che ha contribuito a portare in vetta con il lavoro da tester. Alla luce della splendida vittoria di Pecco Bagnaia la scorsa settimana ad Aragon, Pirro non esita a dire che forse ci troviamo di fronte alla miglior Ducati di sempre: “Io credo che questi risultati parlino, così come la duttilità della moto ad adattarsi a tante condizioni, tanti stili e tanti piloti diversi. Secondo me tutto quello che abbiamo fatto in questi anni, anche se di poco, è stato sempre migliorativo. Quindi abbiamo sempre fato degli anni una moto migliore, quindi direi che questa è la miglior Ducati di sempre”.

Lo aveva dimostrato lo stesso Pirro al Mugello, quando ha disputato la gara come wild card. Ha tagliato il traguardo in 13esima posizione, ma per gran parte dei giri è rimasto in top 10 e per lui è un ottimo segnale anche in vista di questo fine settimana: “Al Mugello, fino a due giri dalla fine ero tra i primi nove, quindi l’obiettivo è ripartire da lì. Abbiamo il potenziale, la velocità e la moto per poterlo fare. Sono molto contento perché Bagnaia ha vinto l’ultima gara e soprattutto qui a Misano l’anno scorso era velocissimo, quindi la possibilità di riconfermarsi al vertice c’è. Io cercherò di fare del mio meglio e comunque credo che tutte le Ducati possano fare molto bene”.

Dunque, questa Ducati sembra perfetta e il suo ruolo è stato fondamentale. Ma, per migliorare ancora, Pirro sfrutterà questo weekend come dei test? Lo spiega lo stesso pilota: “Rispetto al passato siamo comunque in una condizione buona, quando mi presento alle gare, se c’è qualcosa da poter provare, lo faccio. Ma abbiamo una moto di base che funziona, quindi al momento ti dico che posso pensare ad andare forte e a guidare, perché è importante per tenere il livello alto anche quando fai i test, quindi confrontarsi con gli altri è sempre positivo”.

A Misano troveremo tanta Italia, con Pirro wild card, il rientro di Franco Morbidelli dopo l’infortunio e il ritorno di Andrea Dovizioso in sella alla Yamaha del team Petronas. Il pilota Ducati commenta la decisione del Dovi, suo ‘compagno di test’ in quest’ultimo anno e amico: “Abbiamo condiviso la pista fino all’ultimo test, solo che lui era con Aprilia. Da domani lo ritroverò sulla Yamaha. Gli ho detto che è un po’ una cosa importante e da pazzi, perché credo che non sia facile dopo tanti anni salire su una Yamaha, che ha un concetto completamente diverso da Ducati e Aprilia. Ma lui negli anni ci ha abituati a risollevarsi e a trovare sempre la forza per trovare qualcosa di buono. Quindi mi aspetto che non sia facile ma che lui possa divertirsi ed essere veloce”.

condivisioni
commenti
Zarco si opererà mercoledì prossimo per il problema di arm pump

Articolo precedente

Zarco si opererà mercoledì prossimo per il problema di arm pump

Prossimo Articolo

Morbidelli: “Questa Yamaha ufficiale me la meritavo!”

Morbidelli: “Questa Yamaha ufficiale me la meritavo!”
Carica commenti
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

MotoGP
17 ott 2021
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021