Petrucci: “Siamo tornati ad essere i più veloci sul rettilineo”

Il pilota Ducati è solo 16esimo al termine dei test collettivi di Losail, ma promuove le novità portate in pista, in particolare l’aerodinamica che può aiutare nella velocità di punta.

Petrucci: “Siamo tornati ad essere i più veloci sul rettilineo”

L’ultimo giorno di test a Losail si è chiuso nel segno delle Yamaha, che dominano piazzando tre moto nelle prime quattro posizioni. Nell’egemonia della Casa di Iwata è sembrata più in ombra la Ducati, prima delle quali è quella di Jack Miller, quinto. Le ufficiali sono invece rimaste più attardate, con Danilo Petrucci fuori dalla top 10 ed addirittura 16esimo.

Ma alla fine del Day 3 dei test collettivi in Qatar, il ternano non è apparso troppo preoccupato e ha promosso le novità portate da Borgo Panigale, che potrebbero aiutare la Desmosedici ad essere più competitiva in un inizio di stagione che sulla carta si prospetta molto combattuto. In particolare, ‘Petrux’ ha provato la nuova aerodinamica, di cui ha riscontri positivi: “Non ci sono punti negativi. Certo, qui in Qatar è sempre abbastanza complicato perché durante il giorno c’è molto vento. Però abbiamo visto che in condizioni di forte vento non dà molto fastidio, quindi potrebbe essere un passo in avanti”.

Leggi anche:

Riguardo alla velocità di punta, ha aggiunto: “Di sicuro questo è sempre stato un nostro punto forte, l’anno scorso non era così, la Honda era molto veloce, invece quest’anno siamo tornati ad essere i più rapidi. Mi mancano ancora delle cosine da mettere a posto, però vedremo come saranno le condizioni durante il weekend di gara”.

Petrucci ha utilizzato anche l’ormai famoso holeshot, che ritiene utile soprattutto in alcune piste del calendario: “Oggi l’ho usato, ma è già da un po’ che lo utilizzo a dire la verità. Penso che possa essere utile, di sicuro non cambia radicalmente, ma tante gare come abbiamo visto l’anno scorso sono state vinte al photofinish, soprattutto quelle vinte da noi. Anche all’ultima curva puoi vincere e nella MotoGP di oggi quando c’è qualche millesimo di differenza si prende tutto, anche se magari può essere scomodo”.

 

La stagione 2020 sta per cominciare e la vera novità è un Marc Marquez non in ottima forma. Il Campione del mondo in carica ha manifestato inoltre delle difficoltà in sella alla Honda e questo potrebbe favorire sia Ducati sia gli altri avversari. Petrucci non si sofferma sul commentare gli eventuali problemi del team giapponese, ma analizza la situazione nel complesso: “Non so, io guardo al nostro e comunque questa gomma posteriore nuova è stata un bel rimescolamento di carte. Sicuramente se guardo all’anno scorso eravamo messi molto meglio, quest’anno ci siamo mossi di più. Però alla fine oggi la velocità conta sul giro secco, perché partire davanti con potenzialmente 12 piloti che possono fare il podio è importante e sorpassare è difficile”.

“Ma sinceramente io non scarto mai Marc dai favoriti. Poi cosa sta facendo la Honda non lo so, ma le carte si sono rimescolate un bel po’. Anche noi siamo stati in difficoltà a Sepang e non siamo nelle migliori condizioni adesso. Volevo fare una simulazione gara nella sua interezza per vedere come potevo stare in gara. Poi i problemi di Honda Marquez li ha risolti diverse volte, quindi aspettiamo la gara per dire che abbiano dei problemi”.

Danilo Petrucci, Ducati Team
Danilo Petrucci, Ducati Team
1/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team
Danilo Petrucci, Ducati Team
2/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team
Danilo Petrucci, Ducati Team
3/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team, dettaglio della moto
Danilo Petrucci, Ducati Team, dettaglio della moto
4/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team
Danilo Petrucci, Ducati Team
5/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team, dettaglio della moto
Danilo Petrucci, Ducati Team, dettaglio della moto
6/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team, dettaglio della moto
Danilo Petrucci, Ducati Team, dettaglio della moto
7/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team, dettaglio della moto
Danilo Petrucci, Ducati Team, dettaglio della moto
8/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team
Danilo Petrucci, Ducati Team
9/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team, dettaglio della moto
Danilo Petrucci, Ducati Team, dettaglio della moto
10/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team
Danilo Petrucci, Ducati Team
11/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Dovizioso: "Le Yamaha partono favorite, ma non siamo lontani"
Articolo precedente

Dovizioso: "Le Yamaha partono favorite, ma non siamo lontani"

Prossimo Articolo

Rossi preoccupato: "Nei long run siamo in crisi con le gomme"

Rossi preoccupato: "Nei long run siamo in crisi con le gomme"
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021