Petrucci: "La svolta è arrivata al test di Misano"

Petrucci, dopo la vittoria di Le Mans, racconta come abbia fatto a svoltare la propria stagione. Il suo obiettivo è confermare i progressi anche ad Aragon.

Petrucci: "La svolta è arrivata al test di Misano"

E' un Danilo Petrucci completamente differente quello che si è presentato oggi in conferenza stampa, evento che ha aperto il primo dei due fine settimana al MotorLand di Aragon del Motomondiale.

Reduce dalla splendida vittoria a Le Mans arrivata sotto la pioggia, il ternano guarda con più fiducia alle ultime 5 gare della stagione corrente. Nel corso della conferenza, Danilo ha spiegato quando la sua stagione ha iniziato a svoltare in positivo. Ancora una volta - sebbene anche la MotoGP continui a eliminare ai test - le prove durante la stagione si sono rivelate importanti.

"Il risultato di domenica scorsa è stato un grosso sollievo per me, perché era oltre un anno che non riuscivo a finire una gara nella top 5. E' stato fantastico per me tornare alla vittoria, specialmente su una pista che mi piace".

"A Le Mans sono sempre andato forte, ma sicuramente quest'anno mi sono sentito meglio sulla mia Ducati a partire da Barcellona. Nell'unico test che abbiamo fatto a Misano abbiamo provato diverse cose nuove ed alcune hanno funzionato, quindi siamo riusciti a migliorare il nostro setting".

"Non ero di certo contento quando ho visto iniziare a cadere la pioggia sulla griglia, perché potevo lottare per il podio anche in condizioni di asciutto e mi sentivo molto bene. Poi mi sono detto: 'ok, le condizioni sono uguali per tutti'. La pista era davvero molto insidiosa, ma l'esperienza che ho ora in MotoGP penso che abbia fatto la differenza".

"Ora spero di poter continuare con queste buone sensazioni e di ottenere dei buoni risultati fino alla fine della mia avventura con Ducati. Riprovare l'emozione della vittoria è stato veramente molto bello.

La vittoria di Le Mans è stata un toccasana per Petrucci. Il pilota della Ducati insiste di poter fare bene anche ad Aragon, ma tiene i piedi per terra perché sa bene quante variabili e insidie possano nascondersi dietro al fine settimana che inizierà domani.

"Abbiamo trovato un buon bilanciamento alla moto e penso che possa funzionare bene anche qui. Prima però dovremo capire quali saranno le condizioni della pista e se le gomme funzioneranno bene per noi, perché Aragon è sempre stata complicato dal punto di vista del mete: può fare molto freddo al mattino e caldo al pomeriggio, quindi ci sono molte variabili".

"Quest'anno penso che troveremo parecchio freddo, ma speriamo soprattutto che cali il vento, perché noi soffriamo quando soffia forte come oggi. La cosa più importante sarà avere un buon approccio, perché finalmente ho un buon feeling con la mia moto e sono molto più felice di prima".

"Abbiamo provato alcune cose nei test di Misano, che non hanno risolto tutti i nostri problemi, anche se mi sento più a mio agio sulla moto. Sono migliorato in frenata, perché prima stressavo troppo la gomma anteriore. Senza dubbio quello è uno dei punti su cui dovevamo migliorare, perché la staccata è una delle cose su cui ho faticato di più in questa stagione".

Per concludere, Danilo ha parlato di Aragon in quanto prima pista del 2020 in cui i piloti gireranno in senso antiorario.

"Non cambia molto. Molti piloti preferiscono le curve a sinistra ed io sono uno di questi, ma non è una questione così importante. La mia pista preferita è Phillip Island, forse anche per questo motivo, ma purtroppo quest'anno non ci potremo gareggiare".

condivisioni
commenti
Dovizioso: "Se voglio il titolo devo attaccare. Ma non sempre"
Articolo precedente

Dovizioso: "Se voglio il titolo devo attaccare. Ma non sempre"

Prossimo Articolo

Quartararo: "Deluso a Le Mans? No, ho imparato molto"

Quartararo: "Deluso a Le Mans? No, ho imparato molto"
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021
Come Quartararo è diventato il re della MotoGP sciogliendo i dubbi Prime

Come Quartararo è diventato il re della MotoGP sciogliendo i dubbi

Dopo la disastrosa fine di stagione 2020 con il team Petronas, sono caduti dei dubbi sul francese della Yamaha, ma Fabio Quartararo ha risposto in modo convincente nel 2021, conquistando un titolo MotoGP che ha messo in risalto sia la sua velocità devastante sia la forza mentale.

MotoGP
19 dic 2021