Piove in Argentina: cancellata la sessione extra per le gomme

La pista bagnata potrebbe aver risolto i problemi della Michelin a Termas de Rio Hondo, dopo che era stata costretta a ritirare entrambe le mescole posteriori, optando per una di sicurezza. Il programma torna alla normalità.

Sembra davvero non esserci tregua nel weekend di Termas de Rio Hondo della MotoGP, anche se forse la pioggia arrivata questa mattina deve essere presa quasi come una manna dal cielo dopo tutte le problematiche legate alle gomme che ci sono state ieri.

La Direzione Gara ha appena annunciato la cancellazione della quinta sessione di prove libere, quella che era stata organizzata d'urgenza per permettere ai piloti di poter prendere confidenza con le gomme che la Michelin aveva approntato appositamente per la gara odierna, che non erano a disposizione fino a ieri.

Nella quarta sessione di prove libere sulla Ducati di Scott Redding si era delaminata la gomma posteriore. Un problema che inizialmente si pensava potesse essere legato solo alla mescola media, ma che poi ha spinto l'azienda francese a ritirare anche la dura, visto che entrambe avevano la stessa carcassa. Ecco quindi che era entrata in scena questa terza opzione di sicurezza, con una costruzione differente.

Con la pioggia si torna quindi al programma originario, che vedrà i protagonisti della MotoGP scendere in pista per il warm-up quando in Italia saranno le 15:40. In ogni caso si riparte da zero per tutti, visto che in questo weekend non c'è stato modo di girare sul bagnato. Ma non solo, saranno le prime sessioni ufficiali della stagione con le Michelin Rain.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP d'Argentina
Circuito Autodromo Termas de Rio Hondo
Articolo di tipo Ultime notizie