Petrucci: "Senza il problema alla gomma anteriore avrei finito tra i primi cinque"

condivisioni
commenti
Petrucci:
Marco Di Marco
Di: Marco Di Marco
17 giu 2018, 14:32

Il pilota della Ducati Pramac ha vissuto una gara dai due volti. La parte iniziale ha visto Petrucci in lotta con Pedrosa, ma una volta che lo spagnolo è passato, Danilo è calato vistosamente. Petrucci guarda l'unico lato positivo del quinto posto nel mondiale.

Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Joan Mir, Danilo Petrucci, Pramac Racing

Il Gran Premio di Barcellona non sarà una di quelle gare che Danilo Petrucci ricorderà con piacere. Il pilota della Ducati Pramac, infatti, è stato protagonista di un buon avvio dalla sesta casella e nelle prime fasi della corsa sembrava in grado di poter chiudere in top 5 ma, dopo aver lottato con Pedrosa, Danilo ha vissuto una gara sofferta chiudendo in ottava posizione.

Petrucci ha voluto analizzare proprio le singole fasi della corsa partendo dall'inizio. Danilo ha affermato di aver gestito in avvio il degrado della gomma posteriore e di aver sofferto nel riuscire a superare Pedrosa per l'impossibilità di poter staccare al limite.

“Ero contento di come era partita la gara. Stavo con Pedrosa e stavo cercando di gestire la gomma posteriore. Andava tutto molto bene quando l’ho passato, ma non avevo la capacità di staccare forte e lui è riuscito a tornare davanti a me di nuovo”.

Leggi anche:

Petrucci ha poi parlato dei problemi patiti sulla gomma anteriore. Danilo ha evidenziato come la temperatura della sua Michelin frontale si sia impennata velocemente una volta in scia a Pedrosa e questo inconveniente lo ha condizionato per il resto della gara.

“Quando sono stato in scia alla Honda la temperatura della gomma anteriore è salita rapidamente. Ho perso lo sterzo tre volte alla stessa curva ed era chiaro che c’era un problema. Di questa difficoltà ne hanno approfittato Vinales, Crutchlow e Zarco e non sono più riuscito a riprenderli”.

L'ottavo posto odierno è un risultato certamente modesto, ma Danilo ha voluto guardare il bicchiere mezzo pieno con la quinta piazza in campionato e con l'arrivo della gara di Assen, circuito a lui decisamente favorevole.

“Speravo di finire in top 5 ma è stata una gara difficile. Arrivare ottavo non è il massimo ma il lato positivo è il quinto posto nel mondiale. Non vedo l’ora di correre ad Assen dove nel 2016 stavo facendo una bellissima gara prima del problema tecnico mentre lo scorso anno me la sono giocata per la vittoria”.

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont

Prossimo articolo MotoGP
Valentino: "Contento per il podio, ma con i terzi posti non si vincono i Mondiali"

Previous article

Valentino: "Contento per il podio, ma con i terzi posti non si vincono i Mondiali"

Next article

Lorenzo ora si gode la Rossa: "Abbiamo la Ducati più competitiva della storia"

Lorenzo ora si gode la Rossa: "Abbiamo la Ducati più competitiva della storia"

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP di Catalogna
Sotto-evento Domenica, post-gara
Piloti Danilo Petrucci
Team Pramac Racing
Autore Marco Di Marco
Tipo di articolo Intervista