Petrucci-KTM, primo incontro: "Partiti con il piede giusto"

Il manager Alberto Vergani ha confermato alla Gazzetta dello Sport che ieri c'è stato un primo incontro positivo con la KTM a Mattighofen.

Petrucci-KTM, primo incontro: "Partiti con il piede giusto"

Danilo Petrucci avanza a lunghi passi verso la KTM. Anzi, a dire la verità, il pilota di Terni a Mattighofen c'è già stato. La conferma è arrivata dal suo manager Alberto Vergani, che alla Gazzetta dello Sport ha rivelato che ieri lui ed il suo assistito hanno fatto una bella "gita" in Austria.

Solo qualche settimana fa, l'avventura di "Petrux" in MotoGP sembrava essere prossima al capolinea, quando aveva annunciato che la Ducati gli aveva comunicato l'intenzione di concludere il rapporto a fine anno, con la scadenza del suo contratto da pilota factory.

Come dice un proverbio, però, quando si chiude una porta a volte si apre un portone, ed è quello che è successo a Danilo quando è iniziata a circolare la notizia shock dell'imminente passaggio di Pol Espargaro alla Honda Repsol nella stagione 2021, con una sella libera in KTM come conseguenza.

Pur non avendo fretta di chiudere, anche perché la Casa austriaca continua a dire di cullare la speranza di convincere il suo pilota di riferimento a ripensarci e a rimanere, KTM e Petrucci hanno deciso di provare a conoscersi meglio e il primo contatto è stato positivo.

Leggi anche:

"Abbiamo fatto una bella gita in Austria" ha detto Vergani alla Gazzetta dello Sport. "E' stato un meeting molto positivo. Abbiamo iniziato a parlare verso mezzogiorno e finito dopo le 19. Di cose in quelle 7 ore ce ne siamo dette parecchie".

"Abbiamo visitato il reparto corse a Munderfing e il primo aggettivo che mi viene in mente è: sconvolgente. La KTM è un'azienda pazzesca, vendono 300mila moto. E hanno apprezzato molto Danilo, che considerano un lavoratore serio, uno che fa squadra e che sa vincere" ha aggiunto.

All'incontro mancava il CEO, Stefan Pierer, ma la sensazione è di aver lasciato un'ottima impressione ai due responsabili del reparto corse, Pit Beirer e Mike Leitner.

"Beirer e Leitner ora dovranno relazionare a Stefan Pierer, che era assente, ma sembra che siamo messi bene. In ogni caso, non c'è urgenza, né da parte loro, che devono dipanare la questione Espargaro, né da parte nostra. Ma volevano conoscerci e direi che siamo partiti con il piede giusto".

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
1/15

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
2/15

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
3/15

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
4/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
5/15

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
6/15

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
7/15

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
8/15

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
9/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
10/15

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
11/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
12/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
13/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
14/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
15/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
MotoGP, Pol Espargaró: "La Honda è la moto che vogliono tutti"

Articolo precedente

MotoGP, Pol Espargaró: "La Honda è la moto che vogliono tutti"

Prossimo Articolo

Stoner: "Un peccato vedere Rossi in un team satellite"

Stoner: "Un peccato vedere Rossi in un team satellite"
Carica commenti
Perché la Yamaha rischia di perdere Valentino Rossi Prime

Perché la Yamaha rischia di perdere Valentino Rossi

Il prossimo passo della carriera di Valentino Rossi in MotoGP dovrebbe avere un'influenza di grande portata su un certo numero di piloti e squadre sulla griglia. Ma probabilmente l'impatto più grande sarà quello sulla Yamaha...

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1 Prime

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1

Il fine settimana tra MotoGP e Formula 1 non è certo stato clemente con Maverick Vinales e la Ferrari. Lo spagnolo è stato, senza mezzi termini, autore del suo fine settimana peggiore da quando veste i colori Yamaha: ultimo al via, ultimo all'arrivo. Non è andata meglio alla Ferrari che, dopo le prime libere al Paul Ricard, si è vista sfilare praticamente da tutto lo schieramento, chiudendo lontana dalla zona punti e trovandosi con un distacco pesante dalla McLaren nel campionato costruttori

Formula 1
22 giu 2021
Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco Prime

Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco

Tanti promossi e tanti bocciati nel Gran Premio di Germania di MotoGP. Le pagelle commentate e stilate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com.

MotoGP
22 giu 2021
MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania Prime

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania

Andiamo a scoprire la griglia di partenza della classe regina del Motomondiale 2021 sul tracciato del Sachsenring.

MotoGP
20 giu 2021
Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez? Prime

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Il recupero dell'otto volte campione del mondo procede più a rilento del previsto anche a causa di una Honda poco competitiva. Questo fine settimana però si va al Sachsenring, dove è imbattuto dal 2010 comprese le classi minori: sarà l'occasione giusta per rivederlo al top?

MotoGP
16 giu 2021
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021