Petrucci: "La scelta della soft all'anteriore mi è costata il podio"

condivisioni
commenti
Petrucci:
Marco Di Marco
Di: Marco Di Marco
18 mar 2018, 18:52

Il pilota del team Pramac ha concluso la prima gara della stagione al quinto posto ma non ha nascosto la delusione per non aver centrato il podio. Danilo ha pagato la scelta della soft anteriore ma guarda con fiducia alle prossime gare.

Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing

La prima gara stagionale ha lasciato un senso di amaro in bocca a Danilo Petrucci. Il pilota della Ducati del team Pramac, infatti, dopo aver brillato nelle Libere ed aver ottenuto il terzo tempo in qualifica, si attendeva un risultato certamente migliore del quinto posto odierno nonostante proprio la top five era stata indicata dallo stesso Petrucci come obiettivo minimo in gara.

Danilo non ha nascosto la propria delusione una volta giunto davanti ai media ma, da pilota di esperienza, ha cercato di guardare il bicchiere mezzo pieno al termine di una gara forse condizionata da una scelta errata di gomme.

"Ho sensazioni contrastanti. Sono felice perché la prima gara della stagione ti mette addosso sempre molta pressione, ma sono anche dispiaciuto. Ieri avevo detto che il mio obiettivo sarebbe stato quello di raggiungere la top five, ma non sono riuscito a salire sul podio".

"Ad essere onesto sapevo che Dovizioso e Marquez oggi sarebbero stati inattaccabili, ma dopo essere stato sempre tra i primi tre in tutte le sessioni pensavo che il terzo gradino del podio sarebbe stato fattibile".

Petrucci è stato l'unico pilota ad optare per una gomma soft anteriore e, come detto, questa scelta ha probabilmente condizionato il risultato finale escludendolo dalla lotta per l'ultimo gradino del podio.

"Forse la scelta di gomme non è stata corretta. Sono stato l'unico con la soft all'anteriore. Nelle simulazioni di gara andavo bene, ma oggi non riuscivo a curvare come volevo e soprattutto in frenata non mi sentivo a mio agio. Per questo motivo Pedrosa mi ha superato quando mancavano sette giri alla fine ed il gruppo di testa è riuscito ad andare via girando sul 55 basso".

Danilo si è trovato in lotta con Dani Pedrosa ed il poleman Johann Zarco e questi duelli lo hanno pian piano allontanato dal gruppo di testa. Il pilota del team Pramac ha paragonato questa situazione ad una volata ciclistica dove lui si è trovato nel gruppo sbagliato.

"Ho dovuto passare Pedrosa a Zarco, ma poi ho perso contatto da Cal e Valentino. E' stata come una gara di ciclismo, ho perso il treno buono e mi sono trovato in mezzo al gruppo".

Concluso il primo appuntamento della stagione, Petrucci ha voluto tracciare un bilancio in ogni modo positivo visto che, rispetto allo scorso anno, è riuscito a portare a casa ben undici punti in più. 

"Ad ogni modo penso che essere dispiaciuto per un quinto posto sia un segnale positivo. Soprattutto se consideriamo il ritardo di 3 secondi dai primi. Il mio obiettivo era il podio, ma va bene perché ho 11 punti in più rispetto alla prima gara della passata stagione. Credo che potremo lottare per traguardi importanti, io miro ad essere il miglior pilota indipendente in griglia. La lotta sarà con Cal e Zarco".

Informazioni aggiuntive di Khodr Rawi

Prossimo articolo MotoGP
Dovizioso: "Temevo che Marc non arrivasse lungo, ma sono rimasto lucido"

Previous article

Dovizioso: "Temevo che Marc non arrivasse lungo, ma sono rimasto lucido"

Next article

Fotogallery: la Ducati e Dovizioso trionfano nel GP del Qatar di MotoGP

Fotogallery: la Ducati e Dovizioso trionfano nel GP del Qatar di MotoGP

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP del Qatar
Sotto-evento Domenica, post-gara
Location Losail International Circuit
Piloti Danilo Petrucci
Team Pramac Racing
Autore Marco Di Marco
Tipo di articolo Intervista