Pirro: "Ducati ha bisogno di vincere in Austria"

Il collaudatore della Rossa, chiamato a sostituire l'infortunato Bagnaia, è convinto che ci sarebbe il bisogno di un'iniezione di positività su una pista amica.

Pirro: "Ducati ha bisogno di vincere in Austria"

Questo fine settimana ed il prossimo, Michele Pirro avrà l'opportunità di correre in MotoGP, sostituendo l'infortunato Pecco Bagnaia nelle due gare del Red Bull Ring. Il collaudatore della Ducati è stato tra i più critici quando tra le norme anti-COVID era stato deciso di cancellare le Wild Card, ma avrà comunque la sua occasione in Austria.

Tuttavia, il pugliese ha sottolineato quanto probabilmente l'infortunio di Bagnaia sia arrivato nel momento peggiore per la Ducati, visto che l'ex campione del mondo della Moto2 era quello che fino a qui era riuscito ad interpretare meglio le nuove gomme posteriori della Michelin, che per il momento faticano ad adattarsi alla Desmosedici GP.

"Sono dispiaciuto, perché Pecco era quello che stava interpretando meglio la Ducati e queste gomme. Anche questo però fa parte delle gare, basta guardare anche quello che è successo a Marquez. Noi comunque dobbiamo cercare di capire per mettere Dovizioso, Petrucci e Miller nelle condizioni di sfruttare al meglio queste gomme, sperando che Pecco possa tornare presto. Nel frattempo io dovrò fare il mio" ha detto Pirro.

Leggi anche:

Quando gli è stato domandato in cosa secondo lui Bagnaia stesse riuscendo ad interpretare la nuova carcassa posteriore, Pirro ha aggiunto: "Queste gomme prediligono la percorrenza ed è la prima impressione che avevamo avuto fin dai test di Sepang. E' un po' di nuovo come quando abbiamo fatto il passaggio da Bridgestone a Michelin. Sono sempre Michelin, ma vanno interpretate in maniera differente. Purtroppo quando ci sono dei piloti che guidano la Ducati da tanti anni ed hanno impostato la loro guida su certi punti, ora devono fare i conti con queste gomme che prediligono altro".

La carenza di test e le gare molto ravvicinate poi non aiutano in un periodo in cui ti ritrovi ad inseguire: "E' un problema soprattutto in un campionato in cui non ci sono stati test e ci sono tante gare ravvicinate. Noi abbiamo fatto un solo un test a Misano due mesi fa, ma abbiamo visto che la KTM che è riuscita a farne tanti e con diversi piloti, è riuscita ad interpretarle meglio".

Per molti, il Red Bull è visto un po' come l'ultima spiaggia per il 2020 della Ducati. Sul tracciato austriaco la Rossa ha sempre vinto dal 2016 al 2019. Secondo Pirro, più che un'ultima spiaggia, vincere in Austria potrebbe essere per la Casa di Borgo Panigale l'iniezione di fiducia necessaria per dare una svolta alla stagione.

"Quando qui vinci per quattro anni di fila, con tre piloti diversi, ed hai Dovizioso che è arrivato tre volte secondo nel Mondiale, se non vinci qui ora che non c'è Marquez non puoi pensare che il Mondiale sia ancora apertissimo. Se invece dovessimo vincere le due gare qui, sarebbe diverso. Anche perché poi Misano possiamo prepararla bene, perché io vado a fare i test e possiamo usufruire anche del fatto che hanno fatto l'asfalto nuovo, soffrendo un po' meno rispetto all'anno scorso. Ma anche a livello morale sarebbe una cosa importante" ha concluso.

Guarda il Gran Premio myWorld d’Austria live su DAZN. Attiva ora

condivisioni
commenti
Mazzata Iannone: l'udienza al TAS slitta al 15 ottobre

Articolo precedente

Mazzata Iannone: l'udienza al TAS slitta al 15 ottobre

Prossimo Articolo

Dovizioso: "A prescindere dal futuro, non mi arrendo"

Dovizioso: "A prescindere dal futuro, non mi arrendo"
Carica commenti
Ecco come KTM ha portato una ricchezza di talenti in MotoGP Prime

Ecco come KTM ha portato una ricchezza di talenti in MotoGP

Formando una scala che va dalla Red Bull Rookies Cup alla MotoGP, KTM ha creato un flusso costante di grandi talenti nelle gare di gran premio che ha portato il marchio austriaco al successo che ci si aspetta dal marchio. Ecco come è andata.

MotoGP
1 ago 2021
Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP Prime

Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP

I giorni di Danilo Petrucci in MotoGP sembrano contati, KTM sta cercando di riorganizzare completamente il team Tech3 per il 2022. Anche se la stagione 2021 del ternano finora non è stata eccezionale, il gigante italiano è diventato segretamente un top runner in MotoGP nell'ultimo decennio e ha portato con sé una personalità di cui lo sport mondiale ne ha maggior bisogno.

MotoGP
28 lug 2021
Quartararo fa il Marquez della Yamaha Prime

Quartararo fa il Marquez della Yamaha

Fabio Quartararo è l'unica nota positiva in casa Yamaha. Il francese è il vero dominatore di questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP, con cinque pole e quattro vittorie che lo lanciano verso la conquista del titolo iridato. Gli altri tre piloti della casa giapponese, però, sono ben lontani dalla sufficienza...

MotoGP
25 lug 2021
Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021