Phillip Island, Warm-Up: Lorenzo si avvicina a Marquez

condivisioni
commenti
Phillip Island, Warm-Up: Lorenzo si avvicina a Marquez
Di: Matteo Nugnes
18 ott 2015, 03:42

Ancora davanti il pilota della Honda, ma Jorge è solo a 159 millesimi. Valentino resta a circa mezzo secondo

Il secondo in qualifica Andrea Iannone, Ducati Team con Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Andrea Iannone, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing

Il warm-up del Gp d'Australia di MotoGp ha sostanzialmente confermato i valori che si erano visti nelle qualifiche di ieri. Il più veloce è stato infatti il poleman Marc Marquez, che proprio nel finale è riuscito a staccare un crono di 1'29"344, quando aveva la gomma ormai molto usata.

Forse a livello di passo si è leggermente avvicinata la Yamaha di Jorge Lorenzo, che ha chiuso in seconda posizione a 159 millesimi, saltando davanti alla Ducati di Andrea Iannone, che stamani ha utilizzato la gomma soft al posteriore. Attenzione però perché non si tratta di una scelta tecnica, quanto strategica: il pilota di Vasto ha preferito preservare la media in vista della gara.

Un passetto più indietro rispetto ai primi tre troviamo l'altra Honda di Dani Pedrosa, con Valentino Rossi che ha confermato un gap di circa mezzo secondo, chiudendo alle spalle pure di Pol Espargaro. In casa Yamaha si è lavorato molto, con due M1 piuttosto differenti tra loro, ma per il momento non sembra esserci stato il passo avanti sperato.

Sul passo di gara hanno poi perso qualche colpo Cal Crutchlow e Maverick Vinales, che scatteranno dalla seconda fila, ma sono solo settimo ed ottavo. Mantiene la decima posizione invece la Ducati di Andrea Dovizioso, il cui distacco rimane di 1" circa. Dietro di lui c'è il battistrada delle "Open", che è Hector Barbera.

Prossimo articolo MotoGP
Romano Fenati soddisfatto del set-up della sua KTM

Articolo precedente

Romano Fenati soddisfatto del set-up della sua KTM

Prossimo Articolo

Non Vale giocare scorretto, ma il mondiale non è finito

Non Vale giocare scorretto, ma il mondiale non è finito
Carica commenti