Pirro: "Ducati ha bisogno di vincere in Austria"

Il collaudatore della Rossa, chiamato a sostituire l'infortunato Bagnaia, è convinto che ci sarebbe il bisogno di un'iniezione di positività su una pista amica.

Pirro: "Ducati ha bisogno di vincere in Austria"

Questo fine settimana ed il prossimo, Michele Pirro avrà l'opportunità di correre in MotoGP, sostituendo l'infortunato Pecco Bagnaia nelle due gare del Red Bull Ring. Il collaudatore della Ducati è stato tra i più critici quando tra le norme anti-COVID era stato deciso di cancellare le Wild Card, ma avrà comunque la sua occasione in Austria.

Tuttavia, il pugliese ha sottolineato quanto probabilmente l'infortunio di Bagnaia sia arrivato nel momento peggiore per la Ducati, visto che l'ex campione del mondo della Moto2 era quello che fino a qui era riuscito ad interpretare meglio le nuove gomme posteriori della Michelin, che per il momento faticano ad adattarsi alla Desmosedici GP.

"Sono dispiaciuto, perché Pecco era quello che stava interpretando meglio la Ducati e queste gomme. Anche questo però fa parte delle gare, basta guardare anche quello che è successo a Marquez. Noi comunque dobbiamo cercare di capire per mettere Dovizioso, Petrucci e Miller nelle condizioni di sfruttare al meglio queste gomme, sperando che Pecco possa tornare presto. Nel frattempo io dovrò fare il mio" ha detto Pirro.

Leggi anche:

Quando gli è stato domandato in cosa secondo lui Bagnaia stesse riuscendo ad interpretare la nuova carcassa posteriore, Pirro ha aggiunto: "Queste gomme prediligono la percorrenza ed è la prima impressione che avevamo avuto fin dai test di Sepang. E' un po' di nuovo come quando abbiamo fatto il passaggio da Bridgestone a Michelin. Sono sempre Michelin, ma vanno interpretate in maniera differente. Purtroppo quando ci sono dei piloti che guidano la Ducati da tanti anni ed hanno impostato la loro guida su certi punti, ora devono fare i conti con queste gomme che prediligono altro".

La carenza di test e le gare molto ravvicinate poi non aiutano in un periodo in cui ti ritrovi ad inseguire: "E' un problema soprattutto in un campionato in cui non ci sono stati test e ci sono tante gare ravvicinate. Noi abbiamo fatto un solo un test a Misano due mesi fa, ma abbiamo visto che la KTM che è riuscita a farne tanti e con diversi piloti, è riuscita ad interpretarle meglio".

Per molti, il Red Bull è visto un po' come l'ultima spiaggia per il 2020 della Ducati. Sul tracciato austriaco la Rossa ha sempre vinto dal 2016 al 2019. Secondo Pirro, più che un'ultima spiaggia, vincere in Austria potrebbe essere per la Casa di Borgo Panigale l'iniezione di fiducia necessaria per dare una svolta alla stagione.

"Quando qui vinci per quattro anni di fila, con tre piloti diversi, ed hai Dovizioso che è arrivato tre volte secondo nel Mondiale, se non vinci qui ora che non c'è Marquez non puoi pensare che il Mondiale sia ancora apertissimo. Se invece dovessimo vincere le due gare qui, sarebbe diverso. Anche perché poi Misano possiamo prepararla bene, perché io vado a fare i test e possiamo usufruire anche del fatto che hanno fatto l'asfalto nuovo, soffrendo un po' meno rispetto all'anno scorso. Ma anche a livello morale sarebbe una cosa importante" ha concluso.

Guarda il Gran Premio myWorld d’Austria live su DAZN. Attiva ora

condivisioni
commenti
Mazzata Iannone: l'udienza al TAS slitta al 15 ottobre

Articolo precedente

Mazzata Iannone: l'udienza al TAS slitta al 15 ottobre

Prossimo Articolo

Dovizioso: "A prescindere dal futuro, non mi arrendo"

Dovizioso: "A prescindere dal futuro, non mi arrendo"
Carica commenti
Marquez ha battuto anche la sua Honda per tornare alla vittoria Prime

Marquez ha battuto anche la sua Honda per tornare alla vittoria

Marc Marquez ha attraversato l'inferno ed è tornato nei 581 giorni trascorsi tra la sua vittoria nella gara conclusiva del 2019 e il ritorno al successo di domenica scorsa al Sachsenring. Nonostante stia ancora lottando con i suoi limiti fisici ed una Honda 2021 difficile da guidare, il Sachsenring ha fornito allo spagnolo la tempesta perfetta per tornare sul gradino più alto del podio.

MotoGP
24 giu 2021
Perché la Yamaha rischia di perdere Valentino Rossi Prime

Perché la Yamaha rischia di perdere Valentino Rossi

Il prossimo passo della carriera di Valentino Rossi in MotoGP dovrebbe avere un'influenza di grande portata su un certo numero di piloti e squadre sulla griglia. Ma probabilmente l'impatto più grande sarà quello sulla Yamaha...

MotoGP
23 giu 2021
Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1 Prime

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1

Il fine settimana tra MotoGP e Formula 1 non è certo stato clemente con Maverick Vinales e la Ferrari. Lo spagnolo è stato, senza mezzi termini, autore del suo fine settimana peggiore da quando veste i colori Yamaha: ultimo al via, ultimo all'arrivo. Non è andata meglio alla Ferrari che, dopo le prime libere al Paul Ricard, si è vista sfilare praticamente da tutto lo schieramento, chiudendo lontana dalla zona punti e trovandosi con un distacco pesante dalla McLaren nel campionato costruttori

Formula 1
22 giu 2021
Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco Prime

Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco

Tanti promossi e tanti bocciati nel Gran Premio di Germania di MotoGP. Le pagelle commentate e stilate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com.

MotoGP
22 giu 2021
MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania Prime

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania

Andiamo a scoprire la griglia di partenza della classe regina del Motomondiale 2021 sul tracciato del Sachsenring.

MotoGP
20 giu 2021
Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez? Prime

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Il recupero dell'otto volte campione del mondo procede più a rilento del previsto anche a causa di una Honda poco competitiva. Questo fine settimana però si va al Sachsenring, dove è imbattuto dal 2010 comprese le classi minori: sarà l'occasione giusta per rivederlo al top?

MotoGP
16 giu 2021
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021