Petrucci su Dovizioso: "Due piloti non possono essere amici"

Il pilota di Terni è tornato sulle tensioni con Dovizioso che hanno segnato la parte conclusiva dell'avventura in Ducati, dopo che i due erano stati a lungo buoni amici.

Petrucci su Dovizioso: "Due piloti non possono essere amici"

L'amicizia tra Danilo Petrucci ed Andrea Dovizioso sembrava di quelle vere, destinate a durare nonostante fossero "costretti" a battagliare in pista. Ancora una volta però la rivalità si è messa di mezzo ed ha incrinato un rapporto che sembrava veramente bello e non creato solo per reciproche convenienze.

Una volta arrivato nel team ufficiale Ducati, Danilo è stato preso sotto la sua ala da Dovizioso, che lo ha aiutato nella sua transizione a top rider, trovando un alleato importante in pista. Ma, a parte questo, i due davano davvero la sensazione di andare d'amore e d'accordo.

Le prime incrinature si sono iniziate a vedere al Mugello lo scorso anno, quando "Petrux" ha sfoderato un ultimo giro da campione ed è andato a prendersi la sua prima vittoria in MotoGP, con un attacco che però ha fatto chiudere Andrea terzo, alle spalle anche del rivale Marc Marquez.

Una fiammella che si è riaccesa quest'anno a Le Mans, quando i due si sono ritrovati nuovamente a battagliare per la vittoria e ancora una volta è stato il pilota di Terni a spuntarla. L'incendio poi è divampato definitivamente ad Aragon, dove Petrucci si è guadagnato la Q2 sfruttando la scia di Dovizioso, con il forlivese che quindi si è ritrovato in quinta fila, quando era ancora virtualmente in corsa per il titolo.

Quel giorno volarono parole grosse, con Dovizioso che si disse deluso dal punto di vista umano, parlando di un Danilo "poco intelligente". Da allora però le cose sono cambiate definitivamente, come lo stesso Petrucci ha confermato in un'intervista rilasciata a Speedweek.

Leggi anche:

"Il rapporto con Andrea è cambiato dopo Aragon. Quello è stato sicuramente un momento difficile perché Dovi stava ancora lottando per il Mondiale. Io venivo da una buona gara a Le Mans e ho fatto di tutto per ottenere un altro buon risultato", ha detto Petrucci.

"Purtroppo in questi due anni in Ducati è diventato evidente che possiamo essere amici in privato, ma non in pista. Ora lo so: è difficile che due piloti possano continuare ad essere amici, soprattutto quando combattono nello stesso campionato".

Il futuro pilota del Team Tech 3 ha spiegato poi che non c'è stato un chiarimento vero e proprio dopo l'episodio di Aragon, pur ammettendo di essere dispiaciuto per quanto successo in quell'occasione.

"Non abbiamo parlato molto di questo incidente dopo. Per me Andrea rimane davvero un bravo ragazzo e un pilota di prima classe, e mi dispiace molto per quanto è successo. Tuttavia, sono stato spesso criticato perché non sono riuscito ad essere più veloce, e anche quando ero dietro e ho mostrato un certo riguardo per lui sono stato criticato lo stesso".

Ma non ha nascosto neanche un pizzico di dispiacere per quanto accaduto, perché Dovizioso gli aveva dato un grande aiuto nel momento del suo approdo nel factory team della Rossa.

"Dovi mi ha aiutato molto, soprattutto dall'inizio del 2019 all'inizio del 2020. Mi ha sempre dato tanti consigli, mi ha supportato molto, soprattutto dal lato mentale. Ho notato subito che è mentalmente molto forte e può sopportare la pressione di questo sport in modo esemplare, quindi ho provato a copiare il suo atteggiamento. Mi ha sicuramente aiutato a calmarmi e concentrarmi sulle questioni importanti del lavoro", ha concluso.

condivisioni
commenti
Zarco scommette su Martin: "Si adatterà subito alla MotoGP"
Articolo precedente

Zarco scommette su Martin: "Si adatterà subito alla MotoGP"

Prossimo Articolo

Poncharal: "Arrabbiato per i rumors su Dovizioso"

Poncharal: "Arrabbiato per i rumors su Dovizioso"
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021